laRegione
graffiti-lungo-la-costa-inglese-potrebbe-essere-banksy
Al Merrivale Model Village (facebook official)
Street art
09.08.21 - 15:03
Aggiornamento: 16:06
Ansa, a cura de laRegione

Graffiti lungo la costa inglese: potrebbe essere Banksy

La firma nel parco in miniatura del Norfolk, il destino umano su di un muro di Lowestof: 'È lui, o qualcuno in grado d'imitarlo alla perfezione’, dicono gli esperti.

Banksy avrebbe lasciato più volte la sua firma lungo la costa orientale dell'Inghilterra negli ultimi giorni. Secondo il sito della Bbc, ci potrebbe essere proprio l'elusivo artista dietro il modello di un cottage trovato dai gestori del Merrivale Model Village di Great Yarmouth, un parco in miniatura del Norfolk. Sul piccolo edificio, infatti, campeggia la firma dello 'street artist' più famoso del mondo e la scritta “go big or go home” (fai le cose in grande o lascia perdere), affiancata dall'icona ricorrente (nelle creazioni di Banksy) del piccolo roditore.

Sul profilo Facebook del parco divertimenti si legge: “È un modello che non avevamo mai visto prima d'ora, piazzato tra i nostri piccoli cottage” e ancora “sembra che sia stato imbrattato dai vandali”. Non si ha ancora la conferma dell'autenticità dell'opera, che di solito viene comunicata dal sito o dai profili social dell'artista. Ma quello del parco in miniatura non sarebbe l'unico raid artistico compiuto dal writer negli ultimi giorni nell'East Anglia. Graffiti sono apparsi sempre a Great Yarmouth nel Norfolk, nella vicina Gorleston, e a Lowestoft nel Suffolk. Fra le raffigurazioni, un bambino che scava vicino a un marciapiede, persone che ballano su una pensilina dell'autobus e la tipica ‘claw crane’, la gru che afferra pupazzi e altri premi nelle macchinette delle sale giochi.

A detta degli esperti, si tratterebbe proprio di opere del grande Banksy, o di qualcuno in grado d'imitarlo alla perfezione.


A Lowestoft (Keystone)

 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
banksy graffiti inghilterra street art
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Culture
7 ore
Che basta un colpo di vento e il festival di Arzo prende il volo
Da giovedì 18 a domenica 21 agosto, ad Arzo e nella ‘flilale’ Meride, torna il Festival internazionale della narrazione, edizione 22 (come l’anno...)
L'intervista
10 ore
Julia Murat: ‘Per Bolsonaro saremo un vanto o l’immoralità noir’
La regista di ‘Regra 34’, Pardo d’oro al Miglior film, felice con moderazione: ‘Temiamo che il presidente o i suoi approfittino di questo premio’
L'intervista
10 ore
Gigi la legge che non multa a Locarno e si prende un premio
Un ritorno, quello di Alessandro Comodin, quest’anno Premio speciale della Giuria, già premiato nel 2011 a Locarno per ‘L’estate di Giacomo’.
L'intervista
12 ore
Locarno75 e il futuro, also sprach Rapahël Brunschwig
La governance futura non è di competenza del managing director’, che sul nuovo presidente rimanda al Cda. E sui numeri del 75esimo...
Sostiene Morace
13 ore
Lunga vita al Festival (quanto ai premi, ‘de gustibus’)
‘Regra 34’, confuso e ripetitivo. Meglio ‘Gigi la legge’. Solari lascia o fa come al 70esimo? L’augurio è quello di trovare una figura all’altezza.
Arte
13 ore
Morto Dmitri Vrubel: dipinse il bacio fra Breznev e Honecker
L’artista russo è morto a 62 anni per complicazioni da Covid-19. Suo il celebre graffito sul Muro di Berlino
Locarno 75
16 ore
Pardi per tre, una condanna alla selezione
Sokurov e Fahdel non erano nelle corde: la Giuria, evidentemente figlia del suo tempo, ha premiato la libertà espressiva più che regole e grammatica
Il ricordo
19 ore
Piero Angela e la gentilezza della scienza
Raccontare la scienza con garbo, chiarezza e senso della meraviglia: nel giorno dei funerali, le lezioni del grande divulgatore morto sabato a 93 anni
L'intervista
23 ore
Marco Solari: ‘Lascio un Festival più forte e in crescita’
La decisione è presa, il 76esimo sarà il suo ultimo da presidente: ‘Ma ora nessuna retrospettiva, ho semplicemente annunciato i prossimi passi’
L’intervista
1 gior
Martin Suter, triviale come una libellula
Documentario atipico, ‘Alles über Martin Suter. Ausser die Wahrheit’ ha chiuso il Festival. Lo scrittore svizzero parla di sé (e risponde alla NZZ...)
© Regiopress, All rights reserved