laRegione
04.03.20 - 10:40
Aggiornamento: 11:16

Un altro premio Pritzker a due prof dell'Accademia di architettura

Il cosiddetto 'Nobel per l'architettura' va a Yvonne Farrell e Shelley McNamara, co-fondatrici dello studio Grafton Architects e professoresse di ruolo.

un-altro-premio-pritzker-a-due-prof-dell-accademia-di-architettura
Centro culturale a Dublino
+6

Yvonne Farrell e Shelley McNamara, co-fondatrici dello studio Grafton Architects e professoresse di ruolo in "Progettazione architettonica" all'Accademia di architettura dell'Usi, si sono aggiudicate l’edizione 2020 del Premio Pritzker, il più alto riconoscimento internazionale nell’ambito dell’architettura. Per l’Accademia, si legge in un comunicato, si tratta del secondo “Nobel dell’architettura” dopo quello di Peter Zumthor nel 2009. 

Il premio è stato consegnato a Farrell e McNamara “per l’integrità del loro approccio agli edifici; per il modo con cui conducono la loro pratica architettonica; per il loro credo nella collaborazione; per la loro generosità verso i colleghi, come dimostrato in particolare durante la Biennale di Venezia nel 2018; per la loro incessante dedizione all’eccellenza in architettura, il loro atteggiamento responsabile verso l’ambiente e la loro abilità di essere cosmopolite abbracciando al contempo l’unicità di ogni luogo in cui lavorano”. 

 

Il Pritzker Architecture Prize – ricorda sempre il comunicato – premia ogni anno architetti “il cui lavoro dimostra la combinazione di talento, visione e dedizione, che hanno dato contributi costanti e significativi all’umanità e all’ambiente costruito tramite l’arte dell’architettura”. Nato nel 1979 per iniziativa di Jay e Cindy Pritzker e sostenuto dalla fondazione della famiglia, la Hyatt Foundation legata alla grande catena di hotel, porta in dote un premio di 100 mila dollari. 

Prima di Farrell e McNamara, fra i premiati si ricordano "Frank Gehry, Norman Foster, Renzo Piano e gli svizzeri Peter Zumthor – già professore all’Accademia di architettura dell’USI, vincitore nel 2009 –, Jacques Herzog e Pierre de Meuron. Le co-fondatrici di Grafton Architects sono la quarta e quinta donna ad aggiudicarsi il riconoscimento dopo Zaha Hadid nel 2004, Kazuyo Sejima nel 2010 (con Ryue Nishizawa) e Carme Pigem nel 2017 (con Rafael Aranda e Ramon Vilalta)".

Yvonne Farrell e Shelley McNamara

Yvonne Farrell e Shelley McNamara, ricorda il comunicato, "hanno progettato e realizzato numerose scuole ed edifici per istituzioni e università, soprattutto in Irlanda - tra cui i Dunshaughlin Civic Offices, gli uffici della Dublin City University, il Parson's Building, il Trinity College a Dublino, il Government Department for the Office of Public Works a Dublino - mentre in Italia hanno realizzato il nuovo edificio dell'Università Bocconi di Milano e in Perù il campus della UTEC - Universidad de Ingeniería y Tecnología di Lima. In passato si sono aggiudicate numerosi concorsi internazionali tra cui: Toulouse School of Economics; Kingston University Town House; Institute Mines Telecom Campus, Paris-Saclay. Insieme a Shaffrey Associates hanno vinto il concorso per la nuova Biblioteca di Dublino e sono state scelte per progettare la nuova facoltà della London School of Economics and Political Science (LSE) a Holborn, Londra. Nel 2018 è stata affidata loro la Direzione artistica della Biennale di Architettura di Venezia e nel 2019 hanno ricevuto la RIBA Gold Medal, il più alto riconoscimento per l'architettura nel Regno Unito, approvato personalmente dalla Regina".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
RICERCA SOCIALE
11 ore
Quella violenza che non guardiamo
Spesso le persone non intervengono quando assistono a un’aggressione, sia essa reale o virtuale. Perché? Una neuroscienziata prova a spiegarcelo.
Culture
1 gior
Annie Ernaux riceve il Nobel per la Letteratura
L’ambito riconoscimento è stato conferito alla scrittrice francese ‘per il coraggio e l’acutezza’ delle sue opere
Distopie
1 gior
Mi chiamo Montag, brucio libri
Ogni primo giovedì del mese, un libro ambientato in una realtà nella quale preferiremmo non vivere. Cominciando da quella di ‘Fahrenheit 451’
Scienze
2 gior
Il Nobel per la Chimica 2022 a Bertozzi, Meldal e Sharpless
Il team è stato premiato per la ricerca sulla cosiddetta ‘chimica a scatto’, con applicazioni anche nella lotta contro i tumori
Culture
2 gior
La cappa plumbea che spaventa la destra
Marcello Veneziani ci parla del suo ultimo pamphlet, dedicato ai presunti eccessi del politically correct, della cancel culture e così via
Spettacoli
2 gior
‘Brad Pitt violento contro me e con i bambini’
Nuove accuse di Angelina Jolie all’indirizzo dell’ex marito. I fatti risalirebbero al settembre di sei anni fa
Arte
2 gior
Le risonanze emotive del colore in Augusto Giacometti
Il Museo Ciäsa Granda di Stampa dedica una mostra al pittore indagatore di cromie quasi astratte ante litteram. Fino al 20 ottobre
Spettacoli
2 gior
L’ex beatle Ringo Starr ha il Covid-19: tournée cancellata
Il cantante si trova in Nord America con il gruppo rock fondato nel 1989 i cui componenti cambiano a seconda della disponibilità degli artisti
Cinema
2 gior
James Bond e il cinema, la morte può attendere
Il 5 ottobre di sessant’anni fa l’esordio cinematografico del personaggio più longevo della storia del cinema. Ancora si cerca il successore di Craig
Scienze
2 gior
Una tarma ha nella saliva gli enzimi che sciolgono la plastica
La Galleria mellonella, nota anche come camola del miele, riesce a degradare il polietilene tramite due proteine individuate da un team italo-spagnolo
© Regiopress, All rights reserved