laRegione
a-maggio-torna-la-festa-danzante-edizione-17
Wirma.ch
Flash mob
21.04.22 - 18:41
Aggiornamento: 18:59

A maggio torna la Festa danzante, edizione 17

Dal 10 al 15 maggio, nei luoghi canonici delle arti sceniche ma anche in piazze, vie e parchi, tra spettacoli, performance e film

Giunta alla sua 17esima edizione, dal 10 al 15 maggio, la Festa danzante tornerà anche nella Svizzera italiana, nei luoghi canonici delle arti sceniche ma anche in piazze, vie e parchi, tra spettacoli, performance e film. L’evento prenderà il via nella Giornata internazionale della danza, venerdì 29 aprile, con una grande festa dalle 19.30 allo Studio Foce di Lugano. Lo stesso giorno, un’anteprima della Festa danzante è in programma anche a Poschiavo.

Grazie alla collaborazione con i Cineclub del Mendrisiotto e i Circoli del cinema di Locarno e Bellinzona, un ciclo di tre film condurrà gli spettatori tra i generi di danza. Le pellicole sono ‘El último tango’ di German Kral (martedì 10, Cinema Multisala Teatro Mendrisio), ‘Yuli’ di Icíar Bollaín (venerdì 13, Cinema Rex Locarno) e ‘Impulso’ di Emilio Belmonte (sabato 14, Cinema Forum Bellinzona). Mercoledì 11 maggio si rinnova la collaborazione con il Museo Vincenzo Vela e col Festival Il Maggiolino per lo spettacolo ‘Miniature’ della Compagnia Mafalda di Teresa Rotemberg, Premio svizzero di danza 2019; giovedì 12 maggio la Festa fa tappa a Chiasso con i coreografi/performer Romane Peytavin e Pierre Piton della compagnia La PP, che dalle 18, presso la sede della Biennale dell’immagine, portano in scena ‘Dédicace’, due danzatori che come jukebox umani improvvisano su brani scelti dallo spettatore. Dalle 20.30, al Cinema Teatro, ‘Invitation To The Dance – FantaC’, progetto inserito nella rassegna ‘Le stanze dell’arte’, frutto della collaborazione tra le giovani ballerine dell’Ashkenazy Ballet Center di Lugano e la violista Hsin-Yun Huang.

A Lugano, venerdì 13 maggio alle 18 in piazza Dante, la dimostrazione ‘Don’t stop me now’ del Centro artistico MAT. Dalle 20.30 al Teatro Foce, in collaborazione con il Lac, ‘Beast Without Beauty’ della C&C Company di Carlo Massari. Dalle 21.45 allo Studio Foce, ‘Sulle macerie nascono i fior!’, evento in collaborazione con Casa della Letteratura per la Svizzera italiana, Associazione Grande Velocità e Associazione REC, con Dj Ink, le incursioni sonore di Francesco Giudici e i blitz danzanti di Mattia Cantoni, e l’invito a passeggiare tra le vie di Lugano ascoltando il podcast ‘Macerie’, racconti sulla demolizione dello CSOA il Molino di Lugano curati dal regista Olmo Cerri. Sempre di venerdì, ma a Locarno, alle 18.45 allo Spazio Elle va in scena ‘Dansonography’, performance di e con Alessia Della Casa, Alessio Sabella e Roberto Mucchiut.

Sabato 14 maggio, dalle 11.45 in piazza Governo a Bellinzona, la dimostrazione ‘Never give up love dance’ a cura di Area Danza Bellinzona. Dalle 12, un altro Premio svizzero di danza, Marie-Caroline Hominal in ‘Cirque Astéroïde’, performance su semirimorchio dove 5 artisti festeggiano il circo. A Lugano, festa in piazza San Carlo dalle 11 e al Parco Ciani dalle 16 con le danze delle comunità straniere presenti in Ticino. Dalle 14, in piazza Castello, la performance ‘A Journey on Moving Grounds’ della Cie Antipode Dans Tanz, il risultato tra danza, architettura e scultura con elementi 3D e corpi realizzato dalla coreografa Nicole Morel e dall’architetta/set designer Lea Hobson. Dalle 20.15 al Teatro Foce, ‘Aria’ di Jasmine Morand, altro Premio svizzero di danza, assolo che trae ispirazione dal linguaggio tecnico degli sport motoristici. A seguire, dalle 21.15, il party con auricolari di Innerwalk Project.

Domenica 15 maggio a Lugano si danza con la comunità curda in Ticino al Parco Ciani e in piazza Dante a Lugano. Dalle 11.45, sempre al Parco Ciani, la performance ‘Ishtar’s journey into hades’ creata da Rudolf Laban al Monte Verità nel 1914 e ri-immaginata da Nunzia Beltrametti-Tirelli e Mattia Cantoni con Quantic Movement. Allo Studio Foce, dalle 14.30, torna invece il ‘Contest Freestyle’ dedicato agli allievi. Per il gran finale, in occasione della Giornata internazionale dei musei, la Rete dei Musei d’arte del Mendrisiotto (MAM) presenterà ‘MAM Contemporaneo’, produzione dalla Cie AiEP/Vidach grazie alla quale si potrà assistere a coreografie eseguite da cinque performer (uno in ogni museo) in streaming in tempo reale, ripresi dai propri cellulari e trasmessi e proiettati, dalle 15.30 al Teatro dell’Architettura e Museo d’arte Mendrisio, al Museo Vincenzo Vela di Ligornetto, alla Pinacoteca cantonale Giovanni Züst di Rancate e al m.a.x. museo di Chiasso. Il programma completo è su www.festadanzante.ch/ticino/programma.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona chiasso cinema danza festa danzante lugano mendrisio performance teatro
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Estate giallo-nera
6 ore
‘Quer pasticciaccio’ di Carlo Emilio Gadda
‘Quer pasticciaccio brutto de via Merulana’, 1957: scrittura che corre da ferma, personaggi promossi protagonisti appena nominati, spregiudicatezza
Spettacoli
1 gior
Addio a Wolfgang Petersen, diresse ‘La storia infinita’ e ‘Troy’
Il regista tedesco aveva 81anni. Fra gli attori da lui diretti, Clint Eastwood, Dustin Hoffman, George Clooney, Harrison Ford e Brad Pitt
Culture
1 gior
Che basta un colpo di vento e il festival di Arzo prende il volo
Da giovedì 18 a domenica 21 agosto, ad Arzo e nella ‘flilale’ Meride, torna il Festival internazionale della narrazione, edizione 22 (come l’anno...)
L'intervista
1 gior
Julia Murat: ‘Per Bolsonaro saremo un vanto o l’immoralità noir’
La regista di ‘Regra 34’, Pardo d’oro al Miglior film, felice con moderazione: ‘Temiamo che il presidente o i suoi approfittino di questo premio’
L'intervista
1 gior
Gigi la legge che non multa a Locarno e si prende un premio
Un ritorno, quello di Alessandro Comodin, quest’anno Premio speciale della Giuria, già premiato nel 2011 a Locarno per ‘L’estate di Giacomo’.
L'intervista
2 gior
Locarno75 e il futuro, also sprach Rapahël Brunschwig
La governance futura non è di competenza del managing director’, che sul nuovo presidente rimanda al Cda. E sui numeri del 75esimo...
Sostiene Morace
2 gior
Lunga vita al Festival (quanto ai premi, ‘de gustibus’)
‘Regra 34’, confuso e ripetitivo. Meglio ‘Gigi la legge’. Solari lascia o fa come al 70esimo? L’augurio è quello di trovare una figura all’altezza.
Arte
2 gior
Morto Dmitri Vrubel: dipinse il bacio fra Breznev e Honecker
L’artista russo è morto a 62 anni per complicazioni da Covid-19. Suo il celebre graffito sul Muro di Berlino
Locarno 75
2 gior
Pardi per tre, una condanna alla selezione
Sokurov e Fahdel non erano nelle corde: la Giuria, evidentemente figlia del suo tempo, ha premiato la libertà espressiva più che regole e grammatica
Il ricordo
2 gior
Piero Angela e la gentilezza della scienza
Raccontare la scienza con garbo, chiarezza e senso della meraviglia: nel giorno dei funerali, le lezioni del grande divulgatore morto sabato a 93 anni
© Regiopress, All rights reserved