laRegione
morto-lo-scrittore-e-pittore-grigionese-jacques-guidon
Arte
18.09.21 - 10:330
Aggiornamento : 10:51

Morto lo scrittore e pittore grigionese Jacques Guidon

Nato a Zernez nel 1931, aveva lavorato come insegnante prima di intraprendere diversi viaggi di studio e di lavoro in Europa, Stati Uniti, Messico e Canada

Il pittore e autore grigionese originario dell’Engadina Jacques Guidon è morto giovedì all’età di 90 anni. Lo ha annunciato il suo comune di residenza, Zernez, sul proprio sito internet.

Guidon si è impegnato per la lingua e la cultura romancia. Si è anche fatto un nome come scrittore, regista teatrale e pittore di opere espressioniste astratte e definito come un “maestro del colore”. La lingua madre di Guidon era il Vallader (idioma parlato in Engadina Bassa). Come scrittore, ha pubblicato nella sua lingua madre e anche in tedesco.

Nato a Zernez nel 1931, figlio di genitori contadini, ha lavorato prima come insegnante. Tra il 1954 e il 1973, ha intrapreso diversi viaggi di studio e di lavoro in Europa, Stati Uniti, Messico e Canada. Dal 1984 al 1994 ha lavorato come animatore culturale per Lia Rumantscha, l’organizzazione che rappresenta le associazioni che promuovono la lingua romancia. Nel 1971 ha co-fondato e poi curato per vent’anni la rivista satirica “Il Chardun” (il Cardo).

Guidon, che ha ricevuto nel 2006 il premio della cultura grigionese, ha pure tradotto opere di altri autori e creato anche murales, illustrazioni e caricature. L’opera letteraria del critico sociale comprende diversi drammi, racconti e satire.

L’attivista di sinistra si è espresso anche nella politica ambientale. Per esempio, ha fatto campagna contro la costruzione del tunnel della Vereina. Tra le altre cose, ha criticato l’aumento del traffico stradale e delle seconde case.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Scienze
3 ore
Torna a vedere (per un po’) grazie a degli elettrodi
Il sistema messo a punto da un gruppo di ricercatori è stato testato su una donna non vedente spagnola
Spettacoli
5 ore
Locarno75, manifesto cercasi
Dopo il successo dello scorso anno, è aperto il concorso per l’immagine della 75ª edizione del Locarno film festival
Società
5 ore
Sotto la pelle del mondo trans
Intervista al regista romando Robin Harsch, autore di un documentario su tre giovani persone trans. Anteprima al Lux con una delle protagoniste
Musica
8 ore
Vittorio Nocenzi, la storia del Banco da Tondo a Maroggia
Venerdì 22 ottobre, il leader del Banco del Mutuo Soccorso presenta ‘Nati liberi’, volume che raccoglie l’intero percorso della storica formazione
Il ricordo
18 ore
Il jazz gentile di Franco Cerri
Il grande jazzista italiano scomparso ieri all’età di 95 anni nelle parole di Franco Ambrosetti e Tullio De Piscopo
Teatro Sociale
1 gior
‘Mein Fritz, il mio Leo’, Dürrenmatt e Sciascia in trasparenza
Un’indagine sulle affinità tra i due, di e con Margherita Saltamacchia e Anahì Traversi, in scena mercoledì 20 ottobre alle 20.45, in prima assoluta
Musica
1 gior
Jazz in lutto, è morto Franco Cerri
Il grande chitarrista italiano si è spento a Milano all’età di 95 anni
Scienze
1 gior
Premio Möbius, un algoritmo per riparare le proteine
Intervista a Manolo Bellotto, presidente di Gain Therapeutics, dal Ticino al Nasdaq
Cinema
1 gior
Tutto pronto per la 19esima Notte del cortometraggio
Venerdì 22 ottobre al Cinema Lux Art House di Massagno anche alcuni titoli nel programma del Locarno 2020
Spettacoli
2 gior
Altroquando festival svela il suo primo film
A Massagno il 3 e 4 dicembre, la prima edizione si aprirà con il film svedese Knocking, proposto in prima ticinese grazie a Nifff on Tour
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile