laRegione
21.07.19 - 22:33

Regista iraniano condannato alla prigione per i suoi film

Mohammad Rasoulof con i suoi ultimi lavori avrebbe fornito una visione oscura della Repubblica Islamica. Non si tratta della prima condanna

ats
regista-iraniano-condannato-alla-prigione-per-i-suoi-film
Keystone

Il regista iraniano Mohammad Rasoulof è stato condannato a un anno di prigione in base alle accuse di "propaganda contro il sistema" per i suoi ultimi tre film che, stando alla magistratura, conferiscono una visione oscura della Repubblica Islamica. Nel settembre 2017, al suo rientro a Teheran dagli Stati Uniti dove aveva partecipato al Telluride film festival, Rasoulof ebbe il passaporto confiscato all'aeroporto e successivamente fu convocato in tribunale.

Nel 2011 era stato condannato insieme con il collega Jafar Panahi a sei anni di prigione e al divieto di realizzare film per vent'anni, per il suo documentario sul movimento di protesta 'Onda verde' nel 2009. La condanna venne poi ridotta ad un anno e successivamente sospesa dopo il pagamento di una cauzione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
La recensione
3 ore
Diretti da Mencoboni, in quattro per Monteverdi
Voces suaves, Concerto Scirocco, Männeroktett Basel, Coro Clairière: al netto delle scelte interpretative, il pubblico applaude
Mostra
1 gior
Il ‘caso Fontana’: opere, invenzioni e ingegno
La Pinacoteca Züst e l’Archivio del Moderno (Usi) promuovono l’esposizione della ‘azienda’ dell’architetto di Melide. Sabato 26 novembre, l’inaugurazione.
Spettacoli
1 gior
È morta Irene Cara, la voce di ‘Fame’ e ‘Flashdance’
L’iconica attrice e cantante aveva 63 anni. La sua l’interpretazione venne premiata con un Oscar come miglior canzone.
Castellinaria
1 gior
Castellinaria, ‘Where is Anne Frank!’ vince il Castello d’Oro
Al film d’animazione di Ari Folman il metallo più prezioso del Concorso Kids; nella categoria Young, Premio Tre Castelli all’iracheno ‘The exam’
Castellinaria
1 gior
‘L’ombra del giorno’, storia di Luciano e ‘Anna’
L’amore ai tempi del fascismo in ‘L’ombra del giorno’, bel film di Giuseppe Piccioni che chiude il 35esimo festival del cinema giovane (l’intervista)
Concorso
2 gior
La più bella pubblicità è ‘Fortezza di Bellinzona’ di Variante
Premiata l’agenzia bellinzonese, che ha partecipato insieme a lucasdesign di Giubiasco, Newdeco Agency di Sant’Antonino e Visiva di Camorino
Scienze
2 gior
In pandemia prima volta con la depressione per una persona su 8
Il 13% degli over 50 durante la crisi del Covid ha sperimentato per la prima volta la patologia, soprattutto le persone a reddito più basso
Fuori concorso
2 gior
‘Tori et Lokita’, e i Dardenne d’Onore
Premiata con il Castello d’Onore la coppia di registi, e una storia senza sconti di minori migranti non accompagnati che ha ferito Cannes
Spettacoli
2 gior
Le ‘Fessure’ del Teatro delle Radici, o come riattaccare i cocci
Nuovo spettacolo scritto e diretto da Cristina Castrillo sulle fratture (della vita) e la difficoltà di rimettere assieme ciò che si rompe. A dicembre
Il ragazzo e la tigre
2 gior
Guardandoci col filtro innocente degli animali
A colloquio col documentarista e regista Brando Quilici, che parla della scomparsa delle tigri con il suo recente film. Proiezioni oggi e domani
© Regiopress, All rights reserved