laRegione
20.08.21 - 09:54
Aggiornamento: 17:31

'Sapere, potere, agire': la filosofia svizzera a Lugano

Fra il 27 e il 29 agosto, dopo più di vent’anni, il Congresso biennale della Società Svizzera di Filosofia torna in Ticino, nel neonato Campus universitario Usi-Supsi.

sapere-potere-agire-la-filosofia-svizzera-a-lugano
Veduta del nuovo Campus (Keystone)

Una ventina di relatori provenienti da istituzioni svizzere e italiane si incontreranno a Lugano per una discussione filosofica, accresciuta di significato dopo l'emergenza che ha contrassegnato gli ultimi due anni. ‘Sapere, potere, agire’ è il titolo del Congresso biennale della Società Svizzera di Filosofia che torna in Ticino, nel neonato Campus universitario Usi-Supsi, fra il 27 e il 29 agosto e dopo vent'anni. Ideato in collaborazione con la Società Filosofica della Svizzera Italiana, 'Sapere, potere, agire' rifletterà sull’interdipendenza fra questi tre concetti, su cui la filosofia non ha mai cessato d'interrogarsi.

Si comincia il pomeriggio di venerdì 27 agosto con un’introduzione al tema di Adriano Fabris (‘L’agire del pensiero, il sapere dell’etica, il potere della filosofia’); una sessione sulle ‘Pratiche filosofiche’ e una conferenza serale di Roberta De Monticelli sull’ ‘Amarezza della politica’. Sabato 28 agosto sono previste una sessione ‘Etica’ e una sessione ‘Politica’. Si chiude domenica, con una relazione conclusiva di Ugo Balzaretti (‘Leben und Macht’, in tedesco) e le presentazioni di contributi di ricercatori internazionali selezionati attraverso un ‘Call for papers’. Il Congresso sarà preceduto da due incontri su temi affini, aperti a tutti: sabato 21 agosto alle 17, al Grotto della Salute di Massagno, un Café Philo su ‘Parlare bene e razzolare male: i filosofi e la coerenza’, animato da Virginio Pedroni. Mercoledì 25 agosto alle 18, alla Biblioteca cantonale di Lugano, Giacomo Marramao interverrà su ‘L’impotenza del potere’, evento organizzato in collaborazione con la stessa Biblioteca.

Il programma dettagliato, le indicazioni logistiche, i riassunti di tutte le relazioni e le note biobibliografiche sui relatori sono disponibili sul sito www.societafilosofica.ch.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Scienze
2 ore
Giove fa il record di lune: altre 12 scoperte, ora sono 92
Il grande pianeta strappa il primato a Saturno che ne ha 83. I nuovi satelliti hanno un diametro compreso fra 1 e 3 chilometri
Culture
4 ore
A Bologna come a Pompei, anzi meglio
Una grande mostra al Museo di archeologia dedicata alla pittura romana, dalla ‘più grande pinacoteca dell’antichità al mondo’
Società
7 ore
Diabolik, Eva Kant compie 60 anni
L’esordio dell’affascinante compagna del protagonista nel terzo numero del fumetto nel ’53. La Zecca italiana emetterà una moneta da collezione
Microcosmi/Microcinema
7 ore
Cinelario. Esserci, è la parola.
A Menaggio, la sala animata da ‘cineD’AUTORE’ è un valore per una comunità piuttosto povera di iniziative culturali, uno spazio per creare relazioni
La recensione
10 ore
Accorsi e Finzi Pasca, gioie e dolori del calcio
Sala Teatro piena, giovedì sera al Lac, per la prima luganese di ‘Azul’
Culture
14 ore
La tensione verso l’infinito del testardo Anton Bruckner
A colloquio col Maestro Francesco Angelico, che dirigerà l’Ottava sinfonia del compositore austriaco con l’Orchestra sinfonica del Conservatorio di Lugano
Scienze
1 gior
La Terra ha un suo sosia. Si chiama Wolf 1069 b
Il pianeta, scoperto grazie al progetto Carmenes (attivo dal 2016) dista 31 anni luce dal nostro e verosimilmente potrebbe essere abitabile
Culture
1 gior
Addio a Paco Rabanne
Lo stilista spagnolo è morto all’età di 88 anni a Portsall, in Francia. Era ribelle e provocatorio.
Musica
1 gior
‘On&On’ di Iris Moné, la tristezza può diventare oro
La cantautrice ticinese, che vive a San Diego, è tornata in Ticino per stare vicino alla madre. Dagli ultimi giorni insieme a lei è nata una canzone
Spettacoli
1 gior
‘Figli di E.’, un dono e un vuoto grandi come solo l’amore
Domenica a ‘Storie’ il percorso di Marta e Tazio dopo la tragica scomparsa del papà Erminio Ferrari, in un toccante documentario di Fabrizio Albertini
© Regiopress, All rights reserved