laRegione
Ti-Press
Scienze
17.08.18 - 14:530

Retina assottigliata, possibile spia del Parkinson

La ricerca è stata condotta in Corea del Sud e pubblicata su "Neurology": lo studio ha coinvolto 49 persone

Porrebbe risiedere negli occhi una spia del Parkinson, malattia neurodegenerativa che in Italia colpisce almeno 250mila persone.

Le persone con la patologia perdono gradualmente le cellule cerebrali che producono dopamina, una sostanza che aiuta a controllare il movimento e ora un nuovo studio ha scoperto che l'assottigliamento della retina sembra legato alla perdita di tali cellule cerebrali. La ricerca, condotta dal Seoul Metropolitan Government-Seoul National University Boramae Medical Center, in Corea del Sud, è stata pubblicata online su Neurology. Lo studio ha coinvolto 49 persone con un'età media di 69 anni a cui era stato diagnosticato il Parkinson in media due anni prima, ma che non avevano ancora iniziato i farmaci, confrontandole con altre 54 senza la malattia, abbinate per età. I ricercatori hanno valutato ciascun partecipante allo studio con un esame oculistico completo e scansioni oculari ad alta risoluzione che utilizzano onde luminose per scattare fotografie di ogni strato della retina. Inoltre, su 28 dei partecipanti con malattia di Parkinson e stata effettuata anche una tomografia ad emissione di positroni (Pet) per misurare la densità delle cellule produttrici di dopamina nel cervello.

Dagli esami è emerso che la retina si assottiglia, in particolare nei due strati interni dei cinque complessivi, in coloro che hanno il Parkinson. "Sono necessari studi più ampi per confermare i nostri risultati e per determinare il motivo per cui l'assottigliamento della retina e la perdita di cellule produttrici di dopamina siano collegate", ha detto Lee. "Se ciò fosse confermato, scansioni della retina potrebbero non solo consentire un trattamento precoce ma un monitoraggio più preciso dei trattamenti che potrebbero rallentare la progressione della malattia"

Potrebbe interessarti anche
Tags
parkinson
malattia
cellule
studio
spia
dopamina
TOP NEWS Culture
© Regiopress, All rights reserved