laRegione
Culture
16.08.17 - 12:070

Red Bull Flying Bach a Lugano, sarà bello dire: "io c'ero"

Red Bull Flying Steps è il luogo, ma anche il tempo, nel quale la musica di Johann Sebastian Bach si incontra con la break dance. A Lugano, il prossimo 3 settembre in Piazza Riforma, andrà in scena l’unione tra “Il clavicembalo ben temperato” del compositore tedesco e la danza di una delle formazioni storiche della scena europea e internazionale: i Flying Steps, oggi punto di riferimento di un movimento popolare divenuto ‘high culture’.

Più di 35 dei migliori ballerini del settore si sono alternati nei 20 anni di esperienza di questa crew tedesca, che è oggi una macchina da intrattenimento capace di portare avanti due tour simultanei intorno al mondo, sviluppando un nuovo concetto di urban dance. I Flying Steps, fondati nel 1993, possono considerarsi uno dei più riusciti ‘contagi’ europei della break dance degli inizi. Dalla loro nascita, hanno girato più volte attorno al pianeta, calcando i palchi di oltre 35 nazioni, diventando (per ben quattro volte) campioni del mondo in varie discipline.

La fusione che si compie nel Red Bull Flying Bach, in realtà, è addirittura triplice, perché ai Flying Steps si unirà la ballerina classica Virginia Tomarchio, rendendo la performance un’esperienza unica nel suo genere. Dalla Galleria Nazionale di Berlino, dov’è andato in scena per la prima volta nel 2010, il Red Bull Flying Bach è stato e ancora è un lungo elenco di sold-out, incluse 6 storiche notti consecutive al Chicago Theatre, durante il trionfale tour americano. Lo stesso plebiscito raccolto negli anni anche in Cile, Russia, Giappone, e in Europa, dove lo spettacolo si trasferirà (almeno sino a novembre, per oltre 20 date), dopo l’esclusiva tappa svizzera di Lugano.

La direzione artistica del Red Bull Flying Bach è affidata a Vartan Bassil e Christoph Hagel, che hanno lavorato su intrecci di pianoforte, clavicembalo, loop elettronici, passi di danza, moderna e classica ed immagini evocative. I b-boys (così sono detti i ballerini di break dance) danzeranno uno per uno sulle singole voci del “Clavicembalo ben temperato”, ‘suonando’ come un singolo strumento, col risultato finale di un’orchestra. Quello che arriva alle nostre latitudini è il “Flying Bach” originale, più forte dei molti tentativi d’imitazione. Una di quelle cose per cui sarà bello dire “io c’ero”.

Link utili:

Info e prevendita

Red Bull Flying Bach, il sito ufficiale

Evento Facebook

Flying Steps, il sito ufficiale

Tags
bach
red bull
bull
red
flying
bull flying
bull flying bach
red bull flying
flying bach
steps
TOP NEWS Culture
© Regiopress, All rights reserved