laRegione
Sostiene Morace
laR
 
11.08.22 - 18:50

Ma col domenicale in pausa estiva, io con chi faccio polemica?

Mancano gli affondi sulla ‘kultura’ e lo sperpero di soldi pubblici del Festival. Ma restando al cinema, quant’è bello ‘Last Dance’

di Mariano Morace
ma-col-domenicale-in-pausa-estiva-io-con-chi-faccio-polemica
Keystone
‘Cheeese...’

Abbiamo accennato nel nostro ultimo contributo dell’importanza del pubblico pagante, soprattutto quello della piazza, perché è un chiaro segnale del sostegno e dell’interesse che il festival continua ad avere sul pubblico cosiddetto ‘normale’, su coloro che non seguono il festival per motivi professionali (noi giornalisti, registi e tecnici del cinema) che sono appunto disposti a spendere quasi il doppio di un costo normale di un biglietto in sala. Non dimentichiamo che queste entrate sono fondamentali per il bilancio del festival, che ha oramai si aggira attorno ai 15 milioni di franchi, per un terzo circa coperti da sussidi pubblici, per un altro terzo da sponsor privati, ma il resto da biglietti e abbonamenti!

Rimanendo in ambito politico, ieri sera c’è stato come da tradizione l’aperitivo offerto dal festival ai membri del Gran Consiglio, organo decisionale del nostro governo, coloro che sono chiamati ogni tre anni a dimostrare concretamente il loro sostegno alla manifestazione. E sempre parlando di politica, quasi mi dispiace che il noto settimanale domenicale sia in pausa estiva! A un ‘polemista’ come me mancano gli articoli feroci sulla ‘kultura’, sui radical chic che vengono in piazza solo per farsi vedere, sullo sperpero di soldi pubblici invece di utilizzarli per i noss vecc... Da sottolineare che il suddetto settimanale è organo di un partito di governo, anzi del partito di maggioranza, quel governo che sostiene, appoggia ed elogia l’importanza del Festival a livello cantonale e nazionale. Forse, oltre alla sospensione estiva c’è anche un altro motivo: il fatto che anche la Lega ha avuto una rappresentante nel consiglio direttivo; forse era solo una questione di poltrona…

Locarno in questi giorni gode ottima salute, sia per il festival che per turismo; bar e ristoranti scoppiano di salute, come è ‘normale’ i prezzi lievitano, nei bar incontri sempre qualche vecchio locarnese che brontola per la confusione e per il ‘brutto’ film presentato in piazza. Insomma, ‘Things don’t change’, per parafrasare il famoso film di David Mamet. Rimanendo ai film della Piazza, come dicevo, vero termometro del rapporto con il pubblico, le presenze rimangono costanti e le scelte di Giona Nazzaro sono apprezzate, anche se come è normale ci sono titoli più amati e altri meno. Significativo sarà il premio del pubblico: fino a ora ho personalmente molto apprezzato molto ‘Last Dance’ di Delphine Lehericey per la delicatezza nell’affrontare il tema della vecchiaia e della solitudine, con un grande plauso a tutto il cast.

Ma forse gli ultimi giorni ci riserveranno belle sorprese, spesso i direttori di festival conservano il meglio per la fine, per aumentare la suspense!

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Scienze
6 ore
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
8 ore
Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno
Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
9 ore
Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’
Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Spettacoli
21 ore
Anahì Traversi racconta ‘Amor fugge restando’
Il nuovo capitolo del Collettivo Treppenwitz debutta venerdì 30 settembre al Lac, con l’attrice che diventa autrice e regista
La recensione
23 ore
Wagner, Ligeti e Beethoven tra passato e presente
Alle Settimane musicali, ascoltando la Budapest Festival Orchestra diretta da Ivan Fischer, con finale insolito e commovente
L’intervista
1 gior
Michele Mariotti al Lac, una ‘prima’ per tre
La Prima di Brahms, il primo concerto per violino di Prokof’ev e l’esordio della stagione Osi al Lac, tutto nelle mani del direttore d’orchestra italiano
Spettacoli
1 gior
È morto Bruno Arena de I Fichi d’India
Aveva 65 anni. Nel 2013 era stato colpito da un aneurisma cerebrale
Netflix
1 gior
Wanna Marchi non è pentita, d’accordo?
Su Netflix c’è ‘Wanna’, storia della regina delle televendite in quattro puntate (dedicata a quelli che ‘una volta era meglio’)
Società
1 gior
Pensi di leggere il giornale, ti trovi a far propaganda russa
Facebook blocca profili di una rete fra le più complesse mai individuata attivi soprattutto in Germania, Francia, Regno Unito, Italia e Ucraina
Spettacoli
1 gior
Riposo vocale per Anastacia, rinviato il concerto di Locarno
Imposizioni mediche impongono la riprogrammazione del live del 29 settembre al Fevi. I biglietti restano validi per la nuova data, di prossimo annuncio
© Regiopress, All rights reserved