laRegione
Musica
13.10.21 - 10:42
Aggiornamento: 14:49

‘Fine’, il primo singolo dei ticinesi Neebian

Tra cantautorato e sonorità filo-Oasis, cantano una conversazione intima con il proprio sé, in un brano che ha il vestito del pop ben curato

fine-il-primo-singolo-dei-ticinesi-neebian
Neebian al completo

Traggono ispirazione dalla musica cantautorale di Damien Rice, Tracy Chapman e Glen Hansard, oltre che dalle sonorità brit pop degli Oasis. Cantano in lingua inglese, ma sono ticinesi. Dopo mesi di prove, interrotte dalla pandemia, i Neebian pubblicano il loro primo singolo intitolato ‘Fine’, canzone che parla di autosabotaggio, e della presa di consapevolezza che il più grande nemico vive dentro di noi. ‘Fine’, conversazione intima con il proprio sé che ha il vestito del pop ben curato, è ascoltabile qui: https://mx3.ch/neebian

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Culture
21 min
Gabriele Nissim, il ‘Giorno della Memoria’ non sia una trappola
Nella Giornata che ricorda la Shoah, l’ideatore dei ‘Giardini dei Giusti’: ‘Ricordare non basta se non ci si impegna contro tutti i genocidi’
Scienze
17 ore
Anche le formiche nel loro piccolo s’inca**ano: colpa del clima
Uno studio austriaco su colonie di formiche da Svizzera, Austria, Francia e Italia dimostra che quelle in arrivo dalle zone più calde sono più aggressive
Figli delle stelle
21 ore
Maestro, che ne pensa dei Måneskin?
Måneskin, ‘Rush!’ - ★★★★✩ - Per Uto Ughi sono ‘un’offesa alla cultura e all’arte’, ma il mondo della musica classica (almeno una parte di esso) è cambiato
Spettacoli
22 ore
‘Kokoschka’ e Alma Mahler, di amore e ossessione (e stranezze)
Al Sociale sabato 28 il nuovo spettacolo della compagnia ticinese Opera retablO, ispirata alla relazione tra il pittore austriaco e la vedova di Gustav
Jazz Cat Club
22 ore
Strino-Tandoi, Napoli incontra Roma e lo swing diventa solare
Una pianista e una chitarrista accomunate dall’amore per lo swing e per la melodia, venerdì 27 gennaio al Teatro del Gatto. Intervista a Francesca Tandoi
Giornate del cinema
1 gior
‘Until Branches Bend’, c’è un po’ di Ticino nel Prix de Soleure
Prodotto dalla luganese Cinédokké, al film della regista svizzero-canadese Sophie Jarvis è andato il premio più importante di Soletta
La recensione
1 gior
Gabriele Lavia e i sonagli pirandelliani
Nato a Milano con profonde radici sicule, l’80enne Lavia è il Ciampa sornione del ‘Berretto a sonagli’ visto al Lac (tra alcuni ‘ooh’ di meraviglia)
Cinema
1 gior
Shirin Neshat dalla terra dei sogni
Fra critica sociale ed esperienza personale arriva nelle sale ticinesi ‘Land of Dreams’ dell’artista iraniana. Dal 26 gennaio all’Iride e all’Otello
Società
2 gior
‘Esserci’. L’impronta di Mario Timbal alla Rsi
Il bilancio del direttore su cosa è cambiato e cosa ancora potrebbe cambiare, tra nuovi programmi, successi, critiche e grattacapi politici
Cinema
2 gior
Oscar, 11 nomination per ‘Everything Everywhere All at Once’
In testa gli universi alternativi della coppia Kwan-Scheinert. Segue ‘Gli spiriti dell’isola’. Spielberg vede la terza statuetta; John Williams la sesta
© Regiopress, All rights reserved