laRegione
Locarno Film Festival
10.06.21 - 12:30
Aggiornamento: 19:26

Excellence Award Davide Campari a Laetitia Casta

Il 4 agosto, l'attrice francese sarà in Piazza Grande per la premiazione; il giorno dopo, in conversazione col pubblico al Forum @Rotonda by la Mobiliare.

excellence-award-davide-campari-a-laetitia-casta
Laetita Casta (© Mark Pillai)

Laetitia Casta riceverà l’Excellence Award Davide Campari 2021, il riconoscimento del Locarno Film Festival destinato a personalità artistiche che con il loro contributo hanno segnato il cinema contemporaneo. Mercoledì 4 agosto, l'attrice francese sarà in Piazza Grande per la cerimonia di premiazione; il giorno successivo incontrerà il pubblico del Festival al Forum @Rotonda by la Mobiliare. L’attrice stessa ha scelto due titoli dalla sua filmografia, proposti durante la manifestazione: ‘Gainsbourg (Vie héroïque)’ (2010, di Joann Sfar, nel quale interpreta Brigitte Bardot, e ‘L'homme fidèle’ (A Faithful Man, 2018) di Louis Garrel.

Giona A. Nazzaro, direttore artistico del Locarno Film Festival: “Laetitia Casta incarna un’idea di cinema modernissima, in sintonia con le trasformazioni del pubblico e delle immagini in movimento. La sua ricerca artistica l’ha condotta a lavorare sia con alcune delle autrici e degli autori più innovativi degli ultimi tempi che a conservare una sua cifra attoriale unica e inconfondibile, da grande cinema. Questo suo essere interprete sofisticata e popolare, diva ad altezza di sguardo, portatrice di un glamour colto, strategico, profondamente europeo, fanno di Laetitia Casta l'ambasciatrice ideale del cinema di cui il Festival intende essere espressione e di Piazza Grande che torna ad accogliere il suo pubblico. Inaugurare la 74esima edizione del Locarno Film Festival con l’Excellence Award assegnato a Laetitia Casta è un segno di speranza che ci permette di guardare al futuro con fiducia ed entusiasmo”.

Dalla moda al cinema, diretta da autori come Raúl Ruiz per ‘Les âmes fortes’ (Savage Souls, 2001), Tsai Ming-liang per ‘Visage’ (Face, 2009) e, a teatro, il neo Premio Oscar Florian Zeller per ‘Elle t'attend’ (2008), Laetita Casta ha superato barriere e luoghi comuni, ricoprendo una gamma molto ampia di registri e visioni artistiche. La sua carriera di attrice inizia nel 1999 in ‘Astérix & Obélix contre César’ (Asterix and Obelix vs. Caesar) di Claude Zidi, nel ruolo di Falbala. Nel 2000 la miniserie di successo ‘La Bicyclette bleue’ (The Blue Bicycle) di Thierry Binisti, poi Ruiz e, nel 2002, ‘Rue des Plaisirs’ (Love Street) di Patrice Leconte. Nel 2004 il debutto a teatro con ‘Ondine’ di Jean Giraudoux, diretta da Jacques Weber. Dopo il film di Sfar, nel 2012 Casta ha recitato in ‘Do Not Disturb’ di Yvan Attal e nel thriller ‘Arbitrage’ di Nicholas Jarecki, presentato al Sundance Film Festival, al fianco di Susan Sarandon e Richard Gere. Nel 2018 è apparsa in ‘L'Incroyable histoire du facteur Cheval’ (The Ideal Palace) di Nils Tavernier e in ‘L'homme fidèle’ (A Faithful Man) di Louis Garrel. Il 2019 l’ha vista protagonista del film Premio del cinema svizzero 2020 ‘Le Milieu de l'horizon’ (Beyond the Horizon) di Delphine Lehericey e della serie Arte ‘Une île (Apnea)’, diretta da Julien Trousselier. Nel corso del 2021 usciranno tre nuovi film in cui Casta ha recitato: ‘Lui’ di Guillaume Canet, ‘La croisade’ di Louis Garrel e ‘Selon la police’ di Frédéric Videau. A partire da ottobre 2021, Casta tornerà a teatro con una tournée e, da gennaio 2022, al Teatro du Rond-Point con lo spettacolo ‘Clara Haskil, Prélude et fugue’ diretto da Safy Nebbou con la sceneggiatura di Sarge Kribus.

Parallelamente alla sua carriera di attrice, Casta è impegnata con l'UNICEF nella difesa dei bambini che vivono in situazioni di guerra. È stata anche nominata Chevalier des Arts et des Lettres nel 2011 dall’allora ministro della cultura francese Frédéric Mitterrand.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Pensiero
1 ora
La lunga crisi della democrazia
Archiviata l’illusione circa la ‘fine della storia’, avanzano autoritarismo e sovranismo. Se ne parla domani all’Usi
Sogno o son festival
1 ora
Il Festival di Rapallo
Inizia questa sera. Che piaccia oppure no, Sanremo è cambiato. Non ora e nemmeno ieri; comunque, mai quanto quest ’anno.
animazione
2 ore
Gli effetti psichedelici in ‘The Freakouts’ di Bruno Machado
Insieme a una manciata di musicisti, l’illustratore ha realizzato un progetto indipendente che parla del consumo di sostanze attraverso sei facce
Illustrazione
18 ore
Contro il peso della guerra, Tove diede vita ai Mumin
Iperborea ripubblica a colori le storie della famiglia di troll che, con poesia e ironia, affrontano la quotidianità. Anche quella di oggi
Sanremo
19 ore
Il Sanremo di Morandi e Amadeus: ‘I superospiti sono in gara’
I temi della conferenza: dal bar di Monghidoro a Mahmood e Blanco, da ‘Volare’ a Zelensky, fino all’ordine di uscita delle prime due serate
Arte
20 ore
La pittura di genere e la sua funzione civile
Le opere di ‘Milano da romantica a scapigliata’ abitano le stanze del Castello Visconteo Sforzesco di Novara, fino al 10 aprile 2023
Sanremo
21 ore
Sanremo: Zelensky non in video, invierà un testo
Lo leggerà Amadeus. Il direttore di Rai 1, Stefano Coletta: ‘Il presidente non ha mai specificato che sarebbe stato un videomessaggio’
Musica
1 gior
‘Non ho certezze, ho da darvi solo qualche piccola emozione’
Venticinque anni fa, l’ultimo – meraviglioso – concerto di Fabrizio de André in Ticino, al Palabasket di Bellinzona
Spettacoli
1 gior
L’album dell’anno è di Harry Styles. Måneskin a bocca asciutta
Grammy Awards, Beyoncé inizia bene e diventa la più titolata da sempre della cerimonia, ma ancora una volta per lei niente premi più prestigiosi
Spettacoli
1 gior
Grammy Awards, Beyoncé regina di tutti i tempi
Tre riconoscimenti ancora prima della serata di gala e altri due al suo inizio la consacrano come la più grande in assoluto
© Regiopress, All rights reserved