laRegione
L'azienda lucernese (Keystone)
Economia
07.09.18 - 17:270

'America First!' costa caro a un'azienda lucernese

Il gruppo siderurgico Schmolz+Bickenbach si è visto annullare un contratto da 420 milioni di dollari dall'aviazione statunitense

La politica "America first" del presidente Donald Trump costa al gruppo siderurgico lucernese Schmolz+Bickenbach: l’aviazione statunitense ha infatti annullato un contratto del valore di 420 milioni di dollari (circa 410 milioni di franchi) su cinque anni per la fornitura di acciaio per bombe in grado di perforare bunker.

L’annullamento è avvenuto su contestazione di un concorrente, ha detto oggi all’agenziaawp una portavoce dell’aziendalucernese, che nel 2017 ha realizzato un fatturato di 3,13 miliardi di franchi. Dal punto di vista americano la A. Finkl & Sons, filiale di Schmolz+Bickenbach a cui doveva andare il contratto, è infatti una società sotto controllo straniero. Oltretutto l’oligarca russo ViktorVekselberg detiene una partecipazione del 27% (fino a maggio era del 42%). "Ciò era già noto all’inizio della gara d’appalto", ha sottolineato la portavoce. Schmolz+Bickenbach sta considerando un’azione legale.

Secondo l’agenzia Bloomberg, l’annullamento del contratto in questione è avvenuto su reclamo di alcuni politici, secondo i quali non si avrebbe nemmeno dovuto permettere a Finkl & Sons di partecipare al bando, dato che è un’azienda di proprietà della svizzera Schmolz+Bickenbach, e quindi straniera. Inoltre il gruppo siderurgico lucernese ha relazioni con Viktor Vekselberg, una persone che figura nella lista delle sanzioni americane.

TOP NEWS Economia
Economia
19 ore
Le imprese scommettono sulla ripresa, anche in Ticino
Gli effetti della pandemia sono stati più forti al Sud delle Alpi, ma secondo gli esperti di Ubs le prospettive sono positive. Pil a -5,5% quest'anno. Poi su
Economia
21 ore
Svizzera, il covid non ferma le due ruote
Malgrado l'emergenza sanitaria, le vendite di motocicli nel nostro Paese hanno conosciuto...un'impennata
Economia
1 gior
Aviazione, United taglia 36mila posti di lavoro
La compagnia statunitense pronta a rinunciare alla metà dei suoi dipendenti se non vi saranno segnali di ripresa dopo l'emergenza Covid
Economia
1 gior
I salari dei frontalieri spiegati da un economista
Gli ultimi dati confermano la differenza nelle retribuzioni. C'entra il dumping, ma non solo. E revocare la libera circolazione porterebbe "chiusure e fallimenti"
Economia
1 gior
Bancarotta per Brooks Brothers, marchio icona di Wall Street
Il produttore di abbigliamento formale soccombe alla crisi creata dal coronavirus. Si cerca di evitare la liquidazione
Economia
1 gior
Tui Suisse taglia 70 posti di lavoro e chiude otto succursali
La filiale dell'agenzia viaggi tedesca riduce la sua presenza nella Confederazione a causa della crisi del coronavirus
Economia
2 gior
Nespresso amplia il centro di produzione di Romont
Annunciato un investimento di 160 milioni di franchi per soddisfare la richiesta dei clienti e supportare lo sviluppo internazionale nei prossimi anni
Economia
2 gior
In Italia un terzo delle famiglie ha riserve per soli 3 mesi
Circa il 30% cento della popolazione dichiara di non potersi permettere di andare in vacanza questa estate
Economia
2 gior
Coronavirus, per 2 milioni di svizzeri acquisti via web
Il 34% della popolazione elvetica opta per il nuovo approccio secondo lo studio della società Alvarez & Marsal
Economia
2 gior
Non è tutto oro quel che luccica... ma averne di once
Il prezzo del prezioso metallo resta sui massimi degli ultimi anni segnando 1'783 dollari per circa 30 grammi.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile