laRegione
animali-domestici-non-tradizionali-rischio-aumentato-di-zoonosi
Keystone
23.06.22 - 19:01
Ats, a cura de laRegione

Animali domestici non tradizionali, rischio aumentato di zoonosi

Virus e batteri sono più facilitati a spostarsi dagli animali alle persone. Vari focolai negli Usa sono riconducibili a roditori, rettili, furetti e altri

Dai rettili ai furetti, il contatto con animali domestici non tradizionali "aumenta il rischio di esposizione a virus e batteri che si diffondono tra animali e persone".

A mettere in guardia è l’Associazione nazionale dei veterinari di sanità pubblica dello Stato di Washington che, insieme ai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Centers for disease control and prevention, Cdc), fornisce raccomandazioni in un numero speciale della rivista "Vector-Borne e Zoonotic Diseases" e chiede linee guida.

I dati mostrano che tre grandi gruppi di animali sono stati associati a focolai di malattie zoonotiche negli esseri umani: roditori, pollame da cortile e rettili. Ma anche mammiferi non roditori, come ricci e furetti, anfibi e altre specie acquatiche.

Il compendio fornisce un riepilogo dei focolai identificati negli Stati Uniti e raccomandazioni per la prevenzione, sottolineando come "gli animali possono apparire sani mentre trasportano virus e batteri, mettendo a rischio i proprietari e non solo". La maggior parte degli agenti patogeni, infatti, non causano malattie nell’animale ospite".

"Questo numero, pubblicato in un momento di accresciuta consapevolezza pubblica sul vaiolo delle scimmie, fornisce informazioni sui patogeni zoonotici associati a molte specie di animali domestici non tradizionali ed è una risorsa globale per l’industria, i proprietari, veterinari, medici, ricercatori e molti altri", afferma Stephen Higgs, direttore del Biosecurity Research Institute della Kansas State University.

"Sono urgentemente necessarie linee guida sulla prevenzione delle malattie zoonotiche, causate da agenti patogeni che si diffondono tra animali e persone", conclude Kate Varela, ricercatrice dei Cdc.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
animali domestici zoonosi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
L’intervista
2 ore
Sophie Marceau e le donne ‘di tutti i tempi’
Era in Piazza con ‘Un femme de notre temps’. Convive pacifica col manifesto generazionale che la lanciò, crede nel lavoro ‘ma è più utile l’esperienza’.
Musica
9 ore
Addio a Lamont Dozier, leggenda del soul
Fu uno dei più grandi cantanti soul della Motown, è morto all’età di 81 anni. Suoi i brani più famosi delle Supremes
Locarno 75
9 ore
In Piazza Grande la fine del ‘Tempo delle mele’
Da ‘Une femme de notre temps’ di Civeyrac, con Sophie Marceau quale attrice protagonista, emergono alcune criticità confessate dal regista stesso
Scienze
13 ore
In Asia i coronavirus selvatici infettano 60’000 persone l’anno
Nella quasi totalità dei casi i virus trasmessi dai pipistrelli non sono in grado di replicarsi e trasmettersi in maniera efficiente nell’uomo
Sostiene Morace
16 ore
Per fortuna c’è ancora chi spende soldi per guardare i film
I dati forniti dall’ufficio stampa del Festival parlano di afflusso pari al 2019. In attesa di sorprese, un bilancio di metà rassegna
Locarno 75
18 ore
Una conferenza di 24 ore per parlare di attenzione
Più che un calo di concentrazione, un sistema che spinge verso la distrazione. Le alternative? Le mostra Rafael Dernbach
Scienze
20 ore
Arrivano le ‘Lacrime di San Lorenzo’ ma con la Luna piena
Gli esperti consigliano di osservare le stelle cadenti con qualche giorno di anticipo, oppure aspettare l’ultima parte della notte
Locarno 75
20 ore
Il Cinema canta in Piazza e in Concorso
Un disincantato ‘Gigi la legge’, la voglia di essere vivi che sprizza in ‘Tengo sueños eléctricos’, emozioni forti in ‘Last Dance’ di Delphine Lehericey
Locarno 75
22 ore
Alexander Sokurov divide il Festival con un film immenso
Ode a ‘Skazka’ (Fairytale), del maestro russo; al suo confronto scompare ‘Il Pataffio’. Da applausi l’opera di Sylvie Verheyde
Locarno 75
1 gior
Gitanjali Rao narratrice dei piccoli sogni di tutti i giorni
La regista indiana è stata insignita del Locarno Kids Award per essere ‘una delle voci inconfondibili e originali del cinema indiano’ e non solo
© Regiopress, All rights reserved