laRegione
28.12.21 - 12:52
Aggiornamento: 14:41

Patrimonio Svizzero e la legge sulle abitazioni secondarie

‘Basta modelli obsoleti, dobbiamo puntare sulla cultura della costruzione e sul paesaggio’. L’esortazione alle Camere a respingere l’iniziativa 20.456

patrimonio-svizzero-e-la-legge-sulle-abitazioni-secondarie
Vista su Verbier (Vs)

La politica chiede che la legge sulle abitazioni secondarie sia ulteriormente ammorbidita. Patrimonio svizzero si dice contrario e chiede che siano valorizzati i potenziali offerti dal paesaggio e dalla cultura della costruzione. E, in un comunicato, scrive: “Nel 2012, il popolo svizzero ha accettato di fissare nella Costituzione federale un tetto massimo del 20 per cento per le abitazioni secondarie. Il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati si sono spinti molto avanti per assecondare il più possibile i Comuni interessati dalla nuova legge. Ad esempio, tutte le abitazioni costruite prima della votazione popolare possono essere trasformate e rivendute come residenze secondarie, ciò anche in quei Comuni in cui il parco immobiliare è costituito per oltre i tre quarti da appartamenti di vacanza”. Di fronte alla minaccia di un più ampio margine di manovra, Patrimonio svizzero si schiera “contro qualsiasi iniziativa volta al consolidamento di altri incentivi che promuovano la demolizione delle residenze principali per costruire al loro posto, senza limitazioni, nuove abitazioni secondarie”, ritenendo tale approccio “contrario alla Costituzione”, ma anche portatore di “ripercussioni negative sul mercato immobiliare destinato alla popolazione residente, in particolare nei centri turistici”.

Da qui l’esortazione diretta alle Camere a respingere l’iniziativa parlamentare 20.456 che chiede l’annullamento delle limitazioni vigenti in materia di demolizione e ricostruzione delle abitazioni realizzate in virtù del diritto anteriore. “Patrimonio svizzero – si legge ancora – esige una politica in grado di rafforzare l’importanza del paesaggio e della cultura della costruzione, in quanto elementi unici e caratteristici per il turismo nel nostro Paese. Inoltre, chiede che sia promossa una politica del turismo maggiormente orientata alla creazione di valore e in grado di mettere finalmente da parte qualsiasi modello, ormai obsoleto, che spinge alla costruzione smodata di abitazioni secondarie”.

La presa di posizione stilata da Patrimonio svizzero in merito alla legge sulle abitazioni secondarie è pubblicata su www.patrimoniosvizzero.ch/politica.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
SALUTE
12 ore
L’Irb e gli anticorpi che ‘placcano’ il coronavirus
Agiscono sulle parti che non mutano, aprendo nuove prospettive non solo contro il Covid
Otium
14 ore
John Basset Trumper, l’intervista; Rosetta Loy, il ricordo
Incontro con il linguista gallese, che ha applicato fonetica e linguistica alle inchieste giudiziarie. E un ritratto della scrittrice, morta nel 2022
Scienze
16 ore
L’uomo ha danneggiato l’Amazzonia più di quanto temuto sinora
La foresta amazzonica, costantemente minacciata dall’attività umana, ha già perso il 20% della sua superficie dall’inizio della colonizzazione europea
Culture
16 ore
Il furto della memoria
A colloquio con Renato Sarti, attore, drammaturgo e regista, che tanto ha indagato sugli orrori della Seconda guerra mondiale
Progetto Babel
18 ore
Raccontarsi con una lingua adottiva
Il rapporto fertile fra lingua madre e lingua adottiva nei corsi del progetto di Babel Festival ‘L’altralingua’. Venerdì un incontro pubblico a Bellinzona
storia
20 ore
Il volontario Guido e Margherita
Un volume storico raccoglie le lettere fra il 1937 e il 1947 dei coniugi Tedaldi: dalla guerra civile spagnola alla fine del secondo conflitto mondiale.
Culture
23 ore
Gabriele Nissim, il ‘Giorno della Memoria’ non sia una trappola
Nella Giornata che ricorda la Shoah, l’ideatore dei ‘Giardini dei Giusti’: ‘Ricordare non basta se non ci si impegna contro tutti i genocidi’
Scienze
1 gior
Anche le formiche nel loro piccolo s’inca**ano: colpa del clima
Uno studio austriaco su colonie di formiche da Svizzera, Austria, Francia e Italia dimostra che quelle in arrivo dalle zone più calde sono più aggressive
Figli delle stelle
1 gior
Maestro, che ne pensa dei Måneskin?
Måneskin, ‘Rush!’ - ★★★★✩ - Per Uto Ughi sono ‘un’offesa alla cultura e all’arte’, ma il mondo della musica classica (almeno una parte di esso) è cambiato
Spettacoli
1 gior
‘Kokoschka’ e Alma Mahler, di amore e ossessione (e stranezze)
Al Sociale sabato 28 il nuovo spettacolo della compagnia ticinese Opera retablO, ispirata alla relazione tra il pittore austriaco e la vedova di Gustav
© Regiopress, All rights reserved