laRegione
19.03.22 - 17:48

Ciao inverno, domani arriva la primavera

L’equinozio, astronomicamente, sarà il 20 marzo anzichè il 21, data fissata nel 325 dal Concilio di Nicea per calcolare la Pasqua cristiana

Ats, a cura di Marco Narzisi
ciao-inverno-domani-arriva-la-primavera
Ti-Press

Addio all’inverno: alle 16,33 di domani, domenica 20 marzo l’equinozio segnerà l’arrivo della primavera e da quel momento le ore di luce cominceranno gradualmente ad aumentare. Nonostante la temperatura sia ancora piuttosto bassa per salutare la primavera, è questo il momento dell’anno che segna il passaggio alla bella stagione.

A darle il benvenuto quest’anno è il passaggio della Stazione Spaziale, diventata un avamposto di pace e che sarà ben visibile il 20 marzo,

L‘equinozio di primavera, come quello d’autunno, sono infatti i momenti in cui il centro del disco del Sole si trova sul punto d’incrocio tra l’equatore celeste e l’eclittica, ossia la traiettoria circolare descritta apparentemente in un anno dal Sole sulla sfera celeste. Il termine equinozio deriva dal latino ’aequa-nox’, ossia ‘notte uguale’, a indicare il giorno in cui il giorno e la notte hanno la stessa durata. È la particolare inclinazione dell’asse terrestre rispetto al piano orbitale della Terra a determinare il fenomeno, così come più in generale la durata di giorno e notte; cambia di conseguenza l’inclinazione dei raggi solari, che determina le caratteristiche delle stagioni.

Questa regolarità aveva portato a stabilire nel 21 marzo la data dell’equinozio di primavera, decisa nel 325 dal Concilio di Nicea per calcolare la Pasqua cristiana e adottata dal calendario gregoriano utilizzato ancora oggi.

Ma tale sistemazione non è perfetta: il calendario misura 365 giorni per un anno, cioè un quarto di giro in meno di quanti la Terra ne compia su se stessa durante una rivoluzione completa attorno al Sole (fatta in 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 49 secondi).

Significa che accumuliamo ritardo per 3 anni e poi recuperiamo tutto aggiungendo 1 giorno ogni 4 anni. Il ritardo che accumuliamo fa sì che ogni anno il momento dell’equinozio di primavera sia in un orario diverso rispetto al precedente e può così cadere in un giorno compreso tra il 19 ed il 21 marzo. Infatti l’ultima volta che l’equinozio è caduto proprio il 21 marzo è stato nel 2007 e la prossima volta sarà nel 2102.

TOP NEWS Culture
Scienze
9 ore
Nel cibo ultraprocessato l’insidia del declino cognitivo
In chi eccede, il peggioramento è mediamente del 28% più rapido. Lo indica uno studio coordinato dall’Università di San Paolo, in Brasile
Spettacoli
14 ore
Il ‘Boris Godunov’, una storia russa tra Puskin e Musorgskij
La stagione della Scala di Milano si apre con un’opera ancora attuale: la brama di potere, e la paura di perderlo, ritratte in prosa e, poi, in musica
Pensiero
20 ore
Perché il fascismo è nato in Italia
È il titolo di un notevole saggio appena pubblicato dagli storici Marcello Flores e Giovanni Gozzini. Spoiler: c’entra lo ‘sfarinamento’ dello Stato.
Società
1 gior
Perché (e come) parlare di emozioni a scuola con gli adolescenti
Nel libro ‘In media stat virtus’ idee e attività per l’educazione socio-emotiva negli anni formativi. Anna Bosia: ‘Strumento per docenti ma non solo’.
Scienze
1 gior
Più Covid e influenza in inverno? È (davvero) colpa del freddo
Scagionato lo stare di più al chiuso: uno studio statunitense dimostra che le basse temperature abbattono la prima linea di difesa immunitaria nel naso
Culture
1 gior
Come ‘Ritornare in sé’ (dialogo tra economia e filosofia)
Christian Marazzi e Fabio Merlini discutono gli effetti delle odierne forme di produzione di ricchezza sulle nostre vite, a partire dal libro del secondo
Spettacoli
1 gior
È morta Kirstie Alley, star di ‘Cheers’ e ‘Senti chi parla’
Aveva 71 anni e di recente aveva scoperto di essere malata di cancro. Con la serie tv conquistò il suo primo Emmy nel 1991
L’intervista
1 gior
Ma tu lo sai almeno cosa è uno stupro?
A colloquio con la scrittrice Valentina Mira, ospite di un incontro a Bellinzona dove si è discusso di violenza di genere e del concetto di vittima
Illustrazione
2 gior
Cesare Lombroso e la fissa per il cranio
La controversa figura del medico, antropologo e criminologo è raccontata dal volume illustrato di Stefano Bessoni. Ma non è un libro per bambini.
Letteratura
3 gior
Addio allo scrittore francese Dominique Lapierre
Autore del best-seller ‘La città della gioia’, dalla Francia all’India, raccontava gli ultimi. È morto all’età di 91 anni.
© Regiopress, All rights reserved