laRegione
Archeologia
18.01.22 - 23:40
Aggiornamento: 19.01.22 - 00:12

Scoperta in Arabia Saudita una rete stradale dell’età del Bronzo

Metteva in collegamento le oasi ed era circondata da monumenti funebri, circa 17’800. Risalirebbe a 4’500 anni fa

Ats, a cura de laRegione
scoperta-in-arabia-saudita-una-rete-stradale-dell-eta-del-bronzo
Quasi completamente invisibili da terra. individuate grazie ai satelliti

Scoperta in Arabia Saudita la presenza di un’antica rete stradale risalente a 4’500 anni fa che metteva in collegamento le oasi ed era circondata da monumenti funebri. A identificarla sono stati ricercatori dell’Università della Western Australia il cui lavoro è stato pubblicato sulla rivista The Holocene.

Migliaia di chilometri di strade distribuite su un’area di 160mila chilometri quadrati quasi completamente invisibili da terra ma che sono apparse grazie al vasto lavoro dei ricercatori australiani usando in particolare immagini da satellite e fotografie aeree. Ne è emersa così una fitta rete stradale punteggiata da un’incredibile quantità di monumenti funebri, circa 17’800, e che risalirebbe all’età del Bronzo, circa 4’500 anni fa. Molte delle strade mettevano probabilmente in comunicazione oasi e piccoli villaggi e proprio attorno a questi siti si registra la maggior concentrazione di tombe. “Le strade funebri erano le principali reti autostradali del loro tempo e mostrano che le popolazioni che vivevano nella penisola arabica 4’500 anni fa erano molto più connesse, socialmente ed economicamente, di quanto pensassimo finora", ha spiegato Matthew Dalton, primo autore dello studio. Una scoperta che spinge a ripensare lo sviluppo di queste regioni e ipotizzare un’occupazione umana più stabile e radicata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
1 ora
È morta Irene Cara, la voce di ‘Fame’ e ‘Flashdance’
L’iconica attrice e cantante aveva 63 anni. La sua l’interpretazione venne premiata con un Oscar come miglior canzone.
Castellinaria
1 ora
Castellinaria, ‘Where is Anne Frank!’ vince il Castello d’Oro
Al film d’animazione di Ari Folman il metallo più prezioso del Concorso Kids; nella categoria Young, Premio Tre Castelli all’iracheno ‘The exam’
Castellinaria
1 ora
‘L’ombra del giorno’, storia di Luciano e ‘Anna’
L’amore ai tempi del fascismo in ‘L’ombra del giorno’, bel film di Giuseppe Piccioni che chiude il 35esimo festival del cinema giovane (l’intervista)
Concorso
21 ore
La più bella pubblicità è ‘Fortezza di Bellinzona’ di Variante
Premiata l’agenzia bellinzonese, che ha partecipato insieme a lucasdesign di Giubiasco, Newdeco Agency di Sant’Antonino e Visiva di Camorino
Scienze
23 ore
In pandemia prima volta con la depressione per una persona su 8
Il 13% degli over 50 durante la crisi del Covid ha sperimentato per la prima volta la patologia, soprattutto le persone a reddito più basso
Fuori concorso
1 gior
‘Tori et Lokita’, e i Dardenne d’Onore
Premiata con il Castello d’Onore la coppia di registi, e una storia senza sconti di minori migranti non accompagnati che ha ferito Cannes
Spettacoli
1 gior
Le ‘Fessure’ del Teatro delle Radici, o come riattaccare i cocci
Nuovo spettacolo scritto e diretto da Cristina Castrillo sulle fratture (della vita) e la difficoltà di rimettere assieme ciò che si rompe. A dicembre
Il ragazzo e la tigre
1 gior
Guardandoci col filtro innocente degli animali
A colloquio col documentarista e regista Brando Quilici, che parla della scomparsa delle tigri con il suo recente film. Proiezioni oggi e domani
Pagine scelte
1 gior
‘La fornace’, storia di Konrad che uccise la moglie
Il titolo è il nome dell’assurda abitazione nella quale si rinserra il protagonista del romanzo ossessivo – e come sempre incalzante – di Thomas Bernhard
Spettacoli
2 gior
Cristina D’Avena, ‘eterna bambina’ con 40 anni di carriera
La regina delle sigle dei cartoni animati festeggia il traguardo con un nuovo album in uscita il 25 novembre
© Regiopress, All rights reserved