laRegione
lingue-nazionali-si-parla-di-meno-in-tedesco-e-italiano
Ti-Press
28.03.18 - 17:15
di Ats

Lingue nazionali, si parla di meno in tedesco e italiano

Negli ultimi quarant'anni, chi parla italiano o dialetto ticinese o grigionese, è calato dall'11 all'8%. In aumento il francese, ma anche le lingue non nazionali

In Svizzera la ripartizione delle lingue nazionali ha subito importanti cambiamenti negli ultimi 40 anni. Fra il 1970 e il 2016 il numero di persone che ha indicato l’italiano (o il dialetto ticinese o grigionese) come idioma principale è calato in Svizzera, passando dall’11 all’8%. Lo indica oggi l’Ufficio federale di statistica (UST).

Diminuisce anche la quota del tedesco, passata dal 66 al 63%, e del romancio, dallo 0,8 allo 0,5%, mentre il francese è in crescita, dal 18 al 23%. La progressione più marcata è rappresentata dalle persone che hanno menzionato una lingua non nazionale (dal 4 al 22%), anche perché dal 2010 nelle rilevazioni è possibile indicare due lingue principali. Fra queste le più citate sono l’inglese e il portoghese.

Sul posto di lavoro lo svizzero tedesco è la lingua più usata (65% delle persone attive occupate), davanti al tedesco standard (35%), al francese (29%), all’inglese (19%) e all’italiano (9%).

A casa o in famiglia, il 59% delle persone parla abitualmente svizzero tedesco, il 24% francese, l’11% tedesco standard, l’8% italiano. Seguono l’inglese (5%) e il portoghese (4%).

Fra le persone di oltre 25 anni, una su cinque impara una lingua. La preferita è l’inglese (35%), davanti al francese (15%), al tedesco (13%) e all’italiano (11%).

In valore assoluto le persone che parlavano la lingua di Dante nel 2016 erano 673’000. A livello di città, erano oltre 20’000 quelli che a Zurigo usavano l’italiano come lingua principale, a Ginevra poco meno di 12’000 e a Basilea circa 10’000. Per quanto riguarda i cantoni, dopo il Ticino (267’600) quello con più italofoni era Zurigo (72’200), davanti a Vaud (33’800), Argovia (28’500), Berna (28’000) e Ginevra (25’600). Seguono i Grigioni con 22’100.

TOP NEWS Culture
Spettacoli
2 ore
Locarno film festival, presentato il programma ufficiale
Al Kino Rex di Berna annunciate anche le giurie della 75esima edizione.
ticinesi oltre gottardo
18 ore
‘Ora apprezzo ciò che prima davo per scontato’
Da Bellinzona a San Gallo, oggi: Filippo Rima, responsabile per gli investimenti di una fra le principali banche svizzere, si racconta
Spettacoli
19 ore
Robin Williams non aveva il Parkinson ma demenza a corpi di Lewy
A scoprirlo, solo dopo il suo suicidio nell’estate del 2014, è stata la vedova Susan Schneider Williams
Scienze
19 ore
Cern: prima collisione a energia record nell’acceleratore Lhc
Dopo tre anni di aggiornamento e manutenzione prende così avvio il terzo periodo di presa dati
L’intervista
21 ore
Dante in prosa, ponte verso l’Eden
Dopo il primo libro sul tenebroso viaggio di Dante all’Inferno, Gerry Mottis ci fa da guida un’altra volta nel percorso lungo il Monte penitenziale
Musica
1 gior
Vent’anni di magia, autenticità e di successi inaspettati
In occasione dell’anniversario importante del Vallemaggia Magic Blues, abbiamo fatto due chiacchiere con il promotore nonché cofondatore Fabio Lafranchi
Spettacoli
2 gior
Novantacinque anni per la ‘Bersagliera’ di Subiaco
Taglia il traguardo delle 95 primavere Gina (Luigia) Lollobrigida, mito intramontabile del grande schermo italiano
Teatro
2 gior
‘Peter Brook ha vissuto il teatro, la sua vita, fino alla fine’
David Dimitri, presidente della Fondazione Dimitri di Verscio: ‘Aveva un’opinione forte e precisa sul teatro, che doveva avere senso e smuovere’
Scienze
2 gior
Evaporazione accelerata per oltre un milione di laghi nel mondo
Non c’è solo la siccità tra le conseguenze del riscaldamento climatico. Annualmente si perdono in media 1’500 chilometri cubi di acqua
Spettacoli
3 gior
Camaleonti in lutto: Cripezzi morto dopo un’esibizione
La storica band italiana perde il cantante e tastierista. Il decesso è avvenuto nella notte, dopo un concerto a Pescara
© Regiopress, All rights reserved