laRegione
20.01.22 - 19:44

A ‘Storie’ le ragioni del respingimento di Liliana Segre

La vicenda è al centro del documentario di Ruben Rossello prodotto dalla Rsi, in programma domenica 23 gennaio

a-storie-le-ragioni-del-respingimento-di-liliana-segre
Ti-Press

L’8 dicembre del 1943, alla frontiera svizzera di Arzo, Liliana Segre venne respinta. Lunghe ricerche e nuovi studi storici hanno consentito di ricostruire quanto avvenne al confine in quel giorno e durante tutto l’autunno 1943, quando gli ebrei italiani cercavano rifugio in Svizzera per salvarsi dalla persecuzione nazista e fascista. Domenica 23 gennaio, a pochi giorni dalla ricorrenza del Giorno della Memoria, alle 20.40 su Rsi La1 ‘Storie’ presenterà un documentario sul tema diretto dal regista Ruben Rossello.

Come è noto, il Ticino venne direttamente coinvolto nel dramma degli ebrei italiani, i quali nell’autunno del ’43 tentarono in massa di entrare in Svizzera per sfuggire alla persecuzione nazista e fascista. La frontiera tra Italia e Svizzera, che durante i quattro anni di guerra visse lontana da qualunque coinvolgimento, dopo l’armistizio tra Italia e Alleati dell’8 settembre 1943 e l’immediata occupazione tedesca del Nord Italia, divenne la meta agognata di antifascisti, militari sbandati, disertori, ex prigionieri alleati e soprattutto – dopo che nel volgere di pochi giorni si diffusero le notizie della persecuzione e delle prime stragi naziste – di ebrei. La frontiera svizzera diverrà allora la frontiera della speranza: a migliaia vennero accolti, ma come ben noto ci furono anche periodi di severi respingimenti, tra cui quelli di Liliana Segre e del padre Alberto. Perché i Segre vennero respinti? Quanti furono gli accolti e quanti i respinti? E la popolazione come reagì di fronte al dramma di questi uomini e donne in fuga?

Nella puntata vari ospiti porteranno la loro testimonianza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
13 min
Liverpool batte Glasgow e si aggiudica l’Eurovision
La città britannica è stata scelta per ospitare la prossima edizione del festival della canzone continentale
RICERCA SOCIALE
15 ore
Quella violenza che non guardiamo
Spesso le persone non intervengono quando assistono a un’aggressione, sia essa reale o virtuale. Perché? Una neuroscienziata prova a spiegarcelo.
Culture
1 gior
Annie Ernaux riceve il Nobel per la Letteratura
L’ambito riconoscimento è stato conferito alla scrittrice francese ‘per il coraggio e l’acutezza’ delle sue opere
Distopie
1 gior
Mi chiamo Montag, brucio libri
Ogni primo giovedì del mese, un libro ambientato in una realtà nella quale preferiremmo non vivere. Cominciando da quella di ‘Fahrenheit 451’
Scienze
2 gior
Il Nobel per la Chimica 2022 a Bertozzi, Meldal e Sharpless
Il team è stato premiato per la ricerca sulla cosiddetta ‘chimica a scatto’, con applicazioni anche nella lotta contro i tumori
Culture
2 gior
La cappa plumbea che spaventa la destra
Marcello Veneziani ci parla del suo ultimo pamphlet, dedicato ai presunti eccessi del politically correct, della cancel culture e così via
Spettacoli
2 gior
‘Brad Pitt violento contro me e con i bambini’
Nuove accuse di Angelina Jolie all’indirizzo dell’ex marito. I fatti risalirebbero al settembre di sei anni fa
Arte
2 gior
Le risonanze emotive del colore in Augusto Giacometti
Il Museo Ciäsa Granda di Stampa dedica una mostra al pittore indagatore di cromie quasi astratte ante litteram. Fino al 20 ottobre
Spettacoli
3 gior
L’ex beatle Ringo Starr ha il Covid-19: tournée cancellata
Il cantante si trova in Nord America con il gruppo rock fondato nel 1989 i cui componenti cambiano a seconda della disponibilità degli artisti
Cinema
3 gior
James Bond e il cinema, la morte può attendere
Il 5 ottobre di sessant’anni fa l’esordio cinematografico del personaggio più longevo della storia del cinema. Ancora si cerca il successore di Craig
© Regiopress, All rights reserved