laRegione
Economia
13.03.17 - 13:180
Aggiornamento : 11.12.17 - 18:18

I tram di Zurigo li costruirà Bombardier - Stadler Rail rinuncia al ricorso

Stadler Rail getta la spugna nella vertenza sull’acquisto di tram a Zurigo. Il costruttore turgoviese di treni e tram ha deciso di non ricorrere più in giustizia dopo che la società dei trasporti pubblici di Zurigo (VBZ) ha optato per i convogli della Bombardier. Non chiederà neppure indennizzi, ha reso noto oggi.

A fine febbraio il Tribunale amministrativo zurighese non aveva accordato l’effetto sospensivo al ricorso della Stadler contro le decisione di VBZ di acquistare 70 tram. I giudici avevano ritenuto che non vi era ragione di avviare una nuova procedura di aggiudicazione del contratto. Senza effetto sospensivo, le parti – VBZ e Bombardier – hanno firmato il contratto all’inizio di marzo e per Stadler Rail ciò significa che la questione è definitivamente chiusa.

L’azienda turgoviese avrebbe potuto chiedere un risarcimento, ma ha deciso di rinunciare. "Non vogliamo portare la nostra disputa nei tribunali, vogliamo costruire treni e mezzi di trasporto, ha indicato all’ats" la sua portavoce Marina Winder.

Nel maggio 2016 VBZ aveva annunciato una commessa da 358 milioni di franchi a Bombardier. Essa prevede la fornitura, fra il 2018 e il 2023, di 70 nuovi tram del modello "Flexity2" – già in uso a Basilea e Berlino – e un’opzione per altri 70 tram dello stesso tipo. Stadler e Simens Svizzera avevano inoltrato ricorso chiedendo l’effetto sospensivo.

TOP NEWS Economia
Economia
2 gior
Crypto International licenzia quasi tutti i suoi dipendenti
La mancata licenza d'esportazione impone una drastica scelta: l'azienda intende tagliare 83 dei suoi 85 impiegati in Svizzera
Economia
2 gior
Quattro novi Citylink sui binari ungheresi
Il gruppo turgoviese Stadler consegnerà quattro tram-treni supplementari alle ferrovie magiare,
Economia
5 gior
L'oro vola sopra i 1'800 dollari, prima volta da 2011
La volata è legata ai bassi tassi di interesse e all'aumento dei casi di coronavirus che hanno innescato la corsa al bene rifugio
Economia
5 gior
Il coronavirus incide poco sui tassi ipotecari
Lo indica MoneyPark. Alla fine di giugno, il tasso di riferimento era dell'1,20% per le ipoteche a 10 anni e dell'1,02% per quelle a 5 anni
Economia
5 gior
Coronavirus, utili in calo del 31% per le aziende svizzere
Le aziende industriali sono quelle che hanno sofferto di più, mentre le grandi imprese hanno mostrato una resistenza migliore rispetto alle Pmi
Economia
5 gior
Commercio al dettaglio, forte aumento delle vendite in maggio
Crescita del 6,6% grazie all'allentamento delle misure adottate per contrastare la diffusione del coronavirus
Economia
1 sett
Macy's taglia 3'900 impieghi per far fronte al calo-vendite
L'ombra lunga del coronavirus non risparmia la catena di negozi statunitense: forza lavoro ridotta del 3 per cento circa
Economia
1 sett
Le Pmi svizzere prevedono esportazioni al minimo storico
Il calo del clima del settore e la relativa crisi sono legati strettamente alla pandemia di covid-19. Secondo un sondaggio, le aziende temono il futuro
Economia
1 sett
Cornèr lancia una nuova piattaforma digitale d'investimento
Si chiama 'Invest' e propone una navigazione intuitiva anche a chi non dispone di conoscenze informatiche sofisticate
Economia
1 sett
Dufry, a causa del virus costi del personale da ridurre
L'azienda specializzata nel commercio al dettaglio esentasse, ridurrà i costi attraverso prepensionamenti e licenziamenti
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile