laRegione
04.10.22 - 10:54
Aggiornamento: 14:12

Vaccinazioni di richiamo autunnali in Ticino dall’11 ottobre

Le informazioni sono già disponibili sul sito ufficiale dedicato alle vaccinazioni www.ti.ch/vaccinazione

vaccinazioni-di-richiamo-autunnali-in-ticino-dall-11-ottobre
Keystone

La campagna di vaccinazione di richiamo contro il Covid-19 per tutte le persone a partire dai 16 anni in Ticino prenderà il via l’11 ottobre. Lo comunica il Dss sulla pagina del proprio sito dedicata alle vaccinazioni www.ti.ch/vaccinazione, dove è già possibile prenotarsi per la somministrazione.

Le autorità sanitarie raccomandano la vaccinazione di richiamo con i vaccini a mRNA (Pfizer/BioNTech o Moderna) oppure con il vaccino proteico Nuvaxovid (Novavax). L’uso di un vaccino bivalente, ovvero efficace anche contro le varianti Omicron, è preferibile rispetto alla somministrazione di un monovalente. In questo momento, in Svizzera è omologato solo il preparato bivalente di Moderna (Spikevax Bivalent), la cui somministrazione come vaccinazione di richiamo può essere anche eterologa, cioè è possibile somministrarlo anche se il ciclo di vaccinazione primario e/o il precedente richiamo è stato effettuato con un altro vaccino. In pratica, chi è stato vaccinato, ad esempio, con il preparato di Pfizer/BioNTech può decidere di farsi somministrare la dose di richiamo con il preparato bivalente di Moderna e viceversa. Attualmente il vaccino bivalente a mRNA di Pfizer/BioNTech non è ancora omologato da Swissmedic e, per questo, non è ancora disponibile in Svizzera.

La vaccinazione di richiamo è raccomandata prioritariamente, nell’ordine a:

  • Persone particolarmente vulnerabili per età (65 anni o più) o malattia preesistente, donne in gravidanza o che allattano, trisomia 21
  • Personale sanitario e persone regolarmente a contatto con soggetti particolarmente vulnerabili
  • Tutte le altre persone tra i 16 e i 64 anni che possono valutare se farsi vaccinare nuovamente

La vaccinazione di richiamo per l’autunno 2022 non è stata raccomandata dall’autorità federale per bambini e adolescenti sotto i 16 anni senza fattori di rischio. Fanno eccezione dunque le persone non vaccinate a partire dai 5 anni con grave immunodeficienza nonché i bambini e gli adolescenti non vaccinati tra i 5 e i 15 anni con malattie croniche.

Per quanto riguarda invece le persone che ancora non hanno ricevuto nessuna dose di vaccino, dal momento che l’autorità sanitaria federale presume che la maggior parte di esse abbia contratto il virus almeno una volta, e che il loro sistema immunitario sia già entrato in contatto con gli antigeni, viene raccomandata, a partire dai 16 anni e se non ci sono fattori di rischio, una sola dose di vaccino, per richiamare e ampliare la memoria immunologica con l’obiettivo di prevenire il più possibile le forme gravi della malattia. Le persone non vaccinate a partire dai 16 anni che intendono farsi vaccinare e desiderano che il loro schema di vaccinazione sia valido all’estero devono informarsi per tempo sulle disposizioni vigenti nei paesi di destinazione. Se del caso, in alternativa alla dose unica di richiamo, è possibile la somministrazione di due dosi di vaccino monovalente a quattro settimane di distanza l’una dell’altra; i costi per queste vaccinazioni sono coperti.

Sarà possibile ricevere la vaccinazione di richiamo nei centri cantonali di Ascona. Quartino, Biasca, Lugano (Besso, Stabile San Carlo), Tesserete e Mendrisio tramite prenotazione sul sito web ti.ch/vaccinazione per i vaccini a mRNA bivalenti di Moderna e Pfizer/BioNTech (quest’ultimo, ricordiamo, non ancora autorizzato in Svizzera), mentre per la somministrazione dei vaccini monovalenti Moderna e Pfizer a mRNA e del vaccino Nuvaxovid è necessaria la prenotazione telefonica al numero 0800 128 128.

È possibile vaccinarsi anche presso una delle farmacie o degli studi medici presenti nell’elenco pubblicato sul sito, tramite contatto diretto con la struttura. Infine, è fruibile anche la modalità "walk-in" senza appuntamento nei giorni indicati sul flyer informativo sul sito ti.ch/vaccinazione. In questi due casi verrà somministrato il vaccino a mRNA bivalente di Moderna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
33 min
La ‘trappola’ in via Arbigo: ‘Il mio cane poteva morire’
Brutta esperienza per una giovane di Losone, che portando a spasso l’amico a 4 zampe ha evitato per poco che ingoiasse una penna ‘travestita’ da boccone
Ticino
1 ora
Superamento dei livelli, parla Bertoli: ‘Serve segnale chiaro’
Dopo il niet di Speziali e le critiche di sindacati e docenti, il direttore del Decs: ‘Pronto a fugare ogni dubbio, la politica non meni il can per l’aia’
Mendrisiotto
2 ore
Novazzano ‘non è meno sicuro di altri comuni’
Durante il Consiglio comunale di lunedì il Municipio ha risposto a un’interpellanza sulla rapina avvenuta il 28 novembre in un’abitazione.
Luganese
2 ore
Lugano, folle fuga sotto l’influsso di cocaina: condannato
La Corte delle Assise criminali ha inflitto al 25enne ventitré mesi sospesi con la condizionale. L’imputato ha ammesso tutti i fatti.
Grigioni
2 ore
Frana in Val Calanca, iniziato lo sgombero della strada
Due escavatrici sono entrate in azione dopo l’esclusione del pericolo imminente di altri crolli. Obiettivo riaprire la carreggiata prima del weekend
Ticino
4 ore
In carcere in Ticino per spaccio dopo l’estradizione dall’Italia
Sul 36enne residente in Italia pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dalla Magistratura ticinese
Bellinzonese
5 ore
Gottardo Arena, approvato il principio dei posteggi a pagamento
Luce verde alla convenzione tra Comune e Hcap. Slitta però a lunedì il voto sul messaggio per permettere di applicare la tassa in occasione delle partite
Grigioni
6 ore
Quasi 300’000 franchi ai media del Grigioni italiano
Il Gran Consiglio retico intende rispondere alla difficile situazione in cui si trovano i mezzi di comunicazione
Locarnese
6 ore
Bosco Gurin riparte dopo due stagioni difficili
Nel fine settimana, grazie alle copiose nevicate, impianti aperti. Dimenticata la pandemia e l’inverno 2021/22 dalle temperature estive, c’è grande attesa
Ticino
6 ore
Furti e brutte sorprese natalizie, anche quest’anno c’è Prevena
La Polizia cantonale lancia l’operazione di sensibilizzazione contro borseggi e rapine in casa nel periodo natalizio, con uno sguardo alle truffe online
© Regiopress, All rights reserved