laRegione
27.09.22 - 23:15

‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’

Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato

anche-l-ipct-e-sottoposto-alla-legge-sulla-trasparenza
Matteo Pronzini (Ti-Press)

Il Consiglio di Stato "cosa intende fare per imporre ai suoi rappresentanti nel Consiglio di amministrazione dell’Ipct il rispetto di evidenze giuridiche?". E ancora: "Non pensa che su un tema così importante come le pensioni dovrebbe essere garantita la massima trasparenza ed evitare il ricorso a simili manovre dilatorie e irrispettose dei diritti degli assicurati?". Due domande che il granconsigliere del Movimento per il socialismo Matteo Pronzini rivolge al governo tramite un’interpellanza.

‘Smentita la posizione dei vertici della cassa’

A monte dell’atto parlamentare c’è il negato accesso, a Pronzini, alla risoluzione del Cda dell’Istituto di previdenza del Cantone Ticino, la cassa pensioni dei dipendenti dello Stato, di ridurre il tasso di conversione. La decisione è stata comunicata nei mesi scorsi dai vertici dell’Ipct ai propri assicurati. La diminuzione del tasso di conversione, in base al quale viene stabilito l’ammontare delle rendite, avverrà dal gennaio 2024: una riduzione graduale su più anni (dal 6,17 al 5 per cento). Dopo il rifiuto oppostogli dalla direzione dell’istituto, il parlamentare dell’Mps si è rivolto alla Commissione di mediazione indipendente prevista dalla Legge sull’informazione e sulla trasparenza. Chiedendo l’avvio della procedura di mediazione. Obiettivo: ottenere l’accesso alla citata risoluzione, riguardante peraltro un tema (la riduzione del tasso di conversione) oggetto della protesta indetta per domani, mercoledì, a Bellinzona, dal gruppo per la difesa delle rendite (ErreDiPi). Il tentativo di mediazione e conciliazione è però fallito. Motivo? L’Ipct non ritiene di essere sottoposto alla Legge sull’informazione e sulla trasparenza (Lit). "Una posizione – scrive Pronzini nella mozione – a dir poco temeraria, smentita dalla stessa documentazione pubblicata dal sito dell’Amministrazione cantonale in relazione alla stessa legge". Sulla pagina del sito "si fa esplicito riferimento – come a uno degli ambiti nei quali deve essere applicata la legge sulla trasparenza – proprio ‘gli enti e le corporazioni di diritto pubblico’ e si nomina proprio ‘la Cassa pensione dei dipendenti dello Stato’ ".

‘Una diminuzione di ben il 20% delle rendite’

La decisione dell’Istituto di previdenza, si sottolinea nell’atto parlamentare, "comporterà per le migliaia di lavoratori e lavoratrici del settore pubblico assoggettati una riduzione di ben il 20% sulle proprie rendite. Decurtazione che va ad aggiungersi a una prima riduzione, intervenuta nel 2012, a seguito della decisione della maggioranza del parlamento cantonale", quando si è passati dal primato delle prestazioni a quello dei contributi. Aggiunge Pronzini: "Per capire i contenuti e le discussioni che hanno portato a questa decisione abbiamo chiesto all’Ipct di fornire i verbali e tutto il materiale relativo a questa decisione, non solo perché lo riteniamo un diritto degli assicurati, ma anche per un’esigenza minima di trasparenza, richiamandoci proprio alla relativa legge", la Lit. Il Consiglio di amministrazione dell’Ipct "ha rifiutato di aderire a questa nostra richiesta: di conseguenza, come prevede la legge, abbiamo avviato una procedura ricorsuale che, come prima tappa, prevede un tentativo di mediazione". Non riuscito. Si è ora in attesa che il governo risponda alle domande del deputato dell’Mps.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
5 ore
Da Berna un sostegno per il ‘centro di partenza’ di Rancate
Passa all’unanimità agli Stati la concessione di una somma forfettaria ai Cantoni che in situazioni straordinarie gestiscono centri asilanti provvisori
Mendrisiotto
7 ore
Il Museo dei fossili di Meride spegne dieci candeline
Tra esperienze multimediali e una nuova teca terrestre, il direttore Luca Zulliger si prepara per le porte aperte d’anniversario
Locarnese
10 ore
Un fuoristrada, un gatto e l’amore per la (nuova) vita
Grazie al piacere nel viaggiare assieme al suo fedele Jek, il locarnese ‘Jonni’ è riuscito a riprendersi dopo un tragico incidente in cui è quasi morto
Ticino
11 ore
Salario minimo non adeguato all’inflazione, Durisch: ‘Contesto!’
Il capogruppo Ps dopo la decisione del governo: ‘Assurdo, è una manovra per non arrivare all’ultima forchetta nel 2025: non sta né in cielo né in Terra’
Luganese
16 ore
Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili
Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
Luganese
18 ore
Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo
Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
19 ore
‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’
Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
20 ore
Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione
In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
20 ore
‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’
Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Ticino
22 ore
Non cambia l’età limite per restare in Magistratura: 70 anni
La commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’ silura la proposta di Filippini di scendere a 68. La democentrista ritira l’iniziativa
© Regiopress, All rights reserved