laRegione
Chelsea
0
Bayern Monaco
3
fine
(0-0)
Napoli
1
Barcelona
1
2. tempo
(1-0)
Davos
4
Berna
2
fine
(0-1 : 3-1 : 1-0)
Friborgo
2
Zugo
1
fine
(0-0 : 0-0 : 1-1 : 0-0 : 1-0)
Losanna
3
Langnau
1
fine
(1-0 : 0-0 : 2-1)
Chelsea
CHAMPIONS UEFA
0 - 3
fine
0-0
Bayern Monaco
0-0
 
 
45'
ALCANTARA THIAGO
JORGINHO LUIZ
49'
 
 
 
 
50'
KIMMICH JOSHUA
 
 
51'
0-1 GNABRY SERGE
 
 
54'
0-2 GNABRY SERGE
 
 
76'
0-3 LEWANDOWSKI ROBERT
ALONSO MARCOS
82'
 
 
ALCANTARA THIAGO 45'
49' JORGINHO LUIZ
KIMMICH JOSHUA 50'
GNABRY SERGE 0-1 51'
GNABRY SERGE 0-2 54'
LEWANDOWSKI ROBERT 0-3 76'
82' ALONSO MARCOS
First leg.
Venue: Stamford Bridge.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres) Capacity: 41,631.
Referee: Clement Turpin (FRA).
Assistant referees: Nicolas Danos (FRA), Cyril Gringore (FRA).
Fourth official: Frank Schneider (FRA).
Video Assistant Referee: Franu00e7ois Letexier (FRA).
Assistant Video Assistant Referee: Jerome Brisard (FRA).
Second leg in Munich on 18 March 2020.
Sidelined Players: CHELSEA - Pulisic, Kante, Hudson Odoi (Injured).
Ultimo aggiornamento: 25.02.2020 22:52
Napoli
CHAMPIONS UEFA
1 - 1
2. tempo
1-0
Barcelona
1-0
1-0 MERTENS DRIES
30'
 
 
 
 
49'
BUSQUETS SERGIO
 
 
57'
1-1 GRIEZMANN ANTOINE
INSIGNE LORENZO
61'
 
 
 
 
66'
MESSI LIONEL
 
 
83'
GRIEZMANN ANTOINE
RUI MARIO
89'
 
 
 
 
89'
VIDAL ARTURO
 
 
89'
VIDAL ARTURO
30' 1-0 MERTENS DRIES
BUSQUETS SERGIO 49'
GRIEZMANN ANTOINE 1-1 57'
61' INSIGNE LORENZO
MESSI LIONEL 66'
GRIEZMANN ANTOINE 83'
89' RUI MARIO
VIDAL ARTURO 89'
VIDAL ARTURO 89'
First leg.
Venue: Stadio San Paolo.
Turf: Natural.
Capacity: 60,240.
Referee: Felix Brych (GER).
Assistant referees: Mark Borsch (GER), Stefan Lupp (GER).
Fourth official, Harm Osmers (GER).
Video Assistant Referee: Bastian Dankert (GER).
Assistant Video Assistant Referee: Marco Fritz (GER).
Second leg at Camp Nou on 18 March 2020.
Sidelined Players: NAPOLI - Koulibaly (Injured).
BARCELONA - Sergi Roberto, Dembele, Jordi Alba, Luis Suarez (Injured).
Ultimo aggiornamento: 25.02.2020 22:52
Davos
LNA
4 - 2
fine
0-1
3-1
1-0
Berna
0-1
3-1
1-0
 
 
3'
0-1 MURSAK
1-1 STOOP
24'
 
 
 
 
31'
1-2 PESTONI
2-2 JUNG
33'
 
 
3-2 HERZOG
37'
 
 
4-2 TEDENBY
54'
 
 
MURSAK 0-1 3'
24' 1-1 STOOP
PESTONI 1-2 31'
33' 2-2 JUNG
37' 3-2 HERZOG
54' 4-2 TEDENBY
Ultimo aggiornamento: 25.02.2020 22:52
Friborgo
LNA
2 - 1
fine
0-0
0-0
1-1
0-0
1-0
Zugo
0-0
0-0
1-1
0-0
1-0
 
 
45'
0-1 HOFMANN
1-1 DESHARNAIS
57'
 
 
HOFMANN 0-1 45'
57' 1-1 DESHARNAIS
Ultimo aggiornamento: 25.02.2020 22:52
Losanna
LNA
3 - 1
fine
1-0
0-0
2-1
Langnau
1-0
0-0
2-1
1-0 GRENIER
11'
 
 
 
 
48'
1-1 DIDOMENICO
2-1 GRENIER
55'
 
 
3-1 ALMOND
56'
 
 
11' 1-0 GRENIER
DIDOMENICO 1-1 48'
55' 2-1 GRENIER
56' 3-1 ALMOND
Ultimo aggiornamento: 25.02.2020 22:52
Società
21.01.19 - 22:320

“Io ridò indietro”, la figlia del nazista premiata dagli ebrei

Hilde Schramm, figlia di Albert Speer, architetto e ministro di Hitler, premiata per il suo sostegno a cultura e donne ebraiche. Tutto iniziò con tre quadri (rubati)...

Suo padre è stato condannato a 20 anni dal tribunale di Norimberga, lei lunedì a Berlino è stata premiata da una fondazione ebraico-americana. Suo padre è stato l'architetto e il ministro degli armamenti di Hitler, lei ha deciso di "ridare indietro” impegnandosi per la cultura femminile ebraica. Suo padre era Albert Speer, lei è Hilde Schramm. Ed ha ricevuto il German Jewish History Award per il suo operato in sostegno della vita culturale ebraica in Germania, nell'ambito delle iniziative per celebrare il giorno della memoria il 27 gennaio prossimo.

«Contrariamente a molti di quella generazione non ha taciuto la difficile eredità di paterna nel nazionalsocialismo, ma ha consapevolmente deciso di ridare qualcosa indietro»: è stata descritta così la figlia di Albert Speer, nel corso della cerimonia  di consegna del premio creato dalla fondazione americana Obermayer per coltivare la memoria degli ebrei in Europa.

'Non volevo quei quadri'

“Ridare indietro - Zurueck geben” è anche il nome della Fondazione che la signora di 82 anni ha fondato nel 1994, all'indomani della scomparsa dei genitori. Dalla famiglia Speer aveva ereditato tre quadri di grande valore. «Non volevo tenere i quadri», ricorda Schramm. Temeva si trattasse di quadri rubati, presumibilmente sottratti a famiglie ebraiche. «E se li avessi semplicemente venduti, mi sarei sentita un'approfittatrice», continua Schramm.

In un primo momento ha cercato di rintracciare i legittimi proprietari, senza successo. Così ha riunito un pomeriggio un gruppo di amiche per decidere cosa fare: «Le mie amiche erano femministe e si impegnavano per l'uguaglianza dei diritti delle donne». Da quell'incontro – racconta – è nata l'idea della Fondazione "Ridare indietro" per sostenere l'attività di donne ebree in Germania. I quadri sono stati venduti, ma il denaro è stato e viene tuttora impiegato per il sostegno e il rafforzamento delle radici ebraiche nella società tedesca, attraverso un sostegno economico alle donne ebree nell'arte e nella scienza.

Sono 150 i progetti finanziati dal 1994 ad oggi dalla sua fondazione, una delle prime a sostenere la cultura ebraica nel dopoguerra in Germania. «Quando noi abbiamo iniziato – ricorda la signora Schramm – l'espulsione e la deportazione degli ebrei in Germania non era un grande tema». Dunque, aggiunge, «abbiamo cercato di farne un tema conosciuto».

Hilde Schramm aveva tre anni quando è scoppiata la seconda guerra mondiale ed era appena una ragazzina quando suo padre è stato condannato dal tribunale di Norimberga a 20 anni di prigione. A differenza di molti nati nel dopoguerra in Germania non ha negato, non ha dissimulato quanto avvenuto, ma ha tratto insegnamento da quell'esperienza impegnandosi attivamente nella società, fino alla recente crisi dei migranti. E per il suo impegno è stata premiata.

TOP NEWS Culture
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile