laRegione
Economia
13.03.17 - 13:180
Aggiornamento : 11.12.17 - 18:18

I tram di Zurigo li costruirà Bombardier - Stadler Rail rinuncia al ricorso

Stadler Rail getta la spugna nella vertenza sull’acquisto di tram a Zurigo. Il costruttore turgoviese di treni e tram ha deciso di non ricorrere più in giustizia dopo che la società dei trasporti pubblici di Zurigo (VBZ) ha optato per i convogli della Bombardier. Non chiederà neppure indennizzi, ha reso noto oggi.

A fine febbraio il Tribunale amministrativo zurighese non aveva accordato l’effetto sospensivo al ricorso della Stadler contro le decisione di VBZ di acquistare 70 tram. I giudici avevano ritenuto che non vi era ragione di avviare una nuova procedura di aggiudicazione del contratto. Senza effetto sospensivo, le parti – VBZ e Bombardier – hanno firmato il contratto all’inizio di marzo e per Stadler Rail ciò significa che la questione è definitivamente chiusa.

L’azienda turgoviese avrebbe potuto chiedere un risarcimento, ma ha deciso di rinunciare. "Non vogliamo portare la nostra disputa nei tribunali, vogliamo costruire treni e mezzi di trasporto, ha indicato all’ats" la sua portavoce Marina Winder.

Nel maggio 2016 VBZ aveva annunciato una commessa da 358 milioni di franchi a Bombardier. Essa prevede la fornitura, fra il 2018 e il 2023, di 70 nuovi tram del modello "Flexity2" – già in uso a Basilea e Berlino – e un’opzione per altri 70 tram dello stesso tipo. Stadler e Simens Svizzera avevano inoltrato ricorso chiedendo l’effetto sospensivo.

Potrebbe interessarti anche
Tags
tram
stadler
bombardier
stadler rail
zurigo
ricorso
rail
vbz
effetto
effetto sospensivo
TOP NEWS Economia
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile