laRegione
07.08.22 - 07:00
Aggiornamento: 14:57

‘Le epidemie intermittenti di Covid saranno la normalità’

Dato l’emergere regolare di varianti, per i ricercatori non ci sono ragioni per credere che questa tendenza non continuerà, come succede per l’influenza

Ats, a cura di Red.Web
le-epidemie-intermittenti-di-covid-saranno-la-normalita
Keystone

L’emergere di nuove varianti di Sars-CoV-2 capaci di reinfettare individui guariti e di eludere alla protezione del vaccino, porterà probabilmente nei prossimi anni a "epidemie intermittenti" che "potrebbero diventare la nuova normalità". Lo evidenzia uno studio, pubblicato su Nature Communications, sulla diffusione di Omicron in Inghilterra.

Le stime dell’ondata di contagi causati da Omicron si sono spesso basate su test di routine, che sottostimano i numeri reali. Utilizzando i dati dello studio REal-time Assessment of Community Transmission-1 (REACT-1), i ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno stimato la dinamica dell’ondata Omicron inglese (da settembre 2021 a marzo 2022) testando, con tampone e sequenziamento genomico, sezioni della popolazione selezionate casualmente.

All’interno dei campioni hanno stimato una prevalenza di Omicron dello 0,11% entro il 7 dicembre 2021, tre settimane dopo il primo caso confermato di Omicron in Inghilterra. La percentuale è aumentata rapidamente, raggiungendo il 50% il 14 dicembre 2021 e il 90% il 23 dicembre 2021. Il 14 febbraio 2022 la proporzione di casi Omicron era arrivata al 99,8%.

L’indice di trasmissibilità (Rt) era pari a 2 a metà dicembre, successivamente è diminuito poiché le interazioni sociali sono state ridotte; all’inizio di gennaio 2022 era inferiore a 1, per poi aumentare di nuovo a fine gennaio quando l’infezione, in seguito al diffondersi della sub variante Ba.2, Omicron ha raggiunto una prevalenza record del 7% nella popolazione, nonostante i livelli elevati di infezioni recenti e di vaccinati.

"Dato l’emergere regolare di varianti durante i primi due anni – concludono i ricercatori – non ci sono ragioni per credere che questa tendenza non continuerà, come vediamo per l’influenza. La sorveglianza continua, le vaccinazioni di richiamo e gli aggiornamenti dei vaccini saranno cruciali per ridurre al minimo gli effetti dannosi di questo nuovo paradigma di salute pubblica".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Scienze
5 ore
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
8 ore
Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno
Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
8 ore
Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’
Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Spettacoli
20 ore
Anahì Traversi racconta ‘Amor fugge restando’
Il nuovo capitolo del Collettivo Treppenwitz debutta venerdì 30 settembre al Lac, con l’attrice che diventa autrice e regista
La recensione
22 ore
Wagner, Ligeti e Beethoven tra passato e presente
Alle Settimane musicali, ascoltando la Budapest Festival Orchestra diretta da Ivan Fischer, con finale insolito e commovente
L’intervista
1 gior
Michele Mariotti al Lac, una ‘prima’ per tre
La Prima di Brahms, il primo concerto per violino di Prokof’ev e l’esordio della stagione Osi al Lac, tutto nelle mani del direttore d’orchestra italiano
Spettacoli
1 gior
È morto Bruno Arena de I Fichi d’India
Aveva 65 anni. Nel 2013 era stato colpito da un aneurisma cerebrale
Netflix
1 gior
Wanna Marchi non è pentita, d’accordo?
Su Netflix c’è ‘Wanna’, storia della regina delle televendite in quattro puntate (dedicata a quelli che ‘una volta era meglio’)
Società
1 gior
Pensi di leggere il giornale, ti trovi a far propaganda russa
Facebook blocca profili di una rete fra le più complesse mai individuata attivi soprattutto in Germania, Francia, Regno Unito, Italia e Ucraina
Spettacoli
1 gior
Riposo vocale per Anastacia, rinviato il concerto di Locarno
Imposizioni mediche impongono la riprogrammazione del live del 29 settembre al Fevi. I biglietti restano validi per la nuova data, di prossimo annuncio
© Regiopress, All rights reserved