laRegione
c-e-un-po-di-new-orleans-al-calanca-jazz-festival
 James Andrews (sx) e Frank Salis
Open-air
21.07.21 - 22:26

C'è un po' di New Orleans al Calanca Jazz Festival

Sabato 24 e domenica 25 luglio, James Andrews con Frank Salis, Daniel Macullo e Marco Cuzzovaglia. Completano il cast Orkestra Sbilenka e Two Souls

“Laissez le bon temps rouler” dicono a New Orleans, un invito ad abbandonare temporaneamente i problemi e a fare festa. Sarà l'attitudine del nuovo Calanca Jazz Festival, in programma sabato 24 e domenica 25 luglio, con le influenze locali, italiane e, soprattutto, d'oltreoceano: nella cornice naturale del Comune di Rossa approderà infatti uno dei musicisti più amati di New Orleans, il trombettista e cantante James Andrews, detto anche ‘Satchmo of the Ghetto’, accompagnato per l’occasione dalla Island Band, al secolo Frank Salis all’organo Hammond, Daniel Macullo alla chitarra e Marco Cuzzovaglia alla batteria. Andrews & Island Band suoneranno sabato e domenica, sempre dalle 14 alle 16. A precederli, di sabato 24, l'Orkestra Sbylenka, formazione italiana composta da Fabio Koryu (voce e ukulele), Beppe Boron (alto sax), Gilberto Tarocco (sax baritono) e Sandro di Pisa (chitarra), prevista dalle 12 alle 13.30; alla stessa ora, di domenica 25, e sempre dall'Italia, Two Souls, trio formato da Erica De Lazzari (voce), Luca Pasqua (chitarra), Matteo Balani (basso)

Classe 1969, intrattenitore nato, James Andrews è il nipote del celebre Jesse Hill, uno dei primi grandi cantanti dello stile R&B, fratello maggiore (e mentore) di Trombone Shorty e cugino di Glen David Andrews. Cresciuto nel quartiere di Tremé, ha seguito sin da ragazzino l'abituale cammino dei musicisti della città del delta, suonando in diverse brass band (Tremé, Young Olympia, New Birth), nell’orchestra di Danny Barker, prima di fondare la propria band, la Crescent City Allstars, con la quale ha registrato l’album ‘Satchmo of the Ghetto’ prodotto da Allen Toussaint e con la partecipazione di Dr. John. Andrews è anche apparso, interpretando se stesso, in tre episodi della fortuna serie ‘Treme’, realizzata dalla HBO.

Ad affiancarlo, due artisti grigionesi di talento, il chitarrista Daniel Macullo e, all’organo Hammond, Frank Salis, che negli ultimi anni, attraverso il promoter Nicolas Gilliet, ha respirato l'aria e la musica di New Orleans, suonando e frequentando molti dei suoi musicisti. E proprio a New Orleans, Salis ha inciso il disco intitolato ‘Frank Salis Meeets Michael Watson’. Di Salis è atteso a breve anche il secondo lavoro, con nuovi ospiti del calibro di John Boutté, Andres Osborne e altri.

I concerti hanno luogo nella zona Moscendrin a Rossa, in Val Calanca, con ampi spazi per posteggi a disposizione. L’evento avrà luogo con qualsiasi tempo nella stessa zona; in caso di bel tempo i concerti si terranno all’aperto mentre in caso di pioggia è garantita la copertura del pubblico grazie a tendoni. Sito ufficiale: www.calancajazz.ch.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
calanca jazz festival daniel macullo frank salis james andrews new orleans
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Danza
32 min
Manca poco al Lugano Dance Project
Tra mercoledì 25 e domenica 29 maggio, Lugano si trasforma nella città della danza
Spettacoli
1 ora
Dagli Aphrodite’s Child a ‘Blade Runner,’ addio a Vangelis
Il compositore greco, autore di celebri colonne sonore e tastierista della band prog-rock con Demis Roussos è morto oggi a 79 anni
Cannes 75
2 ore
Tom Cruise inonda il cielo sulla Croisette
Era il giorno di ‘Top Gun: Maverick’, ma anche del Bellocchio di ‘Esterno notte’, Aldo Moro diventato serie. E di due film in concorso non ‘globalizzati’
Arte
6 ore
L’aridità andina del fotografo Gian Paolo Minelli
Alla Polus di Balerna fino al 9 giugno ‘Aridez’, progetto scaturito da un lungo viaggio sulle Ande
L’intervista
8 ore
Dodi Battaglia, ‘Inno alla musica’ e ai Beatles (Days)
Stasera a Bellinzona in Piazza del Sole, l’ex Pooh tra grandi successi e brani del nuovo album. ‘Quando sul palco mi volto, vedo ancora Stefano’
Musica
21 ore
Cyrille Aimée, gran finale di stagione al Jazz Cat Club
Dopo ben tre rinvii, lunedì 23 maggio ad Ascona per chiudere la 14esima stagione
Cinema
1 gior
Cannes festeggia i suoi 75 anni inneggiando al cinema
Brillano ‘Coupez!’ di Michel Hazanavicius, scelto da Thierry Fremaux per inaugurare l’edizione, e ‘For the Sake of Peace’, prodotto da Forest Whitaker
Culture
1 gior
La vita in fuga di Ulas Samchuk, la morte per fame dell’Ucraina
Un contributo di Carlo Ossola sul romanzo del 1934 ‘Maria. Cronaca di una vita’, la cui traduzione italiana sarà presentata giovedì 19 maggio al Lac
Spettacoli
1 gior
Netflix licenzia per far fronte al rallentamento della crescita
Si tratta di circa 150 dipendenti, la maggior parte negli Usa. Poche settimane fa l’azienda aveva annunciato per la prima volta una perdita di abbonati.
Spettacoli
2 gior
Il ticinese Nolan Quinn vince lo Swiss jazz award
Il premio gli verrà conferito il 25 giugno nell’ambito della 38esima edizione di JazzAscona
© Regiopress, All rights reserved