laRegione
10.06.21 - 17:30

Da Pro Helvetia 25mila franchi per un progetto letterario

La Fondazione svizzera per la cultura sostiene 15 autrici e autori: per la prima volta, selezionati anche progetti non scritti in una delle 4 lingue nazionali.

Ats, a cura de laRegione
da-pro-helvetia-25mila-franchi-per-un-progetto-letterario
Senza limitazione di lungua

La Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia sostiene 15 autrici e autori con una borsa di 25mila franchi per un progetto letterario. Per la prima volta, sono stati selezionati anche progetti non scritti in una delle quattro lingue nazionali. Con questa novità, Pro Helvetia desidera riflettere la realtà sociale della Svizzera e rispondere a un'esigenza della scena letteraria, indica un comunicato della fondazione. “Altre lingue implicano anche altre tradizioni narrative, soggetti e stili”, afferma Reina Gehrig, responsabile della divisione Letteratura presso Pro Helvetia.

Michelle Baijat-Jones di Saint-Légier, che scrive in inglese, e Sreten Ugričić di Zurigo, che scrive in serbocroato, sono i primi autori a non redigere in una delle lingue nazionali a poter essere sostenuti dalla fondazione. Per candidarsi, è necessario aver pubblicato un libro presso una casa editrice rinomata, essere presente sulla scena letteraria elvetica e avere il proprio centro d'interessi in Svizzera e/o avere la cittadinanza. Con questi contributi, Pro Helvetia vuole dare la possibilità di portare avanti un progetto letterario per un periodo di tempo prolungato. Il finanziamento è previsto per i generi letterari di narrativa, poesia e scrittura teatrale.

In totale, 114 progetti in 13 lingue diverse hanno partecipato al bando. Oltre ai due già citati, cinque sono tedescofoni, sei francofoni, uno italofono e uno romancio. Per il progetto in italiano è stata selezionata la scrittrice e poetessa Anna Ruchat di Riva San Vitale. L'attuale borsa di creazione è la prima di quest'anno; una seconda seguirà a novembre. Dal 2021, i contributi creativi sono assegnati per la prima volta due volte all'anno.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Video
Sogno o son Festival
1 ora
Morandi per la melodia, Pegah per l’Iran, Tananai per l’Ucraina
Dopo l’affondo di Fedez, Sanremo va a letto tardi e si sveglia con il video di Tananai: il suo ‘Tango’ è dedicato all’Ucraina.
Sogno o son Festival
2 ore
Notte in Blanco (fatti mandare dalla mamma a rompere il latte)
Siamo onesti: chi da giovane non ha mai sfasciato un palco? E quante bottiglie avrà spaccato Morandi prima di diventare famoso?
Sogno o son Festival
4 ore
Sanremo, le canzoni ‘Made in Italy’ (le pagelle, seconda serata)
Colapesce Dimartino una certezza, Rosa Chemical un martello, Tananai ebbene sì. La classifica dopo le prime due serate: Mengoni, sempre Mengoni
Arte
20 ore
Poi appare Paolina Bonaparte. E noi ci perdiamo con lei.
Tra le opere di Galleria Borghese per la mostra ‘Meraviglia senza tempo. Pittura su pietra a Roma tra Cinquecento e Seicento’, e la meraviglia del Canova.
Sogno o son Festival
22 ore
Un altro Sanremo dei record (scuse di Blanco incluse)
Giorno due, conferenza tre. Davanti ai numeri ci sono tutti ‘più’. Il sindaco di Sanremo: ‘Non si è mai parlato tanto di fiori come quest’anno’
musec
23 ore
La rivoluzione occidentale dell’arte agli antipodi
A Villa Malpensata, dal 10 febbraio al 1° ottobre, è esposta una settantina di capolavori d’arte dei Mari del Sud, opere della Collezione Brignoni
Culture
23 ore
‘Di alberi e di guerra’ agli ‘Eventi letterari’ del Monte Verità
A inaugurare l’undicesima edizione del festival (30 marzo-2 aprile) sarà l’incontro con Giuliano da Empoli, autore de ‘Il mago del Cremlino’
Spettacoli
1 gior
La solitudine di Ulisse e la cecità umana
Stasera al Lac si replica lo spettacolo di Lina Prosa diretto da Carmelo Rifici. Ottima prova degli interpreti, notevoli le musiche di Zeno Gabaglio.
Sogno o son Festival
1 gior
Giorgia e Sanremo, parole dette bene
Dal 1993 a oggi, ogni sua apparizione all’Ariston è degna di essere ricordata: ‘Torno per rimettermi in gioco, anche se non ho mai smesso di farlo’
Sogno o son Festival
1 gior
Sanremo s’è desta, Blanco devasta
Prima serata, la lezione di educazione civica di Benigni, quella di diseducazione del rapper (?), che rende meno bella la Festa della Repubblica
© Regiopress, All rights reserved