laRegione
la-cina-premia-il-vicepresidente-supsi-claudio-boer
Claudio Boer
08.04.21 - 10:01
Aggiornamento: 14:42

La Cina premia il vicepresidente Supsi Claudio Boër

Insignito del titolo Silver Age Talent per l'apporto nel risollevare nel Paese asiatico l'economia danneggiata dalla pandemia

Il vicepresidente del Consiglio Supsi Claudio Boër è stato insignito del titolo Silver Age Talent 2021-2022. Tra le iniziative promosse dal governo cinese per risollevare l’economia del Paese danneggiata dalla diffusione della pandemia, il progetto Silver Age Talent intende avvalersi delle competenze accademiche e scientifiche di professionisti stranieri che precedentemente erano ritenuti al di sopra del limite massimo di età, fissato a 60 anni. Con l’avvio del progetto Silver Age Talent la Cina intende non solo fare ricorso alle competenze di professionisti attivi in ambiti cruciali dell’economia provenienti da ogni parte del mondo, ma anche alle conoscenze di professionisti stranieri con un’esperienza accademica pluriennale in ambito scientifico, tecnico, e gestionale utili per risollevare l’economia nazionale attraverso l’implementazione di progetti innovativi e consulenze accademiche negli istituti di ricerca e formazione.

Il Centro internazionale di commercializzazione tecnologica di Dongguan (DITCC), nella provincia di Guangdong - la prima provincia a proporre un tale programma in Cina - ha proposto al Vicepresidente della SUPSI Claudio Boër di candidarsi al progetto Silver Age Talent 2021-2022 in considerazione dei suoi 20 anni di esperienza nel settore industriale e dei 20 anni di esperienza nella formazione accademica, nella ricerca e nell’innovazione e in virtù del lavoro svolto, per 30 anni, nella cooperazione tra Cina e Svizzera per diverse agenzie federali, tra cui swissnexChina e come console svizzero a Shanghai.

Il professor ha accettato il mandato

La domanda è stata in seguito approvata dal Dipartimento di Scienza e Tecnologia della provincia di Guangdong e, dopo ampie consultazioni, il Prof. Claudio Boër ha accettato il mandato, della durata di due anni, volto ad assistere attivamente il DITCC nella realizzazione e nella valutazione delle diverse iniziative legate al progetto. Tra queste, la creazione di una piattaforma di commercializzazione tecnologica che mira a realizzare progetti, introdurre talenti, servizi di incubazione e altre attività tecnologiche tra Cina, Svizzera ed Europa. Il programma aiuterà anche aziende svizzere di alta tecnologia a trovare partners in Cina per il mercato interno cinese che è sempre più in forte sviluppo. Il DITCC, con la supervisione del Prof.Boër, aiuterà a costruire ponti di cooperazione tra partners dei due paesi.

 La SUPSI si congratula con il Vicepresidente del Consiglio SUPSI Claudio Boër per questo prestigioso incarico che, ancora una volta, testimonia il suo impegno attivo nella collaborazione tra Cina e Europa in ambito accademico, e formula i migliori auguri per lo svolgimento di questo nuovo ruolo.

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cina claudio boër economia pandemia premio silver age talent
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
11 ore
Addio a Wolfgang Petersen, diresse ‘La storia infinita’ e ‘Troy’
Il regista tedesco aveva 81anni. Fra gli attori da lui diretti, Clint Eastwood, Dustin Hoffman, George Clooney, Harrison Ford e Brad Pitt
Culture
1 gior
Che basta un colpo di vento e il festival di Arzo prende il volo
Da giovedì 18 a domenica 21 agosto, ad Arzo e nella ‘flilale’ Meride, torna il Festival internazionale della narrazione, edizione 22 (come l’anno...)
L'intervista
1 gior
Julia Murat: ‘Per Bolsonaro saremo un vanto o l’immoralità noir’
La regista di ‘Regra 34’, Pardo d’oro al Miglior film, felice con moderazione: ‘Temiamo che il presidente o i suoi approfittino di questo premio’
L'intervista
1 gior
Gigi la legge che non multa a Locarno e si prende un premio
Un ritorno, quello di Alessandro Comodin, quest’anno Premio speciale della Giuria, già premiato nel 2011 a Locarno per ‘L’estate di Giacomo’.
L'intervista
1 gior
Locarno75 e il futuro, also sprach Rapahël Brunschwig
La governance futura non è di competenza del managing director’, che sul nuovo presidente rimanda al Cda. E sui numeri del 75esimo...
Sostiene Morace
1 gior
Lunga vita al Festival (quanto ai premi, ‘de gustibus’)
‘Regra 34’, confuso e ripetitivo. Meglio ‘Gigi la legge’. Solari lascia o fa come al 70esimo? L’augurio è quello di trovare una figura all’altezza.
Arte
1 gior
Morto Dmitri Vrubel: dipinse il bacio fra Breznev e Honecker
L’artista russo è morto a 62 anni per complicazioni da Covid-19. Suo il celebre graffito sul Muro di Berlino
Locarno 75
1 gior
Pardi per tre, una condanna alla selezione
Sokurov e Fahdel non erano nelle corde: la Giuria, evidentemente figlia del suo tempo, ha premiato la libertà espressiva più che regole e grammatica
Il ricordo
1 gior
Piero Angela e la gentilezza della scienza
Raccontare la scienza con garbo, chiarezza e senso della meraviglia: nel giorno dei funerali, le lezioni del grande divulgatore morto sabato a 93 anni
L'intervista
1 gior
Marco Solari: ‘Lascio un Festival più forte e in crescita’
La decisione è presa, il 76esimo sarà il suo ultimo da presidente: ‘Ma ora nessuna retrospettiva, ho semplicemente annunciato i prossimi passi’
© Regiopress, All rights reserved