laRegione
jazz-cat-club-gran-finale-d-autunno-con-george-cables
George Cables
22.11.21 - 16:43
Aggiornamento: 23.11.21 - 12:37

Jazz Cat Club, gran finale d’autunno con George Cables

Il grande pianista ad Ascona lunedì 29 novembre assieme a Darryl Hall al basso, Jerome Jennings alla batteria e, ospite speciale, Piero Odorici al sax

Fraseggio elegante, tocco raffinato e percussivo, eccellente senso del blues, ricca vena compositiva fanno di lui uno dei più importanti pianisti storici oggi ancora in attività. George Cables sarà il protagonista dell’ultimo appuntamento d’autunno del Jazz Cat Club, per un concerto in programma lunedì 29 novembre alle 20.30 al Teatro del Gatto di Ascona. Presente in alcune delle più importanti band della storia del jazz dalla fine dei Settanta in avanti, Cables si presenta al ‘Gatto’ con Darryl Hall al basso, Jerome Jennings alla batteria e, ospite speciale, Piero Odorici al sax.

Classe 1944, di formazione classica, George Cables ha mosso i primi passi nell’ambiente jazz durante gli anni di studio al college, riuscendo ad adattare la tecnica alle necessità espressive del jazz fino a divenire uno dei pianisti più richiesti negli anni 70. A lui si sono rivolti Max Roach, Art Blakey (integrandolo nei Jazz Messangers nel 1969), Sonny Rollins, Joe Henderson, Freddie Hubbard, Dexter Gordon (dal 1977 al 1979), George Benson e altri ancora fra l’ottantina di grandi artisti, senza contare le formazioni che lo hanno visto come leader, trii e ensemble anche più ampi. E tra i grandi nomi, non ultimo è Art Pepper, con cui il pianista – fra il 1979 e il 1982 – registrò una serie di dischi considerati pietre miliari della storia del jazz moderno.

Sul palco, lunedì 29 novembre, ci saranno anche il bassista Darryl Hall, richiestissimo in tutto il mondo, già premio Thelonious Monk, e Jerome Jennings, batterista e band leader dalle collaborazioni stellari (Sonny Rollins, Hank Jones, The Count Basie Orchestra, Dee Dee Bridgewater, Wynton Marsalis, Christian McBride). Ospite della serata sarà Piero Odorici, affermato sax tenore italiano, sideman e band leader già ammirato al Jazz Cat nel 2010 con Cedar Walton. (Biglietti in vendita alla cassa serale dalle 19. Prenotazione raccomandata, preferibilmente scrivendo a info@jazzcatclub.ch o chiamando lo 078 733 66 12 in orari ufficio. Evento con Covid Pass o test negativo).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Locarno 75
5 ore
Canta in Piazza la lotta femminile di Annie Colère
Il film di Lenoir, in Piazza oggi, racconta le battaglie delle donne per il diritto all’aborto: una storia che invita alla rivolta cosciente e civile
Spettacoli
8 ore
Steve Martin dice addio alla carriera di attore
L‘attore ha alle spalle quasi 60 anni di carriera. Attualmente è impegnato nella serie televisiva ‘Only Murders in the Building’
Sostiene Morace
9 ore
Ma col domenicale in pausa estiva, io con chi faccio polemica?
Mancano gli affondi sulla ‘kultura’ e lo sperpero di soldi pubblici del Festival. Ma restando al cinema, quant’è bello ‘Last Dance’
Piazza Grande
11 ore
Il Pardo alla carriera a Costa-Gavras, poi ‘Annie Colère’
È il programma di questa sera, che dalla storia di Annie porta al noir d’esordio del grande regista, che ritira il suo premio
In Concorso
14 ore
Immagini dell’immondizia e di un’umanità persa
‘Matter Out of Place’ dell’austriaco Nikolaus Geyrhalter vs ‘Regra 34’ della brasiliana Julia Murat: emozioni contrastanti
Estate giallo-nera
15 ore
Borges, raccontare l’infamia per amore del coraggio
‘Storia universale dell’infamia’, sette storie di Jorge Luis Borges, che di scrivere racconti aveva tanta paura
Locarno 75
17 ore
La normalità non binaria dell’adolescente Robin
A colloquio con Trevor Anderson, tra i Cineasti del presente con ‘Before I Change My Mind’, uno dei film più sorprendenti di questa 75esima edizione
Locarno 75
20 ore
Non sapeva di sognare, Piazza Grande è un sogno che s’avvera
La regista Caterina Mona ci parla di ‘Semret’, suo primo lungometraggio proiettato mercoledì sera a Locarno. ‘Sentivo che era un film necessario’
L’intervista
23 ore
Suoni e visioni di Laurie Anderson
Così è motivato il Vision Award ritirato ieri in Piazza: ‘Niente nella musica, nel teatro, nel cinema, nella danza e nella videoarte sarà più lo stesso’
Locarno 75
1 gior
‘Semret’, in Piazza il peso dello stupro
Caterina Mona merita un applauso tutto suo per un film sincero, capace di dire dell’oggi, dei migranti che fatichiamo a vedere, apprezzare, custodire.
© Regiopress, All rights reserved