laRegione
finzi-pasca-torna-al-lac-con-nuda
Foto Ti-Press
25.10.21 - 19:15
Aggiornamento : 19:41

Finzi Pasca torna al Lac con ‘Nuda’

Presentata la nuova produzione della compagnia, tratta dal romanzo pubblicato nel 2014

Si torna al Lac per la nuova produzione della Compagnia Finzi Pasca: l’ultima volta, con il progetto ‘Luna Park’, il palco lo si raggiungeva passando da depositi e camerini, in un percorso carico di nostalgia per un mondo fatto di teatri, palazzetti, tournée, un mondo che la pandemia aveva bloccato. Oggi nella Sala Teatro del Lac si è entrati dalla Hall e, una volta preso posto, si è assistito a una breve anteprima di ‘Nuda’: il palco popolato di tubi di luce che reagiscono alla musica, due attrici iniziano a raccontare la loro storia, alternando scene surreali e tragiche, dietro di loro un attore-marionetta inizia a volare su un letto… È quella dimensione, al contempo onirica e familiare, ben nota a chi conosce il teatro di Finzi Pasca e che si ritroverà in versione completa a partire da domani al Lac, con repliche previste fino al 3 novembre (info: www.luganolac.ch).

Un ritorno – ha spiegato il cofondatore della compagnia Antonio Vergamini finito “l’assaggio” di spettacolo – non deve far dimenticare che «la situazione non è ancora tornata quella di prima». Le difficoltà sono quelle che chi frequenta il mondo della cultura conosce purtroppo bene: incertezza su quel che sarà la situazione nelle prossime settimane e mesi, misure sanitarie che riducono l’operatività, difficoltà a viaggiare e organizzare tournée ancora di più se, come capita appunto alla Compagnia Finzi Pasca, si ragiona oltre i confini europei. «Siamo arrivati anche al punto di pensare di chiudere perché era impossibile anche solo fare un passo» ha aggiunto la compositrice delle musiche di ‘Nuda’ e cofondatrice Maria Bonzanigo. «Rispetto a prima della pandemia, la compagnia è ridotta a un terzo: speriamo di poter presto ricostituire la compagnia come era, anche per poter riprendere vecchi spettacoli di cui era prevista la tournée: il lavoro è tanto ma c’è una bella luce davanti a noi».

Un accenno alle produzioni ferme lo ha fatto il cofondatore della compagnia Hugo Gargiulo che si è occupato della bella scenografia di ‘Nuda’: il già citato ‘Luna Park’, la cui tournée si è trasformata in un riallestimento a San Pietroburgo sotto la supervisione artistica della compagnia, poi l’intenso ‘52’ di Pablo Gershanik che dopo il debutto al Teatro dell’Architettura di Mendrisio doveva andare in Messico, un’opera a Pechino che è rimandata a chissà quando e anche quello che è stato realizzato, come ‘Les contes d’Hoffmann’ di Offenbach per l’opera di Amburgo, ha avuto non pochi problemi. «Non si sapeva in che forma saremmo potuti andare in scena: se con il cast completo o no, se con distanze o mascherine, se con il pubblico o in streaming… tutto questo porta un’enorme difficoltà nel momento di creare».

Torniamo a ‘Nuda’ e a quest’anno non ancora normale che però si vuole rendere, parole di Vergamini, «il più importante possibile». Lo spettacolo – una coproduzione internazionale con partner, insieme al Lac, anche il Cechov festival dove andrà nel 2023, il Théâtre Kléber-Méleau di Losanna, la storica compagnia italiana Gli Ipocriti Melina Balsamo, Fondazione Teatro della Toscana e il Festival Cervantino in Messico – riprende il materiale del romanzo che Daniele Finzi Pasca ha pubblicato nel 2014 con la casa editrice ticinese Abendstern. «Un piccolo romanzo che sono riuscito a mettere insieme grazie a Claudia Lafranchi che ha visto tutti questi miei appunti e ha deciso di aiutarmi in questa avventura» ha ricordato Daniele Finzi Pasca. La storia è quella di due gemelle cresciute in una famiglia “eccentrica”. ‘Nuda è un adattamento del romanzo «partito due anni fa per essere uno spettacolo di tutta la compagnia, di tutti i talenti che ne fanno parte: lo abbiamo rimandato e rimandato e ora siamo arrivati a questa versione della quale siamo molto contenti». In scena, a portare «quelle leggerezza di cui c’è sempre bisogno, ma in certi momenti ce n’è forse ancora più bisogno», Melissa Vettore, Beatriz Sayad, Jess Gardolin, Micol Veglia e Francesco Lanciotti. «Voi che siete di casa capirete che si raccontano delle cose “di qua”: noi abbiamo questa passione per raccontare quello che conosciamo, quello che sappiamo, quello che siamo… e voi le capirete meglio degli altri spettatori che poi, in giro per il mondo, vedranno questo spettacolo» ha concluso Daniele Finzi Pasca.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
finzi pasca teatro
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
8 min
‘Sbalorditivo’ il concerto virtuale degli Abbatar
Promossa dai media britannici la reunion londinese Abba Voyage della band svedese
Culture
4 ore
Addio ad Antonio Pelli, voce della ‘Domenica popolare’
Si è spento all’età di 73 anni, 33 dei quali trascorsi tra l’informazione e l’intrattenimento, rigorosamente radiofonico
Spettacoli
12 ore
È morto il batterista degli Yes Alan White
Lo annunciano su Twitter la famiglia e la band. White ha fatto parte del gruppo progressive rock britannico per quasi quarant’anni
La recensione
16 ore
La ‘Danger zone’ di Top Gun
Al netto di piccole, inevitabili sbavature, ‘Top Gun: Maverick’ è un sequel divertente e spettacolare. Anche la nostalgia per gli anni Ottanta è benvenuta
Musica
23 ore
Depeche Mode in lutto: è morto il tastierista Andy Fletcher
Fondatore insieme a Martin Gore e David Gahan della band synth pop britannica, aveva sessant’anni. L’annuncio sui canali ufficiali della band britannica
Sulla croisette
1 gior
Cannes, Elvis e gli altri
Quello di Luhrmann su Elvis Presley è un biopic non sempre convincente; straordinario è ‘Tori e Lokita’ dei fratelli Dardenne; delude Claire Denis
Arte
1 gior
Mario Comensoli, c’erano una volta gli uomini in blu
Per i cent’anni dell’artista, lo Spazio Officina ospita, dal 29 maggio al 24 luglio 2022, le opere dedicate agli immigrati italiani
Naufraghi.ch
1 gior
Il massimo di diversità nel minimo spazio
‘Un Occidente prigioniero’, due saggi di Milan Kundera appena riuniti in volume da Adelphi
Spettacoli
1 gior
È morto l’attore Ray Liotta
Recitò in ‘Quei bravi ragazzi’ di Scorsese e molti altri film. Prossimo alle nozze, sarebbe deceduto nel sonno nella Repubblica Dominicana
Musica
1 gior
Joya Marleen regina degli Swiss Music Awards
Tre candidature e tre riconoscimenti per la 19enne cantautrice di San Gallo. En plein (due su due) anche per Kunz. Tribute Award postumo a Endo Anaconda
© Regiopress, All rights reserved