laRegione
23.03.22 - 14:30
Aggiornamento: 15:30

Positivo da mesi al Covid, immunodepresso curato col vaccino

Il farmaco è stato utilizzato per la prima volta a scopo terapeutico. Il 37enne continuava a manifestare sintomi e a non poter uscire di casa

Ats, a cura de laRegione
positivo-da-mesi-al-covid-immunodepresso-curato-col-vaccino
archivio Keystone

Per la prima volta è stato utilizzato a scopo terapeutico il vaccino anti-Covid della Pfizer e ha guarito un uomo di 37 anni immunodepresso e malato da mesi. L’uomo, Ian Lester, soffre della sindrome di Wiskott-Aldrich e per questo il suo sistema immunitario è debole e non riesce a combattere nemmeno un semplice raffreddore.

Ecco perché, quando si è ammalato di Covid, Ian non è riuscito a guarire ed è rimasto prigioniero in casa – a Caerphilly, in Galles – per oltre sette mesi, si legge sulla Bbc Health, vivendo giorno dopo giorno sempre più l’incubo di non poter uscire e lavorare, di essere comunque ancora ammalato oltre che contagioso.

Le condizioni di salute dell’uomo sono state monitorate per diversi mesi da ricercatori e clinici della Cardiff University e del Centro di immunodeficienza del Galles presso la University hospital of Wales.

Non soltanto l’uomo, mese dopo mese, continuava a essere positivo, ma manifestava anche sintomi, dal mal di testa alla mancanza di concentrazione, dall’accumulo di muco nelle vie respiratorie, alla fatica. Il suo non era Long-Covid perché nel suo sangue i clinici non hanno mai trovato una vera risposta immunitaria in atto contro il virus, praticamente nessun anticorpo. La sua era proprio una infezione persistente.

Così gli esperti hanno pensato di risvegliare il suo sistema immunitario con il vaccino anti-Covid, finora usato solo a scopo preventivo. Già dopo la prima dose gli esperti hanno visto dei cambiamenti nel paziente, con l’attivazione di una reazione immunitaria contro il virus; con la seconda dose finalmente Ian è potuto guarire e il suo tampone, sempre positivo per mesi, si è negativizzato.

I ricercatori pensano che questo approccio possa essere utilizzato su più pazienti immunodepressi che stanno lottando per vincere l’infezione. Adesso ci sono gli antivirali per aiutare questi pazienti, che non erano disponibili quando Ian combatteva con il Covid, ma, concludono i ricercatori, il vaccino potrebbe offrire una via di cura più economica e durevole nel tempo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Società
8 min
Campagna pubblicitaria choc: bambini con peluche bondage
Per promuovere i propri articoli, nel caso zainetti, la maison di moda Balenciaga scivola su fotografie di cattivo gusto: e scoppia la polemica
Distopie
7 ore
‘La strada’, un padre e un figlio dopo l’Apocalisse
Storia d’amore paterno nelle peggiori condizioni che si possano immaginare, Premio Pulitzer 2007 a Cormac McCarthy
Otium
17 ore
Il Forum per l’italiano in Svizzera
Nasce ‘Otium’, pagina culturale a scadenza mensile che si prefigge di fare divulgazione sul duplice fronte umanistico e scientifico
Spettacoli
19 ore
Hang Massive, vibrazioni sonore a Lugano
‘Viviamo in un mondo con una sola immensa umanità’ è il messaggio di Danny Cudd e Markus Offbeat, venerdì 2 dicembre allo Studio Foce
L’intervista
1 gior
Silvio Orlando, un Momò a Locarno
Sabato 3 e domenica 4 dicembre, l’attore porta in scena ‘La vita davanti a sé’ di Romain Gary, pièce in cui è Momò, bimbo arabo simbolo di convivenza
Culture
2 gior
Ritrovate oltre 4’000 pagine di appunti da lezioni di Hegel
Le trascrizioni furono effettuate da uno dei primi studenti del filosofo tedesco all’Università di Heidelberg
Spettacoli
2 gior
Morto Clarence Gilyard, star di ‘Walker Texas Ranger’ e ‘Matlock’
Aveva 66 anni ed era malato da tempo. Nel suo curriculum anche un ruolo di rilievo al cinema in ‘Die Hard - Trappola di cristallo’ e in ‘Top Gun’
Culture
2 gior
‘Penuria’ è la parola svizzera dell’anno 2022 in italiano
È quanto emerge dalla tradizionale classifica stilata dalla Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo. Sul podio anche ‘invasione’ e ‘coraggio’
Spettacoli
2 gior
‘72 Seasons’, il ritorno dei Metallica con album e tour
Il nuovo lavoro della storica band metal americana uscirà il 14 aprile 2023 e sarà seguito da un lungo giro di concerti fra Usa ed Europa
Libri
2 gior
Le ciliege della costa del Mar Nero
Pubblichiamo un estratto dalla prima sezione del terzo capitolo ‘Üsküdar’ tratto dal libro ‘Un inverno a Istanbul’, tradotto da Laura Bortot
© Regiopress, All rights reserved