laRegione
Friborgo
Ambrì
19:45
 
Losanna
Bienne
19:45
 
Langnau
Berna
19:45
 
Zugo
Davos
19:45
 
La Chaux de Fonds
Zugo Academy
19:45
 
GCK Lions
Ticino Rockets
20:00
 
Langenthal
Ajoie
20:00
 
Sierre
Kloten
20:00
 
Turgovia
Olten
20:00
 
Winterthur
Visp
20:00
 
Friborgo
LNA
0 - 0
19:45
Ambrì
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
Losanna
LNA
0 - 0
19:45
Bienne
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
Langnau
LNA
0 - 0
19:45
Berna
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
Zugo
LNA
0 - 0
19:45
Davos
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
La Chaux de Fonds
LNB
0 - 0
19:45
Zugo Academy
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
GCK Lions
LNB
0 - 0
20:00
Ticino Rockets
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
Langenthal
LNB
0 - 0
20:00
Ajoie
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
Sierre
LNB
0 - 0
20:00
Kloten
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
Turgovia
LNB
0 - 0
20:00
Olten
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
Winterthur
LNB
0 - 0
20:00
Visp
Ultimo aggiornamento: 15.11.2019 19:05
Ti-Press
Economia
23.05.19 - 12:160

Controlli anti dumping, la maggior parte fatta in Ticino

Stabile la percentuale di stupendi inferiori a quanto registrato dalle Commissioni tripartite. In aumento del 36% le sanzioni inflitte per lavoro nero

Meno controlli anti-dumping in Svizzera: nel 2018 le verifiche effettuate per garantire il rispetto delle condizioni salariali nell'ambito della libera circolazione delle persone hanno interessato 44'143 aziende, il 5% in meno dell'anno precedente. Stando alla Segreteria di stato dell'economia (Seco) si tratta comunque di un dato elevato e largamente superiore all'obiettivo minimo di 35'000 controlli fissato nell'ordinanza sui lavoratori distaccati (ODist. Il cantone dove sono state passate al setaccio più ditte è il Ticino (7'455), che si piazza davanti a Zurigo (4'527) e Ginevra (4'035). A livello nazionale è stato controllato il 7% delle aziende svizzere, il 35% dei lavoratori distaccati e il 31% dei prestatori di servizi indipendenti.

Per quanto concerne le imprese elvetiche, nel periodo 2017-2018 la percentuale di offerte di stipendi inferiori a quelli usuali registrati dalle Commissioni tripartite (CT) cantonali è rimasta stabile (13%), così come il tasso delle violazioni dei salari minimi rilevate dalle Commissioni paritetiche (CP) nel 2018 (24%). In relazione ai distaccati, le percentuali sono invece diminuite: i casi di offerte di paghe inferiori a quelle usuali rilevati dalle CT cantonali è passato dal 16% al 15%, mentre le violazioni dei salari minimi constatate dalle CP sono scese dal 25% al 21%. Tra i 5'858 prestatori di servizi indipendenti controllati, vi sono stati sospetti di pseudo-indipendenza nel 6% dei casi.

In relazione al lavoro nero, nel 2018 sono state controllate 12'023 aziende (+0,4%). Rispetto al 2017 sono progrediti sia i provvedimenti adottati (+18%), sia le sanzioni inflitte (+36%). Secondo la Seco le misure di accompagnamento alla libera circolazione, entrate in vigore nel 2004, e la legge federale contro il lavoro nero rappresentano un sistema che consente di contrastare in modo mirato le violazione delle norme laddove i rischi sono maggiori.

Potrebbe interessarti anche
Tags
controlli
aziende
lavoro nero
commissioni
inferiori
ticino
lavoro
TOP NEWS Economia
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile