laRegione
rock-believer-un-album-e-un-tour-per-i-50-anni-degli-scorpions
Keystone
Gli Scorpions in concerto nel 2009
01.10.21 - 14:26
Ansa, a cura de laRegione

‘Rock Believer’, un album e un tour per i 50 anni degli Scorpions

La band tedesca annuncia l’uscita del 19esimo disco a sei anni di distanza dall’ultimo. Saranno in concerto a Zurigo il 22 maggio e all’Arena di Verona il 23

Gli Scorpions hanno annunciato un nuovo album e un tour mondiale per il prossimo anno. Il 19º album della carriera della rock band si intitola “Rock Believer” e sarà pubblicato l’11 febbraio 2022, al quale farà seguito un imponente tour mondiale. Il primo singolo “Peacemaker” è in arrivo alla fine di ottobre. La band ha trascorso molto tempo insieme in studio ad Hannover durante la pandemia, ricreando quell’energia unica che l’ha sempre contraddistinta.

“L’album è stato scritto e registrato nello stile classico degli Scorpions, con composizioni di Schenker/Meine. Siamo davvero tornati all’essenza della musica che ci ha caratterizzati fin dall’inizio”, racconta il frontman Klaus Meine, che aggiunge anche come i nuovi brani possiedano una freschezza e un fervore unici: “Abbiamo registrato questo disco come una band, live, in un’unica stanza, come si faceva negli anni 80. Non vediamo l’ora di ripartire e suonare per i nostri fan, di nuovo”. L’ex batterista dei Mötorhead Mikkey Dee ha completato e dato forma - per la prima volta - al sound leggendario degli Scorpions.

Il 2022 è l’anno in cui la band festeggerà il 50º anniversario dall’uscita del primo disco il 22 gennaio del 1972 e sarà celebrato con il “Rock Believer World Tour” che include anche una Residency a Las Vegas al Planet Hollywood Hotel & Casino dal 26 marzo al 16 aprile 2022 e una serie di date in Europa che vedranno la band esibirsi anche in Svizzera il 22 maggio all’Hallenstadio di Zurigo e in Italia il 23 maggio 2022 all’Arena di Verona. “Ci siamo divertiti così tanto a registrare il nuovo disco che non vediamo l’ora di suonare di nuovo dal vivo!”, racconta Matthias Jabs. “Non siamo mai rimasti fermi così a lungo tra un tour e l’altro come durante la pandemia. Ora non vediamo l’ora di tornare a esibirci!”, precisa Klaus Meine. Il fondatore e chitarrista degli Scorpions, Rudolf Schenker, aggiunge: “Ho già i brividi dall’emozione di suonare nuovamente il prossimo anno di fronte a centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, presentando live le canzoni del nuovo album. Questo disco e questo nuovo tour sono qualcosa di molto speciale all’interno della nostra carriera”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
rock believer scorpions
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
IL RACCONTO
54 min
Pomeriggio valdostano
Una passeggiata racconto fra le opere degli espressionisti svizzeri in mostra al Museo Archeologico Regionale di Aosta
L’INCONTRO
2 ore
Per fare cinema: trovare la propria strada e lottare
Kelly Reichardt, la regista ‘libera e coraggiosa’ è stata insignita del Pardo d’onore. Testimone della contemporaneità, narratrice in punta di piedi.
Spettacoli
3 ore
Boom di spettatori al Locarno Film Festival: +60,4%
Si chiude positivamente il bilancio della 75ma edizione del Festival del cinema: 128’500 gli spettatori complessivi alle proiezioni
Scienze
3 ore
Pensare stanca, fa accumulare sostanze tossiche nel cervello
Per i ricercatori vale il vecchi rimedio: riposare e dormire. ‘Ci sono molte prove che indicano che il glutammato viene eliminato durante il sonno’
Pardo Verde Wwf
6 ore
Un premio non si rifiuta mai: vince ‘Matter Out of Place’
Il documentario di Nikolaus Geyrhalter conquista il Pardo Verde Wwf come opera che meglio affronta una tematica ecologica
Scienze
8 ore
Le ondate di calore pesano su corpo e mente
Dopo Covid-19 e guerra in Ucraina, le temperature eccessive minano la salute (anche psicologica) delle persone
Scienze
20 ore
La Luna ha ereditato dei gas nobili dalla Terra
La scoperta dei ricercatori del Politecnico di Zurigo premette di comprendere meglio la formazione del nostro satellite
Locarno 75
1 gior
Il Pardo d’oro è brasiliano: vince ‘Regra 34’ 
Quello diretto da Julia Murat è il Miglior film; Premio speciale Giuria a ‘Gigi la legge’; Pardo a ‘Tengo sueños eléctricos’, regia e interpretazioni
In concorso
1 gior
Abbas Fahdel e la piccola storia che diventa grande
Il martoriato Libano in ‘Hikayat elbeit elorjowani’, l’epifania cinematografica del regista franco-iracheno-libanese
Piazza Grande
1 gior
Il dolore per il Bataclan si rinnova
Nel giorno dell’accoltellamento di Salman Rushdie, ‘Vous n’aurez pas ma haine’ riapre ferite, ma Kilian Riedhof riduce un attentato a un fatto privato
© Regiopress, All rights reserved