laRegione
addio-al-poeta-cubano-pablo-armando-fernandez
(YouTube)
Letteratura
05.11.21 - 20:06

Addio al poeta cubano Pablo Armando Fernández

Tra i principali intellettuali dell’isola, si spese nella difesa della cultura cubana durante la Rivoluzione. Si è spento all’età 92 anni

Ansa, a cura de laRegione

Il poeta e intellettuale cubano Pablo Armando Fernández è morto all’età di 92 anni. Nato nel quartiere centrale di Delicias, nell’allora provincia d’Oriente, lo scrittore è stato protagonista di uno dei momenti più alti della poesia cubana della seconda metà del XX secolo. Autore di opere rilevanti come ‘Los niños se despiden’ (Premio Casa de las Américas 1968), ‘Golpe de dados’ o ‘Salterio y lamentaciones’, Pablo Armando Fernández si è speso nella difesa della cultura cubana durante la Rivoluzione e in quella del suo leader storico Fidel Castro. Il suo lavoro nel campo delle lettere cubane – come ricorda il Diario Digital de Cienfuegos – è stato giustamente elogiato dallo scrittore ed etnologo Miguel Barnet durante la Fiera Internazionale del Libro del 2019, quando ha evidenziato le qualità poetiche dell’artista che, nel 1961, ha ricevuto le chiavi di quella che sarebbe stata la sede dell’Unione di Scrittori e Artisti di Cuba, oggi Monumento Nazionale.

Traduttore anche di poesie anglosassoni, come saggista e drammaturgo ha studiato alla Columbia University di New York e ha tenuto corsi e conferenze in rinomati centri accademici negli Stati Uniti, in Canada e in America Latina. Nel suo Paese ha guidato la rivista Unión, ha co-diretto il quotidiano Lunes de Revolución, è stato segretario di redazione della rivista Casa de las Américas e membro del comitato editoriale dell’Accademia cubana delle scienze, e ha fatto parte della giuria del Premio Casa de las Américas, del Festival del Cinema Latinoamericano dell’Avana e del Premio Miguel de Cervantes (1992). Nel 1996 è stato insignito del Premio Nazionale per la Letteratura.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cuba letteratura pablo armando fernández rivoluzione
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Ritratti
7 ore
Stefano Raimondi. La città, il mare
Anni di quartieri popolari, giochi, sfide. Poi le scelte. A Milano, partendo dall’inizio, con il poeta, critico letterario e autore di saggi.
Pagine scelte
7 ore
Mariella Cerutti Marocco, storia di un ‘dono inatteso’
Personalità multiforme, capace di passare nella sua scrittura dal verso al romanzo e da questo al racconto
Sulla Croisette
21 ore
Quello che il cinema può raccontare
‘Rebel’ dei belgi Adil El Arbi e Bilall Fallah sconvolge. Chiudono ‘Showing up’ di Kelly Reichardt  e ‘Un petit frère’ di Leonor Serraille, convincendo.
Spettacoli
21 ore
‘Sbalorditivo’ il concerto virtuale degli Abbatar
Promossa dai media britannici la reunion londinese Abba Voyage della band svedese
Culture
1 gior
Addio ad Antonio Pelli, voce della ‘Domenica popolare’
Si è spento all’età di 73 anni, 33 dei quali trascorsi tra l’informazione e l’intrattenimento, rigorosamente radiofonico
Spettacoli
1 gior
È morto il batterista degli Yes Alan White
Lo annunciano su Twitter la famiglia e la band. White ha fatto parte del gruppo progressive rock britannico per quasi quarant’anni
La recensione
1 gior
La ‘Danger zone’ di Top Gun
Al netto di piccole, inevitabili sbavature, ‘Top Gun: Maverick’ è un sequel divertente e spettacolare. Anche la nostalgia per gli anni Ottanta è benvenuta
Musica
1 gior
Depeche Mode in lutto: è morto il tastierista Andy Fletcher
Fondatore insieme a Martin Gore e David Gahan della band synth pop britannica, aveva sessant’anni. L’annuncio sui canali ufficiali della band britannica
Sulla croisette
1 gior
Cannes, Elvis e gli altri
Quello di Luhrmann su Elvis Presley è un biopic non sempre convincente; straordinario è ‘Tori e Lokita’ dei fratelli Dardenne; delude Claire Denis
Arte
1 gior
Mario Comensoli, c’erano una volta gli uomini in blu
Per i cent’anni dell’artista, lo Spazio Officina ospita, dal 29 maggio al 24 luglio 2022, le opere dedicate agli immigrati italiani
© Regiopress, All rights reserved