laRegione
18.08.20 - 15:18

Il ghiacciaio del Miage sprofondato di 30 metri in oltre 20 anni

I risultati della prima tappa della ‘Carovana’ di Legambiente volta a monitorare lo stato di salute dei ghiacciai alpini.

il-ghiacciaio-del-miage-sprofondato-di-30-metri-in-oltre-20-anni
Keystone
Così era nel 2011

Aosta – La superficie del ghiacciaio del Miage, sul versante italiano del massiccio del Monte Bianco, è sprofondata, rispetto agli anni '90, di circa 30 metri nel suo settore frontale: quasi un metro l'anno. Inoltre la falesia di ghiaccio che un tempo incombeva sul lago del Miage è arretrata di 10 metri circa e la conca del lago, ora vuota, si approfondisce e si sposta verso valle. Rispetto all'inizio del '900, la copertura detritica del ghiacciaio Miage ne ha cambiato le caratteristiche della superficie, facendolo classificare da bianco a nero.

Sono alcuni dei risultati rilevati in Valle d'Aosta durante la prima tappa di Carovana dei ghiacciai, la nuova campagna di Legambiente realizzata con il supporto del Comitato glaciologico italiano, che dal 17 agosto al 4 settembre monitorerà lo stato di salute dei ghiacciai alpini per sensibilizzare le persone sugli effetti che i cambiamenti climatici stanno avendo sull'ambiente glaciale alpino. I monitoraggi sono stati realizzati dal Comitato glaciologico italiano in collaborazione con Legambiente nella mattinata di lunedì 17 agosto, sia sul ghiacciaio del Miage che in prossimità della falesia di ghiaccio del Lago del Miage.

"Abbiamo trovato alcune morene abbassate di più di sei metri" e "questo collasso delle morene corrisponde al collasso della massa glaciale", ha detto in conferenza stampa ad Aosta Marco Giardino, presidente del Comitato glaciologico italiano. "Il ghiacciaio del Miage è il più himalayano dei ghiacciai italiani, perché copre un dislivello altimetrico che va dalla cima del Monte Bianco fino alla Val Veny, a pochi passi dalla strada carrozzabile. Con questo particolare ghiacciaio abbiamo iniziato il nostro racconto sullo stato di salute dei ghiacciai alpini italiani, perché i cambiamenti che ha subito sono molto peculiari rispetto ad altri che stanno sparendo", ha spiegato Vanda Bonardo, responsabile Legambiente Alpi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Sogno o son Festival
1 ora
Sanremo, le canzoni ‘Made in Italy’ (le pagelle, seconda serata)
Colapesce Dimartino una certezza, Rosa Chemical un martello, Tananai ebbene sì. La classifica dopo le prime due serate: Mengoni, sempre Mengoni
Arte
17 ore
Poi appare Paolina Bonaparte. E noi ci perdiamo con lei.
Tra le opere di Galleria Borghese per la mostra ‘Meraviglia senza tempo. Pittura su pietra a Roma tra Cinquecento e Seicento’, e la meraviglia del Canova.
Sanremo
20 ore
Un altro Sanremo dei record (scuse di Blanco incluse)
Giorno due, conferenza tre. Davanti ai numeri ci sono tutti ‘più’. Il sindaco di Sanremo: ‘Non si è mai parlato tanto di fiori come quest’anno’
musec
20 ore
La rivoluzione occidentale dell’arte agli antipodi
A Villa Malpensata, dal 10 febbraio al 1° ottobre, è esposta una settantina di capolavori d’arte dei Mari del Sud, opere della Collezione Brignoni
Culture
21 ore
‘Di alberi e di guerra’ agli ‘Eventi letterari’ del Monte Verità
A inaugurare l’undicesima edizione del festival (30 marzo-2 aprile) sarà l’incontro con Giuliano da Empoli, autore de ‘Il mago del Cremlino’
Spettacoli
22 ore
La solitudine di Ulisse e la cecità umana
Stasera al Lac si replica lo spettacolo di Lina Prosa diretto da Carmelo Rifici. Ottima prova degli interpreti, notevoli le musiche di Zeno Gabaglio.
Sogno o son Festival
23 ore
Giorgia e Sanremo, parole dette bene
Dal 1993 a oggi, ogni sua apparizione all’Ariston è degna di essere ricordata: ‘Torno per rimettermi in gioco, anche se non ho mai smesso di farlo’
Sogno o son Festival
1 gior
Sanremo s’è desta, Blanco devasta
Prima serata, la lezione di educazione civica di Benigni, quella di diseducazione del rapper (?), che rende meno bella la Festa della Repubblica
Sogno o son Festival
1 gior
Sanremo, comanda Mengoni (le pagelle, prima serata)
Nella notte della Repubblica, alla fine della gara, ‘Due vite’ è in testa, Elodie è seconda, Anna Oxa ultima. I voti e la classifica generale
Gallery
Sogno o son Festival
1 gior
Sanremo dalla A di Oxa alla W di Will (un vademecum)
Cantanti e canzoni dell’edizione che prende il via questa stasera, breve guida all’ascolto
© Regiopress, All rights reserved