laRegione
lella-costa-al-sociale-nel-segno-di-franca-valeri
14.01.22 - 16:55

Lella Costa al Sociale nel segno di Franca Valeri

Martedì 18 gennaio per la rassegna com.x ‘La vedova Socrate’ scritto dalla grande signora del teatro italiano scomparsa nel 2020

Un passaggio di testimone tra due grandi protagoniste del teatro italiano: Lella Costa riprende da Franca Valeri, scomparsa nell’estate del 2020, lo spettacolo da lei scritto e interpretato ‘La vedova Socrate’, al Sociale di Bellinzona martedì 18 gennaio alle 20.45 per la rassegna Com.x.

Il monologo, liberamente ispirato a ‘La morte di Socrate’ di Friedrich Dürrenmatt, è concentrato di ironia e analisi sociale e ha per protagonista Santippe, la moglie del filosofo considerata una delle donne più insopportabili dell’antichità. Nello spettacolo la donna si sfoga per tutto quello che le hanno fatto passare gli amici di Socrate come Aristofane, Alcibiade ma soprattutto Platone. Neanche la vedovanza toglie a Santippe il diritto di emanare un giudizio onesto sul comportamento dei mariti, perché “la morte di un marito è un così grande dolore che nessuna donna ci rinuncerebbe”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
franca valeri lella costa teatro sociale
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
In Concorso
1 ora
Immagini dell’immondizia e di un’umanità persa
‘Matter Out of Place’ dell’austriaco Nikolaus Geyrhalter vs ‘Regra 34’ della brasiliana Julia Murat: emozioni contrastanti
Estate giallo-nera
3 ore
Borges, raccontare l’infamia per amore del coraggio
‘Storia universale dell’infamia’, sette storie di Jorge Luis Borges, che di scrivere racconti aveva tanta paura
Locarno 75
5 ore
La normalità non binaria dell’adolescente Robin
A colloquio con Trevor Anderson, tra i Cineasti del presente con ‘Before I Change My Mind’, uno dei film più sorprendenti di questa 75esima edizione
Locarno 75
7 ore
Non sapeva di sognare, Piazza Grande è un sogno che s’avvera
La regista Caterina Mona ci parla di ‘Semret’, suo primo lungometraggio proiettato mercoledì sera a Locarno. ‘Sentivo che era un film necessario’
L’intervista
10 ore
Suoni e visioni di Laurie Anderson
Così è motivato il Vision Award ritirato ieri in Piazza: ‘Niente nella musica, nel teatro, nel cinema, nella danza e nella videoarte sarà più lo stesso’
Locarno 75
17 ore
‘Semret’, in Piazza il peso dello stupro
Caterina Mona merita un applauso tutto suo per un film sincero, capace di dire dell’oggi, dei migranti che fatichiamo a vedere, apprezzare, custodire.
Locarno 75
1 gior
‘Sermone ai pesci’ è il canto di un’umanità sconfitta
Il film di Baydarov è fra le proposte di oggi in Concorso insieme a ‘Serviam - Ich will dienen’, dove si calpestano i sentimenti dei personaggi
Culture
1 gior
A proposito di Robert Walser
Dalle parole ‘walseriane’ Dino Buzzati lo spunto per raccontare il poeta e scrittore svizzero, che fu sempre matto o non lo fu mai
L’intervista
1 gior
Sophie Marceau e le donne ‘di tutti i tempi’
Era in Piazza con ‘Un femme de notre temps’. Convive pacifica col manifesto generazionale che la lanciò, crede nel lavoro ‘ma è più utile l’esperienza’.
Musica
1 gior
Addio a Lamont Dozier, leggenda del soul
Fu uno dei più grandi cantanti soul della Motown, è morto all’età di 81 anni. Suoi i brani più famosi delle Supremes
© Regiopress, All rights reserved