laRegione
01.10.21 - 11:17

Sali di alluminio, creme solari e cancro al seno

Studi ginevrini e britannici segnalano che obesità, alcol, fumo, esposizione a estrogeni e progesterone spiegano solo una parte dell’aumento della malattia

sali-di-alluminio-creme-solari-e-cancro-al-seno
Nuovi fattori di rischio

Due nuovi studi in vitro di ricercatori ginevrini e britannici confermano il potenziale per il cancro al seno dei sali di alluminio, presenti nei deodoranti e in certe creme solari. Dalla fine degli anni ’60 si rileva un aumento significativo dell’incidenza del cancro al seno nelle società industrializzate. Le analisi epidemiologiche mostrano che i fattori di rischio identificati finora – obesità, alcol, fumo, esposizione agli ormoni estrogeni e progesterone – spiegano solo una piccola parte di questo aumento.

Il cancro alla ghiandola mammaria umana si sviluppa preferibilmente nelle parti esterne, vicino all’ascella, dove la pelle è molto sottile e permeabile. Da anni ricercatori lavorano sull’ipotesi che i sali di alluminio, presenti in alte concentrazioni in deodoranti e certe creme solari, possano essere tra le cause che provocano l’insorgere della malattia. Un équipe del centro di onco-ematologia dell’Hirslanden Clinique des Grangettes, a Ginevra, insieme ai colleghi dell’Università di Oxford (Regno Unito), che ha condotto un primo studio sull’argomento nel 2016, ha ora analizzato in vitro diversi aspetti del meccanismo d’azione dell’alluminio nella trasformazione cellulare. Ciò ha permesso di confermare che i sali di alluminio sono incorporati molto rapidamente dalle cellule, e nelle 24 ore seguenti causano alterazioni significative nella struttura fisica e nel numero dei cromosomi, riferisce la clinica di Ginevra in un comunicato odierno.

Secondo gli autori, che sottolineano le somiglianze con l’amianto e il tabacco, questi risultati indicano che l’alluminio dirige le cellule mammarie sulla via della trasformazione maligna attraverso un rapido effetto destabilizzante sul genoma.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
15 ore
Morto il regista Dragone, suoi gli show del Cirque du Soleil
Origini italiane, naturalizzato belga, avrebbe compiuto 70 anni il 12 dicembre. E tra i leader mondiali di eventi e spettacoli teatrali.
Arte
23 ore
Louise Nevelson ‘painted it black’
Al Museo comunale d’arte moderna di Ascona un’antologica sull’iconica artista statunitense da domani all’8 gennaio ’23. Ma si inaugura oggi alle 17.
Culture
1 gior
Osi: il dopo Weidmann, per ora, è con Widmer e Flury
Direzione affidata all’attuale vicedirettore Samuel Flury e al membro della direzione Barbara Widmer, nell’attesa del bando per la nuova figura
Ticino7
2 gior
‘Di tutto un pop’ con Sergio Mancinelli
Le sue storie di musica da domani su Ticino7, ogni primo sabato del mese, a parole e in voce (l’intervista)
Culture
2 gior
Come sta la Terra? Chiedilo a Marco Paolini
L’attore/attivista è stato ospite di ‘Emergenza Terra’, la prima conferenza di un ciclo che, kantianamente, si tiene a Mendrisio
Video
Musica
2 gior
‘Only The Strong Survive’, a novembre il nuovo Springsteen
Il 21esimo album del Boss è un tributo al soul. Fino ad allora, il singolo ‘Do I Love You (Indeed I do)’
Scienze
2 gior
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
3 gior
Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno
Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
3 gior
Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’
Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Spettacoli
3 gior
Anahì Traversi racconta ‘Amor fugge restando’
Il nuovo capitolo del Collettivo Treppenwitz debutta venerdì 30 settembre al Lac, con l’attrice che diventa autrice e regista
© Regiopress, All rights reserved