laRegione
srf-tagli-e-nuove-assunzioni-per-il-digitale
Keystone
09.12.20 - 19:50
Ats, a cura de laRegione

Srf, tagli e nuove assunzioni per il digitale

La Radiotelevisione della Svizzera tedesca taglierà altri 66 posti per far fronte al calo della pubblicità. Previste nuove assunzione per il passaggio al digitale

La tv pubblica svizzero tedesca SRF ha annunciato oggi che a partire dalla metà di gennaio taglierà 66 posti di lavoro a tempo pieno. Per favorire il passaggio al digitale saranno contemporaneamente creati 89 nuovi posti di lavoro.

La direttrice di SRF, Nathalie Wappler, ha informato oggi il personale, nel corso di una diretta in streaming, sulle prossime tappe dell'annunciato programma di riduzione dei costi dell'emittente pubblica.

Informazioni più precise saranno comunicate ai dipendenti a partire dalla metà di gennaio, quando scatteranno anche i primi licenziamenti. L'obiettivo - ha detto la direttrice - non è solo di ridurre i costi dovuti al crollo degli introiti pubblicitari causati dalla pandemia. SRF vuole diventare un'azienda mediatica più moderna e con più contenuti digitali.

Nei prossimi due anni, SRF prevede di eliminare complessivamente 211 posti di lavoro e creare contemporaneamente 95 impieghi con nuove funzioni. Il bilancio è di 116 posti in meno. Non è chiaro quanti dipendenti potranno passare da una funzione "vecchia" a una "nuova", ha detto oggi la direttrice Wappler.

Per i dipendenti licenziati è previsto un piano sociale. Le trattative tra la SSR e il Sindacato svizzero dei media (SSM) sono in corso. Le parti dovrebbero informare in proposito a metà dicembre.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
srf ssr tagli
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
16 ore
Addio a Wolfgang Petersen, diresse ‘La storia infinita’ e ‘Troy’
Il regista tedesco aveva 81anni. Fra gli attori da lui diretti, Clint Eastwood, Dustin Hoffman, George Clooney, Harrison Ford e Brad Pitt
Culture
1 gior
Che basta un colpo di vento e il festival di Arzo prende il volo
Da giovedì 18 a domenica 21 agosto, ad Arzo e nella ‘flilale’ Meride, torna il Festival internazionale della narrazione, edizione 22 (come l’anno...)
L'intervista
1 gior
Julia Murat: ‘Per Bolsonaro saremo un vanto o l’immoralità noir’
La regista di ‘Regra 34’, Pardo d’oro al Miglior film, felice con moderazione: ‘Temiamo che il presidente o i suoi approfittino di questo premio’
L'intervista
1 gior
Gigi la legge che non multa a Locarno e si prende un premio
Un ritorno, quello di Alessandro Comodin, quest’anno Premio speciale della Giuria, già premiato nel 2011 a Locarno per ‘L’estate di Giacomo’.
L'intervista
1 gior
Locarno75 e il futuro, also sprach Rapahël Brunschwig
La governance futura non è di competenza del managing director’, che sul nuovo presidente rimanda al Cda. E sui numeri del 75esimo...
Sostiene Morace
1 gior
Lunga vita al Festival (quanto ai premi, ‘de gustibus’)
‘Regra 34’, confuso e ripetitivo. Meglio ‘Gigi la legge’. Solari lascia o fa come al 70esimo? L’augurio è quello di trovare una figura all’altezza.
Arte
1 gior
Morto Dmitri Vrubel: dipinse il bacio fra Breznev e Honecker
L’artista russo è morto a 62 anni per complicazioni da Covid-19. Suo il celebre graffito sul Muro di Berlino
Locarno 75
1 gior
Pardi per tre, una condanna alla selezione
Sokurov e Fahdel non erano nelle corde: la Giuria, evidentemente figlia del suo tempo, ha premiato la libertà espressiva più che regole e grammatica
Il ricordo
1 gior
Piero Angela e la gentilezza della scienza
Raccontare la scienza con garbo, chiarezza e senso della meraviglia: nel giorno dei funerali, le lezioni del grande divulgatore morto sabato a 93 anni
L'intervista
1 gior
Marco Solari: ‘Lascio un Festival più forte e in crescita’
La decisione è presa, il 76esimo sarà il suo ultimo da presidente: ‘Ma ora nessuna retrospettiva, ho semplicemente annunciato i prossimi passi’
© Regiopress, All rights reserved