laRegione
Keystone
Società
14.02.20 - 11:150
Aggiornamento : 12:00

Buon San Valentino! Non in Iran, è vietato: ‘Invasione culturale’

Rappresenterebbe un evento ‘contro la cultura islamico-iraniana’. Ma la ricorrenza è comunque diventata lo stesso popolare, nonostante le autorità

L'Iran ha vietato i festeggiamenti per San Valentino tacciandoli di "invasione culturale" e avvertendo che i negozi che metteranno in vendita gadget relativi alla festa degli innamorati rischiano la chiusura da uno a sei mesi. Lo riferiscono i media iraniani.

L'agenzia Isna cita inoltre la procura di Qom secondo cui coloro che vendono o pubblicizzano i simboli "anti culturali" di San Valentino, che sono "contro la cultura islamico-iraniana" subiranno delle serie conseguenze. L'organizzazione di categoria che rappresenta le mercerie ha diffuso fra i negozianti il divieto di vendere palloncini a tema dopo l'ordine disposto dalla polizia.

Sebbene i festeggiamenti per San Valentino siano considerati un crimine dalle autorità iraniane, la ricorrenza è comunque diventata popolare fra gli iraniani negli ultimi due decenni: è usanza acquistare palloncini a forma di cuore e regali, orsacchiotti e cioccolatini per i propri cari oltre allo scambio di messaggi.

Negli ultimi anni gli iraniani hanno inoltre tentato di recuperare una antica ricorrenza che ha origini zoroastriane e risale all'Impero di Achemenide, il giorno di Sepandarmazgan, fissata per il 18 febbraio.

TOP NEWS Culture
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile