laRegione
da-brahms-a-morricone-le-musiche-del-sestetto-linz
Spettacoli
08.08.20 - 17:200

Da Brahms a Morricone, le musiche del sestetto Linz

Intervista a Nikolay Shugaev, violoncellista e fondatore dell’ensemble in concerto sabato a Gentilino

Sabato 8 agosto alle 20.30 alla chiesa Sant’Abbondio di Gentlino-Montagnola, avrà luogo un concerto estivo con il Sestetto d'archi LInz. Sarà l’unico “superstite” dei 15 eventi programmati da Ceresio Estate che quest’anno sono stati annullati a causa la pandemia, ed è stato reso possibile grazie alla disponibilità del comune di Collina d’Oro e del Museo Hermann Hesse Montagnola.

Nikolay Shugaev, violoncellista e fondatore dell’Ensemble, ha risposto ad alcune domande.

Nikolay, so che volevi passare, insieme alle tua famiglia, alcuni giorni di vacanze con i tuoi genitori a Mosca a inizio marzo – ma poi è capitata la pandemia e siete rimasti bloccati là in quarantena e isolamento per 4 mesi. Come hai vissuto il lockdown?

Infatti non era prevedibile una situazione del genere, cioè che non avremmo, per tanto tempo, più fatto concerti né messo piede nel nostro appartamento a Como. Ma non avendo scelta abbiamo fatto di necessità virtù e così abbiamo passato questo periodo imparando cose nuove: nel campo musicale, io e mia moglie (violista e membro pure lei del complesso Linz) abbiamo studiato pezzi nuovi, abbiamo sperimentato nuovi stili, anche improvvisazioni, provato ad andare oltre i confini canonici e accademici. Abbiamo anche letto libri nuovi, scoperto giochi nuovi e cucinato ricette nuove con i nostri bambini….Potrebbe sembrare poco, ma per le circostanze sono abbastanza soddisfatto del risultato.

Questo è dunque il tuo primo concerto dopo il lockdown?

No, sono stato fortunato poiché tutta una serie di concerti in Danimarca programmata per fine luglio non sia stata disdetta e di aver trovato i biglietti per l’aereo all’ultimo momento! Lì ho suonato per la prima volta un concerto di Vivaldi in “stile barocco” con orchestra: una sfida interessantissima per me. Inoltre, insieme ai miei favolosi colleghi, ho suonato dei Trii e Quartetti di Beethoven e la Sinfonia Concertante di Mozart.

E come hai scelto i colleghi per questo concerto a Gentilino?

Per questo progetto ho scommesso sull’Ensemble Linz. Siamo veri amici, come parenti, respiriamo insieme, ci capiamo al volo, anche se ci piace pure discutere su dettagli di stile e colori… Lo “zoccolo duro” del complesso è un trio d’archi composto dal violinista Anton Jablokov di Bellinzona, da mia moglie Anastasia Shugaevaalla viola e da me al violoncello. Suoniamo insieme da anni da quando abbiamo studiato al Conservatorio della Svizzera italiana. Possiamo per esempio “allargarci” a quartetto con pianoforte o a Sestetto d’archi come in questo caso, dove ci affianca una coppia dall’Olanda, Sofie Sunnerstam (violino) e Willem Stam(violoncello), nonché un membro dell’Osi, Andriy Burko (viola). È un ensemble molto ricco di colori: con 2 violini, 2 viole e 2 violoncelli sviluppiamo un suono quasi orchestrale!

Ci puoi dire due parole sul programma? 

Sabato suoneremo una delle composizioni più celebri ed emozionanti per questo tipo di formazione, il Sestetto no.1 di Brahms, che il compositore ha scritto a 27 anni e più o meno esplicitamente dedicato a quella che – stando al gossip dei musicologi – è stata la sua grande passione amorosa: Clara Schumann. La seconda parte della serata invece si avvicinerà alla “musa leggera”: vi divertiremo con famose melodie come la tarantella da “Souvenir de Florence” di Tchaikovsky, “Summertime” di Gershwin, le “Danze Rumene” di Bartok, dei Tanghi di Piazzolla e Gardel… e non potevano mancare alcune delle intramontabili colonne sonore di Rota e Morricone.

Prossimi impegni?

Tante cose (meno male!), coronavirus permettendo. Avrò una serie con il doppio concerto di Brahms con violinisti diversi, alcuni recital in Germania con il pianista Nikolai Tokarev con cui registreremo anche un CD per Universal Corea. Faremo pure un CD dei concerti per violoncello e orchestra di Ghedini, Malipiero e Casella con l’orchestra Rostov Sinfonia e il giovane e straordinario direttore Valentin Uryupin.

Ingrandisci l'immagine
TOP NEWS Culture
Spettacoli
7 ore
La chanson française piange Juliette Gréco
L'icona transalpina si è spenta oggi all'età di 93 anni. Era nata il 7 febbraio 1927 a Montpellier
Musica
7 ore
Cifre da capogiro per Georges Brassens all'asta
Ventidue manoscritti originali del gigante della canzone francese battuti da Arturial a cinque volte la cifra stimata
Culture
8 ore
Chiasso: a proposito di confine, un convegno
'Il confine italo-svizzero in epoca globale. Spunti per una riflessione sul futuro delle aree di confine', venerdì 25 settembre dalle 15.30 alle 18 allo Spazio Officina.
Scienze
12 ore
Iss costretta a una manovra per evitare i rifiuti spaziali
Il rottame di un razzo giapponese del 2018, andato in pezzi l'anno scorso, sfiora la Stazione Spaziale Internazionale
Musica
13 ore
Vent'anni di The Vad Vuc due volte al Sociale
Ancora pochi biglietti per venerdì 25 e sabato 26 settembre, live che riassume 'un pezzo di strada vadvucchiana'. E ci saranno davvero tutti...
Arte
1 gior
Immersi nella Vienna di Gustav Klimt
Apre al Palacinema di Locarno Klimt Experience, mostra multimediale e immersiva dedicata all'artista viennese. Ma con qualche limite
Scienze
1 gior
Un nuovo fascio di luce potrebbe uccidere il Sars-Cov-2
A individuarlo è stato uno studio dei ricercatori dell'Università di Hiroshima sull'uso della luce ultravioletta C (Uvc)
Arte
1 gior
Oscar Andrea Braendli, singolarità di un artista
Alla Biblioteca cantonale di Bellinzona, il 24 settembre, una selezione di acquerelli dell'artista di origini elvetiche vissuto tra Milano, Zurigo e il Luganese
Cinema
1 gior
'Nomadland', dopo Venezia anche Toronto
La pllicola di Chloé Zhao, con Frances McDormand nel ruolo della nomade Fern, conquista la 45esima edizione del Festival canadese
Libri
1 gior
'Scritture di lago', Fazioli e Bernasconi finalisti
Il concorso letterario premierà i suoi vincitori sabato 28 novembre nella Sala Bianca del Teatro Sociale di Como
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile