laRegione
28.11.21 - 23:02
Aggiornamento: 29.11.21 - 09:04

The Deep NEsT: è la volta di Doris Femminis

Dopo Aldina Crespi il professor Vecchioni, Diego Passoni e Giulia, tocca alla scrittrice ticinese accomodarsi nel nido di Bandecchi e La Rosa

the-deep-nest-e-la-volta-di-doris-femminis
Sul canale YouTube e su Spotify

‘La diversità è il nostro punto di partenza. L’arrivo lo scopriamo insieme’. Ora anche su Spotify. È lo slogan che accompagna The Deep NEsT nella sua nuova forma di podcast, che va ad aggiungersi a quella video nella quale, a intervalli più o meno regolari di tempo, Natascia Bandecchi ed Elizabeth La Rosa portano i propri incontri sul tema della diversità. In principio fu Aldina Crespi, poi il professor Vecchioni, Diego Passoni, Giulia.

Dallo scorso 24 novembre tocca a Doris Femminis, infermiera psichiatrica e scrittrice, che si accomoda nel nido delle due ticinesi e si racconta, aprendo al suo percorso intergenerazionale tra donna, figlia, compagna, madre e nipote. Partendo dalla prima storia d’amore con una collega di lavoro, lei 21 enne a nascondersi da tutto e da tutti, e ancor prima l’adolescenza nella Cavergno negli anni 70, un posto in cui “si capiva cosa pensasse la gente da piccole frasi”. Frasi come “se ho un figlio così lo ammazzo”, detta da qualcuno davanti alla tv, commentando un programma che parlava di gay.

È intensa la testimonianza di Femminis, che nei primi minuti del suo Deep NEst regala uno spaccato di medioevo nemmeno troppo lontano da noi: “Ho quasi cinquant’anni e ho l’impressione che le cose siano talmente cambiate che vale la pena dire com’erano anche solo quarant’anni fa. Quando arrivò l’Aids ero alle scuole medie e un professore ci annunciò la buona notizia, dicendo che era appena arrivata la malattia che avrebbe liberato il mondo dai froci e dai drogati. Ecco, questo era il mondo in cui io vivevo e in cui mi sono scoperta lesbica».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Culture
8 ore
Oltre mezzo milione di visitatori per i musei ticinesi
Pubblicati i dati 2021 relativi al settore della cultura nel Rapporto statistico cantonale dell’Osservatorio culturale ticinese
Società
9 ore
Campagna pubblicitaria choc: bambini con peluche bondage
Per promuovere i propri articoli, nel caso zainetti, la maison di moda Balenciaga scivola su fotografie di cattivo gusto: e scoppia la polemica
Distopie
16 ore
‘La strada’, un padre e un figlio dopo l’Apocalisse
Storia d’amore paterno nelle peggiori condizioni che si possano immaginare, Premio Pulitzer 2007 a Cormac McCarthy
Otium
1 gior
Il Forum per l’italiano in Svizzera
Nasce ‘Otium’, pagina culturale a scadenza mensile che si prefigge di fare divulgazione sul duplice fronte umanistico e scientifico
Spettacoli
1 gior
Hang Massive, vibrazioni sonore a Lugano
‘Viviamo in un mondo con una sola immensa umanità’ è il messaggio di Danny Cudd e Markus Offbeat, venerdì 2 dicembre allo Studio Foce
L’intervista
1 gior
Silvio Orlando, un Momò a Locarno
Sabato 3 e domenica 4 dicembre, l’attore porta in scena ‘La vita davanti a sé’ di Romain Gary, pièce in cui è Momò, bimbo arabo simbolo di convivenza
Culture
2 gior
Ritrovate oltre 4’000 pagine di appunti da lezioni di Hegel
Le trascrizioni furono effettuate da uno dei primi studenti del filosofo tedesco all’Università di Heidelberg
Spettacoli
2 gior
Morto Clarence Gilyard, star di ‘Walker Texas Ranger’ e ‘Matlock’
Aveva 66 anni ed era malato da tempo. Nel suo curriculum anche un ruolo di rilievo al cinema in ‘Die Hard - Trappola di cristallo’ e in ‘Top Gun’
Culture
2 gior
‘Penuria’ è la parola svizzera dell’anno 2022 in italiano
È quanto emerge dalla tradizionale classifica stilata dalla Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo. Sul podio anche ‘invasione’ e ‘coraggio’
Spettacoli
2 gior
‘72 Seasons’, il ritorno dei Metallica con album e tour
Il nuovo lavoro della storica band metal americana uscirà il 14 aprile 2023 e sarà seguito da un lungo giro di concerti fra Usa ed Europa
© Regiopress, All rights reserved