laRegione
KHACHANOV K. (RUS)
1
NADAL R. (ESP)
3
fine
(3-6 : 2-6 : 6-3 : 1-6)
clima-prima-preoccupazione-per-i-giovani-svizzeri
Keystone
02.07.21 - 17:330

Clima prima preoccupazione per i giovani svizzeri

Il cambiamento climatico è l'inquietudine numero uno per gli under 26 in Svizzera. Meno in altri Paesi

È il cambiamento climatico la più grande sfida per l'umanità secondo i giovani svizzeri. La questione ambientale li preoccupa più dei coetanei che vivono in altri Paesi, mette in luce un'inchiesta della società di consulenza Deloitte.

All'interno della fascia d'età 27-38 anni, due su cinque ritengono il cambiamento climatico l'inquietudine numero uno. In quella 18-26, la percentuale sale fino al 50%, si legge nel sondaggio divulgato oggi.

A livello internazionale invece i valori cambiano un po', pur se il riscaldamento del pianeta si piazza al primo posto nel secondo gruppo citato e al terzo nel primo. Nella categoria 27-38 anni è però battuto sia dalla sanità sia dalla prevenzione delle malattie.

Chi ha questa età in Svizzera inoltre ha meno fiducia nell'economia rispetto a chi abita altrove. Si mostra infatti più critico nei confronti delle attività delle aziende in relazione a società e ambiente. I giovani sono poi nettamente più scettici che negli anni precedenti riguardo alla situazione economica del Paese per i prossimi dodici mesi.

Stando all'inchiesta, la pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto minore sulla vita dei giovani svizzeri in confronto ad altre nazioni. La solidarietà fra persone ne ha risentito, risultando meno spiccata.

Al contrario, nella Confederazione ci si lamenta di più della mancanza di attenzione dei datori di lavoro al benessere psicologico degli impiegati durante la crisi. Il dito viene puntato sull'assenza di piani specifici per aiutare il personale a fronteggiare gli effetti a lungo termine del coronavirus.

Deloitte si occupa di tastare il polso alla categoria 27-38 anni da oltre un decennio. In questo lasso temporale, evidenzia Veronica Melian, responsabile della sezione elvetica della società di consulenza, i valori fondamentali non sono mutati: "I giovani hanno conservato il loro idealismo e si sforzano sempre di creare un mondo migliore".

Deloitte ha interrogato 14'600 persone fra i 27 e i 38 anni e 8200 fra i 18 e i 26 in 45 Paesi. In Svizzera il primo gruppo contava 300 individui, il secondo 100.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Scienze
3 ore
Omicron è più dura a morire: vive fino a 8 giorni nell’ambiente
Uno studio svela una peculiarità della variante che potrebbe aiutare a spiegarne la rapida diffusione: resiste all’esterno più a lungo delle altre
Spettacoli
6 ore
È morto Meat Loaf
Il rocker americano, autore di successi come ‘I’d do anything for Love’ si è spento a 74 anni
Musica
9 ore
Rettore-Ditonellapiaga, una questione spudoratamente ‘Chimica’
No-vax, suore, Lucio Dalla, muri di abbattere e parità: nella conferenza di presentazione del duetto sanremese è Rettore show
Musica
14 ore
Addio a Elza Soares, cantante brasiliana del millennio
Così la definì la Bbc nel 1999. Per il Rolling Stone, fu tra le cento più grandi voci della storia della musica brasiliana.
Festival di Sanremo
17 ore
Sanremo: i duetti del venerdì, da De André a... Britney Spears
In un range che va da ‘Nella mia ora di libertà’ (ospite Capossela) a ‘Baby One More Time’ (sic), a tema ’60, ’70, ’80 e ’90
Cinema
22 ore
Addio Camillo Milli, presidente della Longobarda e Megadirettore
Formatosi con Strehler, poi a fianco di Fo, è stato uno dei protagonisti della commedia italiana. Recitò ne ‘Il marchese del Grillo’ di Monicelli
Culture
22 ore
La cultura ticinese nel cinema svizzero ha un nuovo alleato
Presentato alle Giornate di Soletta un fondo nazionale per sostenere i film legati al Sud delle Alpi. Ne abbiamo parlato col regista Niccolò Castelli.
Locarno Film Festival
1 gior
Locarno75, la Retrospettiva è dedicata a Douglas Sirk
Una rilettura del regista tedesco a 35 anni dalla sua scomparsa avvenuta in Ticino. A colloquio con Roberto Turigliatto, co-curatore della retrospettiva
Scienze
1 gior
La resistenza agli antibiotici uccide 1,2 mln di persone l’anno
Il rapporto è stato pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet
Culture
1 gior
Usi, una storia lunga tre secoli
Intervista a Pietro Montorfani, autore con Mauro Baranzini di un libro sulla storia dell’Università della Svizzera italiana
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile