laRegione
20.03.22 - 18:30
Aggiornamento: 18:58

Ucraina, il Conservatorio si attiva per i musicisti rifugiati

Dieci posti tra bachelor, master e pre-college per giovani studenti ucraini rifugiati, più i corsi della Scuola di musica e un fondo di aiuto

ucraina-il-conservatorio-si-attiva-per-i-musicisti-rifugiati

"È con orrore e profonda preoccupazione che seguiamo quanto sta succedendo in queste settimane in Ucraina" ha affermato Christoph Brenner, direttore generale del Conservatorio della Svizzera italiana, istituzione che ha annunciato nei giorni scorsi alcune iniziative a favore dei giovani musicisti rifugiati affinché possano continuare lo studio della musica.

Ad attivarsi sono tutti e tre i dipartimenti del Conservatorio: Scuola di musica, Pre-college e Scuola universitaria, manifestando concretamente la propria solidarietà "con la popolazione ucraina e con i moltissimi russi e bielorussi che non vogliono questa guerra", hanno aggiunto Luca Medici e Fabio Favoroso, membri della direzione di fondazione.

In concreto, vengono messi a disposizione, da subito e senza fatturazione delle tasse scolastiche, cinque posti bachelor/master per studenti ucraini rifugiati; 5 posti pre-college per studenti ucraini rifugiati, sempre senza fatturazione della tassa scolastica; e quanti più posti è possibile in base alla disponibilità di docenti e studenti di pedagogia per la Scuola di musica. Per i cori, vengono messi a disposizione 15 posti per allievi ucraini rifugiati: nel caso le domande fossero più numerose si valuterà la creazione di un coro aperto ai soli allievi ucraini, con l’obiettivo di creare una piattaforma d’incontro per i bambini e adolescenti rifugiati. Si valuterà inoltre se coinvolgere in queste attività musicisti ucraini rifugiati da stipendiare.

Il Conservatorio della Svizzera italiana ha inoltre deciso di creare un fondo a favore di allievi e studenti ucraini rifugiati, nonché di studenti russi e bielorussi vittime della politica dei loro rispettivi governi. Saranno infine organizzati dei concerti di beneficenza a favore delle vittime della guerra, il primo dei quali sarà ‘Mavra’ della Stagione 900presente il prossimo 3 aprile.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
15 ore
Morto il regista Dragone, suoi gli show del Cirque du Soleil
Origini italiane, naturalizzato belga, avrebbe compiuto 70 anni il 12 dicembre. E tra i leader mondiali di eventi e spettacoli teatrali.
Arte
23 ore
Louise Nevelson ‘painted it black’
Al Museo comunale d’arte moderna di Ascona un’antologica sull’iconica artista statunitense da domani all’8 gennaio ’23. Ma si inaugura oggi alle 17.
Culture
1 gior
Osi: il dopo Weidmann, per ora, è con Widmer e Flury
Direzione affidata all’attuale vicedirettore Samuel Flury e al membro della direzione Barbara Widmer, nell’attesa del bando per la nuova figura
Ticino7
2 gior
‘Di tutto un pop’ con Sergio Mancinelli
Le sue storie di musica da domani su Ticino7, ogni primo sabato del mese, a parole e in voce (l’intervista)
Culture
2 gior
Come sta la Terra? Chiedilo a Marco Paolini
L’attore/attivista è stato ospite di ‘Emergenza Terra’, la prima conferenza di un ciclo che, kantianamente, si tiene a Mendrisio
Video
Musica
2 gior
‘Only The Strong Survive’, a novembre il nuovo Springsteen
Il 21esimo album del Boss è un tributo al soul. Fino ad allora, il singolo ‘Do I Love You (Indeed I do)’
Scienze
2 gior
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
3 gior
Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno
Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
3 gior
Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’
Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Spettacoli
3 gior
Anahì Traversi racconta ‘Amor fugge restando’
Il nuovo capitolo del Collettivo Treppenwitz debutta venerdì 30 settembre al Lac, con l’attrice che diventa autrice e regista
© Regiopress, All rights reserved