laRegione
18.04.22 - 10:46
Aggiornamento: 14:15

‘Free Ukrain, f*** Putin’. I Måneskin infiammano il Coachella

45 minuti di show, da ‘Zitti e buoni’ a ‘We’re gonna dance on gasoline’, con citazioni da ‘Il grande dittatore’ e un urlo finale di Damiano per l’Ucraina

Ansa, a cura de laRegione
free-ukrain-f-putin-i-maneskin-infiammano-il-coachella
Maneskin official Twitter
‘È un privilegio vivere mentre le bombe cadono sulle città’

Circa 45 minuti di show, iniziato intorno alle 7.30 ora svizzera, per Damiano, Victoria, Thomas e Ethan e conclusosi con l’urlo del frontman Damiano: "Free Ukrain, fuck Putin". Il rock dei Måneskin infiamma il Coachella: la band romana ha invitato i fan a ‘fare rumore’ sul palco di uno dei festival più attesi del panorama musicale mondiale, tornato live dopo due anni di stop causa pandemia, a Indio, nella Contea di Riverside, in California.

La performance è iniziata con ‘Zitti e buoni’, il brano con cui i Måneskin hanno trionfato l’anno scorso al Festival di Sanremo e all’Eurovision Song Contest. E poi ‘In nome del padre’, ‘Mamma mia’, ‘Beggin’’, ‘I wanna be your dog’, ‘I wanna be your slave’ (anche singolo in duetto con Iggy Pop). In chiusura, ‘We’re gonna dance on gasoline’, il brano con cui i Måneskin hanno aderito alla campagna del Global Citizen #StandUpForUkraine in segno di supporto all’Ucraina.

"Vi siete divertiti? Anche noi ci divertiamo, è un privilegio vivere mentre le bombe cadono sulle città", ha urlato Damiano – stivali e shorts di pelle nera, calze a rete, borchie e una sorta di spolverino di tulle rosa – rivolto al pubblico. E ha citato Charlie Chaplin e il discorso del film ‘Il grande dittatore’.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Scienze
56 min
Nel cibo ultraprocessato l’insidia del declino cognitivo
In chi eccede, il peggioramento è mediamente del 28% più rapido. Lo indica uno studio coordinato dall’Università di San Paolo, in Brasile
Spettacoli
5 ore
Il ‘Boris Godunov’, una storia russa tra Puskin e Musorgskij
La stagione della Scala di Milano si apre con un’opera ancora attuale: la brama di potere, e la paura di perderlo, ritratte in prosa e, poi, in musica
Pensiero
11 ore
Perché il fascismo è nato in Italia
È il titolo di un notevole saggio appena pubblicato dagli storici Marcello Flores e Giovanni Gozzini. Spoiler: c’entra lo ‘sfarinamento’ dello Stato.
Società
19 ore
Perché (e come) parlare di emozioni a scuola con gli adolescenti
Nel libro ‘In media stat virtus’ idee e attività per l’educazione socio-emotiva negli anni formativi. Anna Bosia: ‘Strumento per docenti ma non solo’.
Scienze
1 gior
Più Covid e influenza in inverno? È (davvero) colpa del freddo
Scagionato lo stare di più al chiuso: uno studio statunitense dimostra che le basse temperature abbattono la prima linea di difesa immunitaria nel naso
Culture
1 gior
Come ‘Ritornare in sé’ (dialogo tra economia e filosofia)
Christian Marazzi e Fabio Merlini discutono gli effetti delle odierne forme di produzione di ricchezza sulle nostre vite, a partire dal libro del secondo
Spettacoli
1 gior
È morta Kirstie Alley, star di ‘Cheers’ e ‘Senti chi parla’
Aveva 71 anni e di recente aveva scoperto di essere malata di cancro. Con la serie tv conquistò il suo primo Emmy nel 1991
L’intervista
1 gior
Ma tu lo sai almeno cosa è uno stupro?
A colloquio con la scrittrice Valentina Mira, ospite di un incontro a Bellinzona dove si è discusso di violenza di genere e del concetto di vittima
Illustrazione
2 gior
Cesare Lombroso e la fissa per il cranio
La controversa figura del medico, antropologo e criminologo è raccontata dal volume illustrato di Stefano Bessoni. Ma non è un libro per bambini.
Letteratura
2 gior
Addio allo scrittore francese Dominique Lapierre
Autore del best-seller ‘La città della gioia’, dalla Francia all’India, raccontava gli ultimi. È morto all’età di 91 anni.
© Regiopress, All rights reserved