laRegione
18.09.21 - 10:33
Aggiornamento: 10:51

Morto lo scrittore e pittore grigionese Jacques Guidon

Nato a Zernez nel 1931, aveva lavorato come insegnante prima di intraprendere diversi viaggi di studio e di lavoro in Europa, Stati Uniti, Messico e Canada

Ats, a cura de laRegione
morto-lo-scrittore-e-pittore-grigionese-jacques-guidon

Il pittore e autore grigionese originario dell’Engadina Jacques Guidon è morto giovedì all’età di 90 anni. Lo ha annunciato il suo comune di residenza, Zernez, sul proprio sito internet.

Guidon si è impegnato per la lingua e la cultura romancia. Si è anche fatto un nome come scrittore, regista teatrale e pittore di opere espressioniste astratte e definito come un “maestro del colore”. La lingua madre di Guidon era il Vallader (idioma parlato in Engadina Bassa). Come scrittore, ha pubblicato nella sua lingua madre e anche in tedesco.

Nato a Zernez nel 1931, figlio di genitori contadini, ha lavorato prima come insegnante. Tra il 1954 e il 1973, ha intrapreso diversi viaggi di studio e di lavoro in Europa, Stati Uniti, Messico e Canada. Dal 1984 al 1994 ha lavorato come animatore culturale per Lia Rumantscha, l’organizzazione che rappresenta le associazioni che promuovono la lingua romancia. Nel 1971 ha co-fondato e poi curato per vent’anni la rivista satirica “Il Chardun” (il Cardo).

Guidon, che ha ricevuto nel 2006 il premio della cultura grigionese, ha pure tradotto opere di altri autori e creato anche murales, illustrazioni e caricature. L’opera letteraria del critico sociale comprende diversi drammi, racconti e satire.

L’attivista di sinistra si è espresso anche nella politica ambientale. Per esempio, ha fatto campagna contro la costruzione del tunnel della Vereina. Tra le altre cose, ha criticato l’aumento del traffico stradale e delle seconde case.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Sogno o son Festival
26 min
Notte in Blanco (fatti mandare dalla mamma a rompere il latte)
Siamo onesti: chi da giovane non ha mai sfasciato un palco? E quante bottiglie avrà spaccato Morandi prima di diventare famoso?
Sogno o son Festival
2 ore
Sanremo, le canzoni ‘Made in Italy’ (le pagelle, seconda serata)
Colapesce Dimartino una certezza, Rosa Chemical un martello, Tananai ebbene sì. La classifica dopo le prime due serate: Mengoni, sempre Mengoni
Arte
18 ore
Poi appare Paolina Bonaparte. E noi ci perdiamo con lei.
Tra le opere di Galleria Borghese per la mostra ‘Meraviglia senza tempo. Pittura su pietra a Roma tra Cinquecento e Seicento’, e la meraviglia del Canova.
Sanremo
20 ore
Un altro Sanremo dei record (scuse di Blanco incluse)
Giorno due, conferenza tre. Davanti ai numeri ci sono tutti ‘più’. Il sindaco di Sanremo: ‘Non si è mai parlato tanto di fiori come quest’anno’
musec
21 ore
La rivoluzione occidentale dell’arte agli antipodi
A Villa Malpensata, dal 10 febbraio al 1° ottobre, è esposta una settantina di capolavori d’arte dei Mari del Sud, opere della Collezione Brignoni
Culture
21 ore
‘Di alberi e di guerra’ agli ‘Eventi letterari’ del Monte Verità
A inaugurare l’undicesima edizione del festival (30 marzo-2 aprile) sarà l’incontro con Giuliano da Empoli, autore de ‘Il mago del Cremlino’
Spettacoli
22 ore
La solitudine di Ulisse e la cecità umana
Stasera al Lac si replica lo spettacolo di Lina Prosa diretto da Carmelo Rifici. Ottima prova degli interpreti, notevoli le musiche di Zeno Gabaglio.
Sogno o son Festival
23 ore
Giorgia e Sanremo, parole dette bene
Dal 1993 a oggi, ogni sua apparizione all’Ariston è degna di essere ricordata: ‘Torno per rimettermi in gioco, anche se non ho mai smesso di farlo’
Sogno o son Festival
1 gior
Sanremo s’è desta, Blanco devasta
Prima serata, la lezione di educazione civica di Benigni, quella di diseducazione del rapper (?), che rende meno bella la Festa della Repubblica
Sogno o son Festival
1 gior
Sanremo, comanda Mengoni (le pagelle, prima serata)
Nella notte della Repubblica, alla fine della gara, ‘Due vite’ è in testa, Elodie è seconda, Anna Oxa ultima. I voti e la classifica generale
© Regiopress, All rights reserved