laRegione
©Ti-Press / Francesca Agosta
Economia
25.09.15 - 18:540
Aggiornamento : 15.12.17 - 17:09

Anche Banca Migros passa alla cassa del Dipartimento di giustizia americano

La Banca Migros e l’Autorità di giustizia statunitense hanno raggiunto un accordo nella questione fiscale con gli Stati Uniti. Ciò comporta il pagamento di 15 milioni di dollari. La somma – si legge in una nota stampa – non ha alcun impatto sul risultato dell’esercizio corrente.

Gli Stati Uniti – si precisa – rinunciano a un possibile perseguimento penale (Non-Prosecution Agreement). Questa intesa si basa sull’accordo tra il Dipartimento federale delle finanze e il Dipartimento di giustizia statunitense concluso nell’agosto del 2013 che disciplina le condizioni per risolvere la controversia fiscale tra le banche svizzere e gli Stati Uniti.

Come banca che opera su scala nazionale, la Banca Migros segue tradizionalmente anche i cittadini statunitensi che hanno un legame con la Svizzera. La loro quota nell’intero portafoglio clienti – si spiega – “è marginale, ma il loro numero è importante in virtù della posizione di mercato della Banca Migros, che è una delle prime banche in Svizzera”. Questi clienti sono prevalentemente retail, cittadini elvetici con domicilio temporaneo negli Stati Uniti, persone con doppia cittadinanza svizzera e americana e cittadini americani, che lavorano in Svizzera. “La Banca Migros – si conclude – vuole continuare a operare con tale tipologia di clientela, a condizione che dimostrino di ottemperare pienamente ai loro obblighi in materia di dichiarazione fiscale negli Stati Uniti e rinuncino al segreto bancario nei confronti delle autorità statunitensi”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile