laRegione
19.09.22 - 18:44
Aggiornamento: 20.09.22 - 18:51

Il Forum Alternativo non appoggia più la lista Ps/Verdi

Lo ha deciso il Comitato di coordinamento. Ora si tratta con la ‘sinistra alternativa’

il-forum-alternativo-non-appoggia-piu-la-lista-ps/verdi
Ti-Press
Il prossimo aprile le elezioni cantonali

Scricchiolii a sinistra. Il Forum Alternativo non darà il proprio appoggio esterno alla lista Ps/Verdi per il Consiglio di Stato alle elezioni cantonali del prossimo autunno. Lo ha deciso il Comitato di coordinamento del Forum. Forum che aveva precedentemente annunciato anche pubblicamente di aver intavolato trattative con socialisti ed ecologisti "al fine di garantire un suo sostegno a una lista che avesse buone possibilità di strappare un seggio in governo alla destra": eventualità, aggiunge il Comitato di coordinamento nella nota, "che sembra attualmente meno probabile".

I motivi

Durante gli incontri con Ps e Verdi i rappresentanti dell’FA "avevano inutilmente lamentato la quasi assenza di una discussione seria su un programma politico comune, evitando quindi che il tutto si limitasse alla definizione delle probabili candidature". I rappresentanti del Forum, continua il Comitato di coordinamento, "avevano però soprattutto e chiaramente segnalato che il nostro appoggio dipendeva dall’accettazione da parte dei Verdi di costituire una lista comune, intitolata ‘Verdi e ForumAlternativo’, per l’elezione del Gran Consiglio, basata su un programma che riunisse rivendicazioni ecologiche e sociali, assolutamente urgenti vista la crisi climatica e sociale che stiamo vivendo". Dopo molti "tentennamenti", i Verdi "hanno ora rifiutato questo approccio, per cui all’FA non restava purtroppo altro da fare che ritirare il suo appoggio a tutta l’operazione".

Prossimi passi

E ora? Il Forum Alternativo fa sapere che "ora intavolerà trattative con le altre forze della sinistra alternativa, che assieme al Forum avevano contribuito in una proporzione numerica praticamente equivalente a quella dei Verdi al clamoroso successo registrato dalla lista ‘Verdi e Sinistra Alternativa’ alle ultime elezioni federali del 2019".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
12 ore
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
12 ore
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
14 ore
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
Locarnese
15 ore
Centovalli, riaperta la strada
Dopo lo smottamento di martedì sera, i lavori di sgombero sono stati eseguiti e la tratta fra Camedo e il bivio di Palagnedra è di nuovo percorribile
Mendrisiotto
15 ore
Chiasso, per riaprire la piscina è urgente investire
La richiesta di credito ammonta a 582mila franchi e sarà votata il 19 dicembre. Verrà chiesto aiuto ai comuni convenzionati
Ticino
16 ore
In Ticino 1’483 nuovi contagi Covid e cinque decessi
I posti letto occupati da pazienti con Coronavirus sono 141, per un +23% rispetto alla scorsa settimana. Sei i pazienti che si trovano in cure intense
Luganese
1 gior
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
Grigioni
1 gior
A San Bernardino (e non solo) mercato immobiliare congelato
Dopo tre intensi anni di compravendite, oggi la forte domanda non trova più offerta. Vigne dell’Ente turistico: ‘Qui come nel resto del Moesano’
Bellinzonese
1 gior
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
1 gior
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
© Regiopress, All rights reserved