laRegione
29.01.22 - 16:06
Aggiornamento: 30.01.22 - 19:59

Metal in lutto: morto l’ex Dark Tranquillity Fredrik Johansson

L’ex chitarrista, dal 1993 al 1999, della band svedese grande esponente del “Melodic Death Metal” o “Gothenburg Sound” è morto di cancro a 47 anni

metal-in-lutto-morto-l-ex-dark-tranquillity-fredrik-johansson
Fonte: Facebook

Lutto nel mondo dell’heavy metal: Fredrik Johansson, l’ex chitarrista degli svedesi Dark Tranquillity, è morto lo scorso 25 gennaio a 47 anni dopo una battaglia di tre anni contro un cancro. “Uno di noi non c’è più.", così lo ha annunciato in un post su Facebook, il cantante Michael Stanne. I Dark Tranquillity sono fra i nomi più influenti della scena del cosiddetto Gothenburg sound, ovvero una versione del death metal con una maggiore attenzione della melodia e voci “pulite” che spesso affiancano il caratteristico "growl”.

“Si è unito ai Dark Tranquillity nel ’93, subito dopo la registrazione del nostro primo album “Skydancer“. Mi ha sostituito come chitarrista in modo che potessi concentrarmi sul canto, e con questo ha alzato l’asticella e fissato la rotta per quello che potevamo fare e volevamo essere. La sua influenza e la sua passione hanno avuto un impatto assolutamente enorme” scrive Stanne, ricordando il contributo di Johansson, che ha registrato con la band album importanti come “The Gallery”, “The Mind’s I” e lo sperimentale ”Projector”.

Fredrik era spietatamente divertente, acuto e molto intelligente, e poteva illuminare una conversazione con i suoi commenti incredibilmente positivi e arguti. Ma anche, con la stessa facilità, faceva a pezzi un argomento o un’opinione disinformata con una logica ben articolata e ben studiata. Il suo senso dell’umorismo e dell’avventura portava più spesso che mai a escursioni epiche nella stupidità e nella follia che mi mancheranno per sempre. Fredrik ha lasciato la band nel ’99 per concentrarsi sulla sua famiglia, ma è rimasto il nostro più grande fan e il nostro critico più feroce. Le sue intuizioni sulla direzione della nostra musica erano inestimabili e sapere che ha sempre ascoltato e si è preoccupato di ciò che ha contribuito a creare ha significato il mondo per noi [...] Vivere senza di te in questo mondo sarà radicalmente diverso e neanche lontanamente così interessante e curiosamente divertente come lo è stato con te. A nome di tutta la famiglia Dark Tranquillity, ti amiamo Fredrik e ci mancherai per sempre.”

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Scienze
12 ore
Nel cibo ultraprocessato l’insidia del declino cognitivo
In chi eccede, il peggioramento è mediamente del 28% più rapido. Lo indica uno studio coordinato dall’Università di San Paolo, in Brasile
Spettacoli
17 ore
Il ‘Boris Godunov’, una storia russa tra Puskin e Musorgskij
La stagione della Scala di Milano si apre con un’opera ancora attuale: la brama di potere, e la paura di perderlo, ritratte in prosa e, poi, in musica
Pensiero
22 ore
Perché il fascismo è nato in Italia
È il titolo di un notevole saggio appena pubblicato dagli storici Marcello Flores e Giovanni Gozzini. Spoiler: c’entra lo ‘sfarinamento’ dello Stato.
Società
1 gior
Perché (e come) parlare di emozioni a scuola con gli adolescenti
Nel libro ‘In media stat virtus’ idee e attività per l’educazione socio-emotiva negli anni formativi. Anna Bosia: ‘Strumento per docenti ma non solo’.
Scienze
1 gior
Più Covid e influenza in inverno? È (davvero) colpa del freddo
Scagionato lo stare di più al chiuso: uno studio statunitense dimostra che le basse temperature abbattono la prima linea di difesa immunitaria nel naso
Culture
1 gior
Come ‘Ritornare in sé’ (dialogo tra economia e filosofia)
Christian Marazzi e Fabio Merlini discutono gli effetti delle odierne forme di produzione di ricchezza sulle nostre vite, a partire dal libro del secondo
Spettacoli
1 gior
È morta Kirstie Alley, star di ‘Cheers’ e ‘Senti chi parla’
Aveva 71 anni e di recente aveva scoperto di essere malata di cancro. Con la serie tv conquistò il suo primo Emmy nel 1991
L’intervista
1 gior
Ma tu lo sai almeno cosa è uno stupro?
A colloquio con la scrittrice Valentina Mira, ospite di un incontro a Bellinzona dove si è discusso di violenza di genere e del concetto di vittima
Illustrazione
2 gior
Cesare Lombroso e la fissa per il cranio
La controversa figura del medico, antropologo e criminologo è raccontata dal volume illustrato di Stefano Bessoni. Ma non è un libro per bambini.
Letteratura
3 gior
Addio allo scrittore francese Dominique Lapierre
Autore del best-seller ‘La città della gioia’, dalla Francia all’India, raccontava gli ultimi. È morto all’età di 91 anni.
© Regiopress, All rights reserved