laRegione
manca-poco-al-lugano-dance-project
Hub Studio
‘Rebound’ di Caroline Laurine-Beaucage
Danza
19.05.22 - 19:50

Manca poco al Lugano Dance Project

Tra mercoledì 25 e domenica 29 maggio, Lugano si trasforma nella città della danza

Tra mercoledì 25 e domenica 29 maggio, Lugano si trasforma nella città della danza in occasione della prima edizione di Lugano Dance Project, iniziativa dichiaratamente ispirata alla comunità utopica del Monte Verità. Lugano Dance Project è un ideale ponte di confronto e pensiero tra Svizzera, Europa e Nordamerica. Le tre coreografe selezionate che hanno ricevuto una commissione per questa prima edizione sono la canadese Virginie Brunelle, l’angloamericana Annie Hanauer e la svizzera Lea Moro. Presenteranno a Lugano i loro nuovi lavori, frutti di un periodo di residenza in Canton Ticino e realizzati con partner internazionali e nazionali.

Accanto al debutto delle loro inedite creazioni, artisti di fama internazionale e giovani talenti svizzeri, quali Simona Bertozzi, Lorena Dozio, Muhammed Kaltuk/Company Mek, Caroline Laurin Baucage/Lorganisme, Ana Pi, Cristina Kristal Rizzo, Cindy Van Acker, insieme alla selezione Tanzfaktor composta da Alba Castillo, Company Snorkel Rabbit, Lucas Del Rio, Lisa Laurent & Mattéo Trutat, Luca Signoretti Dance Company. Arricchiscono il programma la videoinstallazione in piazza Luini, tavole rotonde, workshop per professionisti e studenti di danza, incontri pubblici con gli artisti, un allestimento fotografico e la proiezione di un film-documentario sulla storia del Monte Verità (biglietti e pass del festival in vendita su www.luganodanceproject.ch e presso la biglietteria del Lac).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
danza lugano lugano dance project
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
ticinesi oltre gottardo
12 ore
‘Ora apprezzo ciò che prima davo per scontato’
Da Bellinzona a San Gallo, oggi: Filippo Rima, responsabile per gli investimenti di una fra le principali banche svizzere, si racconta
Spettacoli
13 ore
Robin Williams non aveva il Parkinson ma demenza a corpi di Lewy
A scoprirlo, solo dopo il suo suicidio nell’estate del 2014, è stata la vedova Susan Schneider Williams
Scienze
13 ore
Cern: prima collisione a energia record nell’acceleratore Lhc
Dopo tre anni di aggiornamento e manutenzione prende così avvio il terzo periodo di presa dati
L’intervista
15 ore
Dante in prosa, ponte verso l’Eden
Dopo il primo libro sul tenebroso viaggio di Dante all’Inferno, Gerry Mottis ci fa da guida un’altra volta nel percorso lungo il Monte penitenziale
Musica
1 gior
Vent’anni di magia, autenticità e di successi inaspettati
In occasione dell’anniversario importante del Vallemaggia Magic Blues, abbiamo fatto due chiacchiere con il promotore nonché cofondatore Fabio Lafranchi
Spettacoli
1 gior
Novantacinque anni per la ‘Bersagliera’ di Subiaco
Taglia il traguardo delle 95 primavere Gina (Luigia) Lollobrigida, mito intramontabile del grande schermo italiano
Teatro
2 gior
‘Peter Brook ha vissuto il teatro, la sua vita, fino alla fine’
David Dimitri, presidente della Fondazione Dimitri di Verscio: ‘Aveva un’opinione forte e precisa sul teatro, che doveva avere senso e smuovere’
Scienze
2 gior
Evaporazione accelerata per oltre un milione di laghi nel mondo
Non c’è solo la siccità tra le conseguenze del riscaldamento climatico. Annualmente si perdono in media 1’500 chilometri cubi di acqua
Spettacoli
2 gior
Camaleonti in lutto: Cripezzi morto dopo un’esibizione
La storica band italiana perde il cantante e tastierista. Il decesso è avvenuto nella notte, dopo un concerto a Pescara
Teatro
2 gior
Il regista britannico Peter Brook è morto
Fra i maestri della drammaturgia del Novecento, Brook è deceduto all’età di 97 anni a Parigi, dove si era stabilito da metà anni Settanta
© Regiopress, All rights reserved