laRegione
addio-a-tuono-pettinato-geniale-fumettista
Culture
14.06.21 - 18:300
Aggiornamento : 15.06.21 - 08:10

Addio a Tuono Pettinato, geniale fumettista

Un nome d'arte pescato da Borges, un tratto semplice e quasi caricaturale, lascia tra i lavori più interessanti degli ultimi anni come 'Enigma' e 'Corpicino'

Andrea Paggiaro, il fumettista noto come Tuono Pettinato, è morto all’età di 44 anni. Autore brillante e poliedrico, con il suo umorismo fine e intelligente e il tratto semplice ma mai banale si è cimentato in praticamente tutte le forme del fumetto: storie brevi, strisce, vignette, illustrazioni, graphic novel.
Paggiaro era nato a Pisa nel 1976; il nome d’arte di Tuono Pettinato risale agli anni di Bologna, dove aveva studiato al Dams. «Dove ho seguito un percorso di cinema: mi manca tutta la parte di disegno anatomico, di saper fare le prospettive» aveva raccontato in un’intervista quando, tre anni fa, era stato a Bellinzona ospite del festival Storie Controvento. L’apprendistato, siamo nei primi anni Duemila, è arrivato dal collettivo, di cui è stato co-fondatore, dei Superamici, esperienza innovatrice e fuori dagli schemi nel campo del fumetto autoprodotte e non solo. Insieme a Tuono Pettinato troviamo Ratigher, LRNZ, Dottor Pira e Maicol & Mirco. «Quello che ho imparato l’ho preso dai compagni del collettivo Superamici, leggendo fumetti fin da piccino e man mano trovando delle cose che somigliavano sempre di più a quelle che volevo fare io. Ho letto tantissimo i Peanuts, molti dei fumetti puramente comici Il mago Wiz, B.C., Beetle Bailey e sicuramente una quantità notevole di Topolino. Poi ho trovato dei modelli nell’underground americano: lavori di Matt Groening o Daniel Clowes che avevano uno sguardo che mi piaceva».

Un percorso che aveva anche messo, ovviamente in un fumetto: ‘Come diventai fumettista’, partendo dai “primi graffissi inconsulti” e la “rabbiosa fanzine carbonara” passando per “illuminante paginone su tabloid nazionale” – che poi era la stesa La lettura del Corriere della Sera che aveva pubblicato il fumetto – fino alla conclusione con un “psycho fan” che lo avrebbe accoltellato e allo “sfruttamento postumo dei lavori di gioventù”. È stata invece una malattia a privarci prima del tempo di un grande autore.

La citazione involontaria di Borges

Il nome Tuono Pettinato viene da un racconto di Borges, ‘La biblioteca di Babele’ che contiene tutti i libri possibili e tra i tanti titoli, incluse sequenze casuali di lettere, troviamo appunto ‘Tuono pettinato’. Una citazione inconsapevole: «Avevo letto Borges e sicuramente mi era passato sotto gli occhi questo nome che, anni dopo, quando dovevo scegliermi un nome d’arte, mi è tornato in mente senza ricordare esattamente dove l’avessi preso». Nome d’arte per il collettivo Superamici, dove «avevamo tutti nomi matti, forse perché con l’anonimato puoi dire cose un po’ più spavalde».

Da Alan Turing a Kurt Cobain e Corpicino

Molti i lavori di Tuono Pettinato, troppi per ricordarli tutti. Limitandosi ai libri, abbiamo le graphic novel biografiche come ‘Garibaldi. Resoconto veritiero delle sue valorose imprese, ad uso delle giovani menti’, l’interessantissimo ‘Enigma. La strana vita di Alan Turing’ realizzato su testi di Francesca Riccioni), ‘Nevermind’ sul cantante dei Nirvana Kurt Cobain e, con Dario Moccia, ‘We are the champions’ sui Queen e Freddy Mercury.
Sempre con Francesca Riccioni ha realizzato ‘Non è mica la fine del mondo’, in cui un gruppo di alieni arriva sulla Terra per studiare la civiltà umana ormai estinta, il che ci porta ai lavori più “filosofici” di Tuono Pettinato, con la favola amara del gatto ‘Chatwin’ e, soprattutto, ‘Corpicino’, forse il suo lavoro più riuscito. Partendo da un infanticidio, Tuono Pettinato racconta con humor nero il cinismo dei media, riflettendo non solo sulla morbosità che può raggiungere la cronaca nera ma anche la follia collettiva di persone apparentemente normali che farebbero di tutto pur di apparire davanti a una telecamera.
Numerose le collaborazioni con varie testate, da ‘Internazionale’ a 'Linus' a ‘Fumettologica’.

TOP NEWS Culture
Culture
13 ore
A Carmelo Rifici il Premio Radicondoli per il teatro
Assegnato a Maestri che si sono distinti nel donare esperienza e saperi attraverso il loro operato. La consegna domenica 25 luglio al Radicondoli Festival 2021
Libri
17 ore
Obama-Springsteen, dal podcast al libro
'Renegades: Born in the Usa' esce in contemporanea mondiale il 26 ottobre 2021, con immagini e racconti esclusivi di vita
Musica
19 ore
Chiara Dubey si ritrova in 'Stranger'
È la canzone ufficiale del Floating Notes Festival di San Bernardino, dov'è attesa dal vivo domani, sabato 24 luglio. Ma è soprattutto riscoprire se stessi.
Musica
20 ore
Amy, sono già dieci anni
Ricorre oggi l'anniversario della morte di Amy Winehouse: oggi avrebbe 37 anni.
Gallery
Musec
1 gior
Sono quattro i giovani vincitori di Unpublished Photo 21
Assegnati i premi per giovani fotografi UP21. Le loro opere saranno esposte al Musec dal 23 settembre 2021 al 21 febbraio 2022
Locarno Film Festival
1 gior
Leopard Club Award a Kasia Smutniak
Le sarà consegnato il 6 agosto in Piazza Grande; il giorno dopo, incontro col pubblico in Rotonda e, al Palacinema, la proiezione di ‘Nelle tue mani’ di Del Monte
Spettacoli
1 gior
Cannes: la vittoria di 'Titane' fa invecchiare Nanni Moretti
Causa dell'invecchiamento, la Palma d'Oro data a un film, dice il regista, “in cui la protagonista rimane incinta di una Cadillac”. Ma il meglio è nei commenti.
Lac en plein air
2 gior
Sotto la stella (nera) del jazz: Giovanni Falzone suona Bowie
Questa sera alle 21, nell'Agorà, la 'Blackstar Suite' del trombettista e compositore italiano, ispirata al testamento musicale dell'artista britannico.
Open-air
2 gior
C'è un po' di New Orleans al Calanca Jazz Festival
Sabato 24 e domenica 25 luglio, James Andrews con Frank Salis, Daniel Macullo e Marco Cuzzovaglia. Completano il cast Orkestra Sbilenka e Two Souls
Musica
2 gior
Zezel e l’estetica dei tempi dispari
Sul ‘Tubo’ con nuovi brani e relativi video. Qui con l’Emilio Castorina pensiero. Giovedì 22 luglio dal vivo a Roveredo (l'intervista)
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile