laRegione
Ajax
3
Standard Liege
0
fine
(2-0)
Spartak Trnava
1
Crvena Zvezda
2
fine
(1-1 : 0-0 : 0-1)
Ajax
CHAMPIONS UEFA
3 - 0
fine
2-0
Standard Liege
2-0
1-0 HUNTELAAR KLAAS-JAN
30'
 
 
2-0 DE LIGT MATTHIJS
34'
 
 
3-0 NERES DAVID
46'
 
 
 
 
76'
MPOKU PAUL-JOSE
30' 1-0 HUNTELAAR KLAAS-JAN
34' 2-0 DE LIGT MATTHIJS
46' 3-0 NERES DAVID
MPOKU PAUL-JOSE 76'
First leg (2-2), agg.
(5-2).
Venue: Johan Cruyff Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 54,033.
Referee : Ivan Kruzliak (SVK).
Assistant referees : Tomas Somolani (SVK) & Branislav Hancko (SVK).
Fourth official : Filip Glova (SVK).
MATCH SUMMARY : Ajax yet to lose in 3 games v Standard: W1 D2.
Standard unbeaten in 5 European games: W1 D4.
Winners v Slavia Praha/Dynamo Kyiv in play offs.
Losers go into Europa League GROUP stage.
Ultimo aggiornamento: 14.08.2018 23:18
Spartak Trnava
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
fine
1-1
0-0
0-1
Crvena Zvezda
1-1
0-0
0-1
1-0 BAKOS MAREK
6'
 
 
 
 
7'
1-1 BEN NABOUHANE EL FARDOU
GODAL BORIS
19'
 
 
 
 
28'
BEN NABOUHANE EL FARDOU
BAKOS MAREK
35'
 
 
 
 
38'
STOJKOVIC FILIP
 
 
60'
STOJILJKOVIC NIKOLA
TOTH MARTIN
66'
 
 
 
 
72'
DEGENEK MILOS
 
 
86'
PAVKOV MILAN
SLOBODA ANTON
90'
 
 
GRENDEL ERIK
95'
 
 
 
 
98'
RADONJIC NEMANJA
 
 
98'
1-2 RADONJIC NEMANJA
HLADIK IVAN
117'
 
 
6' 1-0 BAKOS MAREK
BEN NABOUHANE EL FARDOU 1-1 7'
19' GODAL BORIS
BEN NABOUHANE EL FARDOU 28'
35' BAKOS MAREK
STOJKOVIC FILIP 38'
STOJILJKOVIC NIKOLA 60'
66' TOTH MARTIN
DEGENEK MILOS 72'
PAVKOV MILAN 86'
90' SLOBODA ANTON
95' GRENDEL ERIK
RADONJIC NEMANJA 98'
RADONJIC NEMANJA 1-2 98'
117' HLADIK IVAN
First leg (1-1).
Venue: Stadium Antona Malatinskeho.
Turf: Natural.
Capacity: 19,200.
Referee : Serdar Gozubuyuk (NED).
Assistant referees : Davie Goossens (NED) & Bas van Dongen (NED).
Fourth official : Jeroen Manschot (NED).
MATCH SUMMARY : Trnava yet to feature in a UEFA GROUP stage.
Crvena Zvezda have conceded once in last 6 UEFA away games.
Winners play Salzburg/Shkendija in play offs.
Losers meet Olimpija Ljubljana/HJK in UEL play offs.
Ultimo aggiornamento: 14.08.2018 23:18
Economia
08.02.18 - 18:150

Investitori nervosi, Borsa svizzera perde il 2.36%

Listini nuovamente sotto pressione, si allungano i tempi per il recupero del mercato azionario dopo il crollo all'inizio della settimana

Non è ancora tempo di ripresa per i mercati azionari: dopo il rialzo di ieri, i listini erano oggi nuovamente sotto pressione. Alla Borsa svizzera l’SMI ha ceduto il 2,36% a 8’763.11 punti, l’SPI il 2,41% a 10’103.56 punti.

"Il mercato non è ancora pulito. La correzione dovrebbe durare un altro po’", ha affermato un operatore citato dalla Reuters. "Gli investitori sono nervosi, nessuna traccia di rilassamento". L’indice di volatilità è salito fortemente.

Tra le blue chip oggi si è messa in evidenza Swiss Re, che ha guadagnato il 2,08% a 92.06 franchi. Ieri sera si è appreso che la banca giapponese Softbank è in trattative per acquistare una quota nel riassicuratore zurighese. L’istituto nipponico potrebbe comprare fino a un terzo della società per 10 miliardi di dollari. Secondo Swiss Re, le trattative sono ancora a uno "stadio precoce. La conclusione di un accordo rimane aperta. Al momento non sussiste alcuna certezza concernente le condizioni".

Si è invece indebolita sempre più Zurich (partita con un balzo di oltre il 4% per chiudere a -0,36% a 300.50 franchi) dopo aver presentato un utile netto in calo del 6% a 3 miliardi di dollari per l’esercizio scorso, una cifra comunque nettamente superiore alle attese. Il terzo titolo assicurativo, Swiss Life, ha perso il 2,50% a 332.10 franchi. Pesanti anche i bancari: UBS ha perso il 3,21% a 17.51 franchi, Credit Suisse il 4,00% a 16.43 franchi e Julius Bär il 3,22% a 60.08 franchi.

Ma sotto pressione è stata soprattutto ABB (-6,71% a 23.07 franchi), l’altra blue chip che ha pubblicato oggi i risultati 2017, con le cifre relative al terzo trimestre che hanno deluso le aspettative degli analisti. Il gruppo industriale in trasformazione ha registrato un utile netto in crescita del 17% su base annua a 2,21 miliardi di dollari. Tra gli altri ciclici Geberit ha ceduto il 2,93% a 414.10 franchi, Sika pure il 2,93% a 7’450.00 franchi, Adecco il 2,83% a 71.30 franchi, LafargeHolcim il 2,39% a 53.02 franchi e

Tra i pesi massimi difensivi Nestlé ha lasciato sul terreno il 2,46% a 76.10 franchi, Novartis il 2,57% a 78.14 franchi e Roche l’1,34% a 217.45 franchi. Quanto agli altri titoli, Lonza ha perso il 4,25% a 229.70 franchi, SGS il 2,91% a 2’335.00 franchi, Givaudan il 2,47% a 2’095.00 franchi, Swisscom l’1,96% a 496.30 franchi, Swatch pure l’1,96% a 400.60 franchi e Richemont lo 0,86% a 85.00 franchi.

Nel mercato allargato da segnalare il balzo di Emmi (+6,76% a 734.50 franchi) dopo i conti annuali. In rialzo anche Molecular Partners (+0,77% a 26.30 franchi), che pure ha presentato oggi le cifre relative al 2017.

In calo invece LEM (-3,45% a 1’512.00 franchi) in seguito ai risultati dei primi nove mesi e Leonteq (-2,69% a 57.90 franchi) dopo quelli dell’intero esercizio, così come Bell (-2,65% a 423.00 franchi ) dopo il via libera della Commissione europea al rilevamento di Hügli (-0,22% a 912.00 franchi). Invariata a 1.36 franchi Von Roll, che ha annunciato la vendita di una parte delle attività nel comparto idrico e Banca Cler (invariata a 42.70 franchi) dopo il bilancio 2017.

Tags
franchi
franchi dopo
investitori nervosi
sotto pressione
pressione
terzo
borsa
investitori
borsa svizzera
dollari
TOP NEWS Economia
© Regiopress, All rights reserved