laRegione
Cinema
24.07.21 - 20:00
Aggiornamento: 25.07.21 - 18:11

L'Africa trionfa ancora a Friburgo: vince 'La Nuit des Rois'

Il 35esimo Festival internazionale del film di Friburgo (Fiff) incorona la fiaba ivoriana di Philippe Lacôte

l-africa-trionfa-ancora-a-friburgo-vince-la-nuit-des-rois
Da ‘La Nuit des Rois’ di Philippe Lacôte (www.fiff.ch)

Per la seconda edizione consecutiva, il Fribourg International Film Festival (Fiff) assegna il suo premio più prestigioso a un film africano. Il lungometraggio ivoriano ‘La Nuit des Rois’ di Philippe Lacôte (Costa d'Avorio, Francia, Canada, Senegal), favola politica di bellezza shakespeariana, riceve il Grand Prix della 35esima edizione. Il Premio Speciale della Giuria è andato alla sorprendente black comedy ‘Bad Christmas’ di Gastón Portal (Argentina, Uruguay), e il Premio per il miglior cortometraggio internazionale alla buffa storia iniziatica in stile western ‘Monsters Never Know di Yang Ming’ (Cina). Il team organizzativo stima la partecipazione di questa 35esima edizione a quasi 33mila spettatori. Il Fiff si congeda domani, domenica 25 luglio, con una giornata dedicata ai film premiati e la distribuzione online di una quindicina di film.

Durante la cerimonia di chiusura, la giuria ha sottolineato l'estrema vaerità dei film in Concorso, che si riflette nella lista dei premi. Dalla favola africana vincitrice al natalizio umorismo nero del Premio Speciale della Giuria al dramma intimo sul tema dell'adozione, ‘True Mothers’ di Naomi Kawase. O come ‘Quo vadis, Aida?’ di Jasmila Žbanic, un omaggio alle vittime e ai sopravvissuti al massacro di Srebrenica oggetto di una commovente regia premiata da due premi appositi: il Comundo Youth Jury Prize e l'Audience Award. La cerimonia di premiazione è stata seguita dalla proiezione a sorpresa del film ‘Aline’, fiction ispirata alla vita di Celine Dion, prima svizzera della versione rinnovata che la regista Valérie Lemercier ha presentato a Cannes la scorsa settimana, quattro mesi prima dell'uscita nelle sale elvetiche.
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
1 ora
Gospel Voices Family a Losone per aprire ‘Gospel & Spirituals’
Oggi, giovedì 8 dicembre, alle 17 nella Chiesa di San Lorenzo, il quintetto misto di cantanti afroamericani. La rassegna proseguirà fino al 30 dicembre
Scienze
19 ore
Nel cibo ultraprocessato l’insidia del declino cognitivo
In chi eccede, il peggioramento è mediamente del 28% più rapido. Lo indica uno studio coordinato dall’Università di San Paolo, in Brasile
Spettacoli
1 gior
Il ‘Boris Godunov’, una storia russa tra Puskin e Musorgskij
La stagione della Scala di Milano si apre con un’opera ancora attuale: la brama di potere, e la paura di perderlo, ritratte in prosa e, poi, in musica
Pensiero
1 gior
Perché il fascismo è nato in Italia
È il titolo di un notevole saggio appena pubblicato dagli storici Marcello Flores e Giovanni Gozzini. Spoiler: c’entra lo ‘sfarinamento’ dello Stato.
Società
1 gior
Perché (e come) parlare di emozioni a scuola con gli adolescenti
Nel libro ‘In media stat virtus’ idee e attività per l’educazione socio-emotiva negli anni formativi. Anna Bosia: ‘Strumento per docenti ma non solo’.
Scienze
1 gior
Più Covid e influenza in inverno? È (davvero) colpa del freddo
Scagionato lo stare di più al chiuso: uno studio statunitense dimostra che le basse temperature abbattono la prima linea di difesa immunitaria nel naso
Culture
2 gior
Come ‘Ritornare in sé’ (dialogo tra economia e filosofia)
Christian Marazzi e Fabio Merlini discutono gli effetti delle odierne forme di produzione di ricchezza sulle nostre vite, a partire dal libro del secondo
Spettacoli
2 gior
È morta Kirstie Alley, star di ‘Cheers’ e ‘Senti chi parla’
Aveva 71 anni e di recente aveva scoperto di essere malata di cancro. Con la serie tv conquistò il suo primo Emmy nel 1991
L’intervista
2 gior
Ma tu lo sai almeno cosa è uno stupro?
A colloquio con la scrittrice Valentina Mira, ospite di un incontro a Bellinzona dove si è discusso di violenza di genere e del concetto di vittima
Illustrazione
3 gior
Cesare Lombroso e la fissa per il cranio
La controversa figura del medico, antropologo e criminologo è raccontata dal volume illustrato di Stefano Bessoni. Ma non è un libro per bambini.
© Regiopress, All rights reserved