laRegione
dati-bancari-rubati-il-nord-reno-westfalia-li-condividera-con-27-stati-esteri
Economia
14.04.16 - 15:180
Aggiornamento : 11.12.17 - 18:15

Dati bancari rubati, il Nord-Reno Westfalia li condividerà con 27 stati esteri

Le noie delle banche elvetiche col fisco di paesi stranieri a caccia di evasori potrebbero non essere finite. Il Land Nord-Reno Westfalia ha infatti ceduto a 27 paesi stranieri dati riguardanti conti sospetti di averi depositati in Svizzera per un ammontare globale di circa 100 miliardi di franchi.

Tali informazioni erano contenute nei diversi CD, con dati scaricati illegalmente dai sistemi informatici di alcune banche, acquistati negli ultimi anni da questo Land che ha fatto della lotta all’evasione una delle sue priorità.

Il ministro delle finanze del Nord-Reno Wesfalia, Norbert Walter-Borjans (Spd), ha dichiarato oggi a Düsseldorf che il contenuto dei CD ha messo a nudo una vera e propria industria dell’evasione. Se gli evasori si servono di canali internazionali, ha spiegato, la cooperazione tra gli inquirenti deve giocoforza far capo alla cooperazione transfrontaliera.

Le informazioni contenute nei dischetti riguardano volumi d’investimenti importanti in altri Paesi al di fuori della Germania. Per la sola Gran Bretagna si parla di oltre 10 miliardi di franchi, per la Spagna di 9,5 miliardi. Globalmente si giunge a un volume di 101,574 miliardi. Gli inquirenti che riceveranno i dati dovranno verificare se si tratta di somme note al fisco del rispettivo paese.

Il Nord-Reno Wesfalia non ha mai respinto le offerte di acquisto di dati rubati; finora sono stati acquistati 11 supporti informartici con informazioni scottanti su possibili evasori per 17,9 milioni di euro. In seguito a ciò, si è registrato un aumento delle autodenunce: dal 2010 sono state 120 mila. Le maggiori entrate derivanti hanno raggiunto circa 5 miliardi di euro.

Le cessione delle informazioni a Stati terzi non è da mettere in relazione col recente caso dei panama-Papers, ha sostenuto Walter-Borjans, anche se vi sono alcuni punti di contatto tra le recenti rilevazioni e i risultati delle inchieste condotte dalle autorità fiscali del suo Land.

TOP NEWS Economia
Economia
3 gior
Rischio bolla immobiliare in aumento a causa della pandemia
Lo sostiene un'analisi condotta da Ubs. Lo Swiss Real Estate Bubble Index è salito a 1,52 punti contro l'1,30 registrato nei primi tre mesi del 2020
Economia
5 gior
L'annus horribilis del sistema pensionistico
Complice la crisi del coronavirus, lo stato di salute del sistema pensionistico svizzero è negativo come non lo era da almeno 15 anni
Economia
5 gior
Banche online, in autunno avvia attività Flowbank
L'azienda vanta una tecnologia che permetterà ai clienti di effettuare tutte le loro transazioni sullo stesso software, indipendentemente dal dispositivo scelto
Economia
5 gior
Il gigante farmaceutico Bayer perde 9,5 miliardi
Nel secondo trimestre di quest'anno le vendite sono state incrementate dalle attività agricole della società, mentre la pandemia ha pesato sui prodotti farmaceutici.
Sondaggio
Economia
6 gior
Svizzeri hanno speso all'estero due miliardi in meno per Covid
La stima è di Credit Suisse, che si basa sulle transazioni delle carte di debito, tenendo conto del fatto che oltre confine si paga maggiormente senza contanti
Mercati finanziari
6 gior
Un luglio in volata per Wall Street
È stata messa in conto una rapida ripresa a 'V' non corrisposta dai fatti
Economia
6 gior
Dagli Stati Uniti all’Europa è corsa al bitcoin
I flussi di acquisto delle criptovalute sono aumentati in modo sorprendente nelle prime settimane di quarantena
Economia
1 sett
Ermotti: 'La Svizzera non deve lasciarsi ricattare'
Il Ceo uscente dell'Ubs afferma di essere contrario all'attuale accordo quadro e ricorda: la parola d'ordine a Berna dovrebbe essere 'neutralità'
Economia
1 sett
Usa, il Pil crolla nel secondo trimestre: -32.9%
Anche se migliore rispetto alle attese degli analisti il calo è comunque senza precedenti per la sua severità
Economia
1 sett
Credit Suisse: sale l'utile, si riducono le succursali
Utile netto cresciuto del 24% per la banca elvetica (1,16 miliardi di franchi), che ha varato un piano di risparmio di 400 milioni
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile